Brink: sparatutto multiplayer con storia

Brink: sparatutto multiplayer con storia

Abbiamo assistito a una dimostrazione di Brink in versione pre-alpha. Il nuovo sparatutto multiplayer di Splash Damage si rivela un prodotto interessante con diversi elementi innovativi. L'articolo include l'intervista a Paul Wedgwood, direttore di Splash Damage.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Tecnologia e conclusioni

Brink, come il precedente gioco di Splash Damage, è basato su piattaforma tecnologica id Tech 4, ovvero quella sviluppata da id Software per DooM 3. La tecnologia integra il sistema MegaTexture, che prevede l'uso di un'unica texture per l'intero mondo di gioco, su cui vengono poi piazzati gli altri oggetti dello scenario. A differenza di Enemy Territory Quake Wars, che era basato sulla medesima tecnologia, Brink è molto più godibile da vedere, più definito e presenta uno stile originale, di tipo cartoon.

Le mappe di gioco sono molto ampie e si compongono di tanti elementi con cui è possibile interagire attraverso il sistema SMART, che abbiamo descritto in precedenza. Questa rinnovata densità poligonale ci aveva fatto pensare, all'inizio della presentazione, all'impiego di Unreal Engine 3 piuttosto che di tecnologia id Software.

Come abbiamo detto, Brink è uno sparatutto single player e multiplayer in cui i giocatori possono far parte di una fra due fazioni. Si contraddistingue per l'originale stile visivo, per cui va elogiata la tecnologia fornita da id Software che si rivela in questo caso ampiamente versatile. Il gioco consente subito un forte livello di immersione, grazie agli scenari e alle armi, che danno un'adeguata sensazione di potenza.

Fino a sette amici possono aggregarsi per una partita in co-op in qualsiasi momento. Bisogna collaborare per annientare i nemici gestiti dall'intelligenza artificiale o la squadra avversaria gestita dagli altri giocatori. Se non si ha la possibilità di giocare con amici è possibile affrontare le due campagne di Brink in single player, e in questi casi gli altri personaggi vengono gestiti dall'intelligenza artificiale.

Sembra molto interessante anche lo spazio dato alla personalizzazione. Acquisire esperienza, infatti, comporta lo sblocco di nuovi accessori per le armi e di nuove abilità. Come abbiamo spiegato nel corso dell'articolo, personalizzare armi e abilità modifica il proprio ruolo sul campo di battaglia, con ripercussioni anche estetiche che possono essere immediatamente notificate dagli altri giocatori. Questo grande spazio dato alla personalizzazione ci ha portato ad accostare Brink a Need for Speed.

Le partite a Brink sono molto veloci e frenetiche. Bisogna collaborare con gli altri personaggi e interpretare i livelli di gioco, con i quali è possibile interagire in tanti modi, un po' come accade in Mirror's Edge. Le armi sono nervose e potenti e presentano caratteristiche differenti a seconda della personalizzazione fatta dal giocatore.

Abbiamo visto interamente due livelli di gioco di Brink, per cui è troppo presto per dare un giudizio definitivo. Sicuramente il nuovo sparatutto di Splash Damage ha del potenziale e offre delle innovazioni non indifferenti. Ci sembra ben sviluppato, veloce e divertente. Un grosso passo avanti rispetto a Enemy Territory Quake Wars. Stay tuned per ulteriori approfondimenti.

Brink è prodotto da Bethesda Softworks nei formati PC, PlayStation 3 e XBox 360. Secondo voci non confermate, la pubblicazione avverrebbe nella prima parte di settembre.

  • Articoli Correlati
  • ArmA ancora re delle simulazioni di guerra ArmA ancora re delle simulazioni di guerra Il test della versione preview di Operation Arrowhead ci ha consentito di entrare in contatto con le novità che Bohemia Interactive ha introdotto nella struttura di gioco di ArmA. Vediamo insieme quali sono e formuliamo un primo giudizio su quella che senz'altro è ben più che una semplice espansione.
  • Red Dead Redemption: l'ultima frontiera del free roaming Red Dead Redemption: l'ultima frontiera del free roaming Rockstar crea un indimenticabile mondo western e, al seguito di un pistolero in cerca di giustizia, ci catapulta nel più grande e vasto gioco sandbox di sempre (articolo e videoarticolo sono stati curati da redattori differenti, per cui le conclusioni divergono in alcuni punti Ndr).
  • Kane & Lynch: quando giocare di squadra vuol dire tutto Kane & Lynch: quando giocare di squadra vuol dire tutto Abbiamo messo le mani sulla nuova fatica di IO Interactive, Kane & Lynch 2: Dog Days, e ci siamo trovati a giocare uno sparatutto solido che ambisce addirittura a innovare il genere, dal punto di vista del multiplayer.
9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
silviohw24 Giugno 2010, 15:00 #1
Somiglia molto, almeno come concetto base, a All Point Bullettin.
Spero soltanto che non applichi la stessa politica per quanto riguarda la connessione ai server.
In tal caso, per quello che mi riguarda, sarebbe SOLO DA SCAFFALE.
HomerTheDonutsHunter24 Giugno 2010, 17:08 #2
Lo trovo molto interessante per le azioni alla Mirror's Edge
Markk11724 Giugno 2010, 19:16 #3
Sembra carino
egounix24 Giugno 2010, 20:17 #4
sembra un misto tra:
borderlands
mirror's edge
cod
team fortress
e un'altro che non ricordo in cui con l'exp si sbloccano i punti con cui si possono comprare le armi

lo sto aspettando, già avevo visto il gameplay
speriamo in multy online si riveli carino

edit: anche io, mesi fa, avevo sentito di un'uscita - da dischiarazioni non ufficiali - prevista verso settembre
Gnubbolo25 Giugno 2010, 01:16 #5
Splash Damage produce multiplayer per giocatori quasi hardcore, quindi il single player non tenetelo neppure in considerazione, quello che conta saranno le 1000 ore di tattiche e strategie spese col vostro clan e quindi il layout delle mappe che da quello che vedo è un mix di piani sfalsati e ambienti aperti e chiusi.
sicuramente meglio di certi piattumi o boscaglia ingiocabile no ?
ThePunisher25 Giugno 2010, 06:59 #6
Se non bloccano le animazioni a 30FPS come successo con ETQW è fatta .
Gnubbolo25 Giugno 2010, 19:14 #7
è incredibile che l'interesse qua ed in altri forum sia completamente ZERO, probabilmente l'unica cosa che attrae il giocatore PC è la graficona.
Aleruze25 Giugno 2010, 20:26 #8
Una sola domanda.
Ci sarà il multi in LAN?
fbrbartoli26 Giugno 2010, 09:37 #9
lo trovo interessante. Se non altro per evadere dal solito tf2 che ormai è da anni sulla cresta dell'onda degli hardcore games multiplayer e che presumo perderà interesse dopo che sarà finalmente uscita la patch dell'engineer.
Bello il mix con azioni alla mirror's edge, tra l'altro di immediato controllo anche nel multiplayer e inoltre il poter potenziare il personaggio con i punti esperienza lo renderà molto longevo. Speriamo che prenda piena e che non deluda le aspettative.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^