Splinter Cell Conviction: come cambiano i giochi stealth

Splinter Cell Conviction: come cambiano i giochi stealth

Abbiamo provato la versione definitiva per XBox 360 di Splinter Cell Conviction. In questo articolo analizziamo la nuova struttura di gioco e diamo un giudizio sulla qualità del prodotto. Include il videoarticolo.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
XboxMicrosoft
 

Conclusioni

All'inizio si resta spiazzati dalle novità. "Dov'è finito Splinter Cell?", si chiederanno i fan dei precedenti capitoli. Ma è una precisa scelta dello sviluppatore Ubisoft Montreal, che man mano che la storia procede riconsegna agli appassionati il fascino indiscutibile della serie. La decisione di introdurre grandi cambiamenti è da incoraggiare soprattutto se si considera che i precedenti capitoli erano fin troppo simili fra loro, e con Double Agent iniziavano a essere alquanto ripetitivi.

Se inizialmente il nuovo sistema di controllo risulta ostico e ci si chiede dove sia finito il fascino, l'atmosfera e il carisma del protagonista di Splinte Cell, con il procedere invece si prende confidenza con i nuovi controlli e si ritrova la storia piena di colpi di scena e di intrighi che da sempre è uno dei punti di forza della serie. Anche la nuova spy story ideata da Tom Clancy colpirà i giocatori e li coinvolgerà, esaltando ancora una volta il ruolo delle spie in uno scenario politico complesso come quello ideato per questo Conviction.

Le novità sul versante gameplay sono tantissime, le abbiamo analizzate nel corso dell'articolo. Si va dal nuovo sistema di gestione delle coperture al "marca e colpisci", dall'Ultima Posizione Nota alle variazioni di colore per la notifica dello stato di Fisher, dalla gestione dei gadget al nuovo tipo di interazione con l'intelligenza artificiale. Tutto questo senza dimenticare la componente multiplayer che, benché limitata a due soli giocatori e priva della modalità Spies vs Mercenaries, beneficia ampiamente del rinnovato dinamismo delle meccaniche di gioco, configurandosi probabilmente come una delle migliori componenti multiplayer tra quelle dei giochi rilasciati negli ultimi mesi.

La narrazione è stata ampliata e adesso gode degli strumenti cinematografici che ricorrono ormai sempre più sovente nelle produzioni videoludiche di ultima generazione. Il gioco è decisamente spettacolare da vedere, perché si susseguono momenti incalzanti sul piano dell'azione e momenti emozionali, resi possibili dalla tecnologia e dalla superbe espressioni facciali dei protagonisti.

Se lo scetticismo iniziale dovuto al nuovo sistema di controllo e ai cambiamenti si supera, ciò che provoca una certa insoddisfazione è la tecnologia che sta alla base di Conviction. Ubisoft Montreal ha usato ancora Unreal Engine 2.5, una tecnologia datata, che presta il fianco a critiche quando si analizza il dettaglio poligonale, che è scarno quando si gioca in scenari aperti come quello in Iraq. Inoltre, abbiamo ravvisato una certa instabilità del frame rate su XBox 360.

Purtroppo da questo punto di vista pesano le incertezze di Ubisoft Montreal in fase di sviluppo. La lavorazione su Splinter Cell Conviction è durata oltre quattro anni e almeno una volta la software house canadese è tornata in fase di progettazione.

In virtù di queste considerazioni ci sentiamo di consigliare l'acquisto di Splinter Cell Conviction a chi ha amato i precedenti capitoli: nonostante i cambiamenti la serie ha ancora un suo innegabile fascino come spy story. Il multiplayer, inoltre, nonostante le limitazioni di cui abbiamo detto, è comunque competitivo e aumenta sensibilmente la longevità. Chi non ama i giochi stealth ed è scoraggiato dai problemi al comparto tecnico, invece, deve ponderare maggiormente questo acquisto.

In ambito console Splinter Cell Conviction è un'esclusiva XBox 360, questa versione è attualmente in commercio. La versione PC, invece, sarà disponibile dal 30 aprile.

  • Articoli Correlati
  • R.U.S.E.: l'innovazione è l'inganno R.U.S.E.: l'innovazione è l'inganno Abbiamo provato la versione beta multiplayer di R.U.S.E., che è stata disponibile per tutti fino al 12 aprile su Steam. In questo articolo l'analisi delle caratteristiche di gioco e le prime impressioni sul nostro test. Include il videoarticolo.
  • Transformers: si volta pagina con un progetto Tripla A Transformers: si volta pagina con un progetto Tripla A La Battaglia per Cybertron costituisce una netta inversione di tendenza rispetto agli ultimi videogiochi basati su Transformers. È un progetto maturo realizzato con tecnologia di ultima generazione Unreal Engine 3. È pensato per i fan della serie di vecchia data perché è basato sul design degli anni '80 dei Transformers.
  • MT Framework 2.0 al debutto in Lost Planet 2 MT Framework 2.0 al debutto in Lost Planet 2 Arriva il seguito dello sparatutto in terza persona che ha venduto 2,3 milioni di copie in tutti i formati in cui è stato commercializzato. Abbiamo avuto l'opportunità di provare il gioco in occasione del preview event organizzato dal distributore Halifax, in cui abbiamo intervistato il produttore Jun Takeuchi, famoso per la serie Resident Evil. Lost Planet 2 verrà rilasciato il 18 maggio su PlayStation 3 e XBox 360.
45 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Mike197623 Aprile 2010, 15:49 #1
Riporto un estratto della recensione del gioco presente su un altro autorevole sito dedicato al mondo XBox

"...un titolo che spinge al massimo le capacità di Xbox 360 e che può essere senza dubbio annoverato tra quelli visivamente più belli di questa generazione di console..."

