Splinter Cell Conviction: come cambiano i giochi stealth

Splinter Cell Conviction: come cambiano i giochi stealth

Abbiamo provato la versione definitiva per XBox 360 di Splinter Cell Conviction. In questo articolo analizziamo la nuova struttura di gioco e diamo un giudizio sulla qualità del prodotto. Include il videoarticolo.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
XboxMicrosoft
 

Multiplayer

Splinter Cell Conviction punta in maniera decisa anche sul multiplayer, con una componente ampia e ben variegata che esalta le novità che abbiamo descritto per il single player. Diciamo, però, che manca la modalità Spies vs Mercenaries introdotta in Splinter Cell Chaos Theory e che vedeva schierati spie e soldati in due squadre contrapposte. Ubisoft Montreal ha spiegato questa mancanza ricorrendo alle novità del gameplay di questo quinto capitolo, che sono pensate soprattutto per i combattimenti contro l'intelligenza artificiale.

Ne beneficia la cooperazione, con una serie di modalità pensate proprio per favorire le strategie e gli attacchi combinati di due giocatori contro bersagli gestiti dall'IA. La modalità principale è Prologo, che sostanzialmente si configura come una campagna single player alternativa a quella di base, in cui due agenti, l'americano Archer e il russo Kestrel, devono ostacolare Third Echelon e la sua controparte russa, Voron, sabotando le testate a impulsi elettromagnetici che le due agenzie stanno affinando.

Archer e Kestrel agiscono in territorio russo e devono collaborare per sventare i piani delle due agenzie. Questa modalità ha una sua trama indipendente dalla campagna di base ed è composta da quattro mappe, a loro volta divise in capitoli. I giocatori non possono saltare le sequenze di intermezzo, ma possono affrontare le missioni nell'ordine che vogliono, alterando quindi lo svolgimento degli avvenimenti. Inoltre, in questa modalità si possono usare le armi e i potenziamenti sbloccati nel single player (e viceversa): le progressioni delle modalità single player e multiplayer sono, infatti, congiunte.

Come collaborare nella modalità Prologo? Innanzitutto si possono condividere i marcatori: il giocatore conosce i bersagli marcati dall'altro giocatore e può aiutarlo a eliminarli. Inoltre, se entrambi colpiscono nello stesso momento guadagnano un marcamento in più, e possono usare quindi questa modalità in maniera più intensiva.

Le due spie possono morire sul campo di battaglia, ma in questo caso hanno una seconda opportunità. Possono rialzarsi, infatti, quando vogliono e continuare a sparare. Se non si rialzano vengono notificati come morti dall'intelligenza artificiale, e se si rialzano possono sparare ma rimangono fermi nella posizione in cui sono morti fino al momento in cui ricevono le cure dal compagno. Questi, quindi, può curare l'altro agente ferito e ripristinare totalmente la sua salute.

Le guardie possono agganciare uno dei due agenti e in questi casi l'altro agente deve aiutarlo a divincolarsi. In altri momenti occorre agire contemporaneamente per sbloccare un ostacolo o per piazzare delle cariche esplosive per far saltare un muro. Inoltre, si possono usare nelle proprie strategie le altre novità di Conviction, come l'Ultima Posizione Nota o la nuova gestione degli spazi bui e degli spazi illuminati. Prologo si rivela decisamente interessante, soprattutto per chi ama questo tipo di impostazione che favorisce la collaborazione. L'unico rammarico è la presenza di sole quattro mappe, che comporta una certa ripetitività di ambientazioni e situazioni nel lungo periodo.

Prologo non è l'unica modalità multiplayer, c'è anche Operazioni speciali, giocabile in co-op con un amico ma anche in single player per allenamento. Qui non c'è storia e le missioni sono indipendenti. Si impersonano sempre Archer e Kestrel. Questa modalità di gioco presenta quattro tipi di missioni in sei scenari diversi. In Cacciatore bisogna eliminare i nemici che entrano nel livello di gioco a ondate. È una modalità molto adranalinica, in cui bisogna agire velocemente: c'è più azione che stealth.

In Infiltrazione, invece, bisogna agire in maniera accorta ed eliminare i nemici sfruttando le funzioni del gameplay di Conviction. In Ultimo uomo bisogna difendere una testata a impulsi elettromagnetici dagli attacchi dei nemici gestiti dall'IA. Infine, Scontro finale è l'unica modalità realmente competitiva, che ha come obiettivo l'uccisione dell'altro giocatore. Ucciderlo consente di guadagnare 5 punti, mentre l'uccisione di una guardia gestita dall'ingelligenza artificiale dà 1 punto. La morte provoca la perdita di 3 punti.

Prima dell'accesso alla partita vera e propria, il giocatore sceglie la modalità a cui desidera giocare e le opzioni della partita, oltre che configuare le armi da portare sul campo di battaglia e scegliere se giocare con la skin di Archer, con quella di Kestrel o con altre generiche. Una volta completate queste configurazioni si lancia il matchmaking e il sistema automaticamente trova il compagno più adatto per svolgere la missione scelta. L'operazione richiede pochi secondi. È comunque possibile creare delle partite private in modo da consentire l'accesso solo a un amico. Si può giocare in due anche sulla stessa console in modalità schermo condiviso oppure in LAN, ma è sempre richiesto l'accesso a XBox Live, collegando due XBox 360 in System link.

 
^