Come è possibile che un dato tutto sommato abbastanza oggettivo come la qualità grafica possa essere interpretato in modo quasi diamentralmente opposto?
Insomma, il comparto grafico eccelle o difetta? Ai posteri l'ardua sentenza...
bobby1023 Aprile 2010, 15:52 #2
mai giocato ad un Splinter Cell
DakmorNoland23 Aprile 2010, 15:55 #3
Io spero lo abbiano migliorato rispetto ai predecessori! Il primo l'ho giocato e finito e mi era sembrato un gioco mediocre per quando uscì ai tempi, alla fine gli altri non sono mai riuscito a finirli, c'era da addormentarsi dalla noia, sempre uguale e storia con intrighi internazionali assolutamente ridicoli!

Se mi capita proverò Double Agent, ma ho l'impressione che sia sempre la solita solfa, poi vediamo se questo Conviction è passabile...Speriamo!
johnp198323 Aprile 2010, 16:04 #4
Mmm... altra grande delusione mi sa, per via del solito porting da console, del vetusto Unreal Engine 2.5 e del frame ballerino (ma vedremo se sarà così anche su PC).

Per le novità nel gameplay bisognerà giocarlo per capire se saranno interessanti o no.
Grey 723 Aprile 2010, 16:11 #5
la videorecensione mi ha molto preso, pensavo che il gioco abbandonasse gli schemi stealth del passato invece sono stati mantenuti (e migliorati, sembra) aggiungendo solo delle sessioni di spara-spara ma che mi sembrano anch'esse ben fatte. Grafica da quel che si vede nel video sembra ok, spero anche in un doppiaggio eccelso. naturalmente spero che la 260 me lo regga
Armage23 Aprile 2010, 16:30 #6
la modalità spie contro mercenari era una delle idee più fighe degli ultimi anni in ambito videogiochi. L'avevano rovinata con l'ultimo capitolo double agent e sono molto dispiaciuto che ora abbiano abbandonato tutto... non posso che imputarlo al fatto che non si sono sentiti in grado di portare avanti un progetto nonostante tutto molto ambizioso.
floc23 Aprile 2010, 16:38 #7
"non si è perso nulla in riferimento alla profondità delle meccaniche stealth."

eh!?!?

l'ho provato... schifato mi son detto "andiamo avanti"... ora sono a meta', e continua ad essere un gioco x bimbiminkia, mi sono stufato

hanno ucciso splinter cell con questa schifezza, e' un gears of war fantapolitico con qualche angolo buio, davvero pessimo, anche graficamente, delusione per come sfruttino un brand storico
Nenco23 Aprile 2010, 16:45 #8
A me la grafica su xbox360 sembra su ottimi livelli (sono appena arrivato all'iraq)
ghiltanas23 Aprile 2010, 16:56 #9
ma quelle immagini da che piattaforma sono prese?
arunax23 Aprile 2010, 17:35 #10
Originariamente inviato da: DakmorNoland
Io spero lo abbiano migliorato rispetto ai predecessori! Il primo l'ho giocato e finito e mi era sembrato un gioco mediocre per quando uscì ai tempi, alla fine gli altri non sono mai riuscito a finirli, c'era da addormentarsi dalla noia, sempre uguale e storia con intrighi internazionali assolutamente ridicoli!

Se mi capita proverò Double Agent, ma ho l'impressione che sia sempre la solita solfa, poi vediamo se questo Conviction è passabile...Speriamo!


De gustibus... io ho adorato i quattro precedenti Splinter Cell proprio per la complessa (e necessariamente lenta) meccanica stealth... comunque credo con questo capitolo potresti trovarti meglio (vedi più sotto)!

non si è perso nulla in riferimento alla profondità delle meccaniche stealth.


Non sono minimamente d'accordo, le meccaniche stealth sono estremamente semplificate (e sminuite ) rispetto ai capitoli precedenti. Non c'è più il coltello, la pistola ha munizioni infinite (e si è quindi incoraggiati a usarla molto di più, non si può più fischiare per attirare i nemici in un punto, non si può più stordire un nemico (solo ucciderlo), mancano la visione termica e quella elettromagnetica... Purtroppo il gioco è diventato un action con elementi stealth, cosa che a qualcuno può piacere ma lascia decisamente scontenti altri. Se volevano cambiare lo stile, avrebbero dovuto davvero inserire elementi quali "nascondersi fra la folla" (in modo più realistico che in Assassin's Creed, magari), travestirsi, ecc... onestamente mi ha un po' deluso!

Per quanto riguarda la grafica... sarà che non ci bado molto ma onestamente non l'ho trovata affatto male.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^