Command&Conquer 4: l'ultima battaglia tra GDI e Nod

Command&Conquer 4: l'ultima battaglia tra GDI e Nod

Le caratteristiche del nuovo capitolo di Comamnd & Conquer, che introduce diverse novità alla struttura di gioco classica. Abbiamo provato la versione beta, della quale proponiamo alcune immagini con il videoarticolo.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Tecnologia e conclusioni

Le migliorie al motore grafico sono ampiamente evidenti, tanto che l'aspetto visivo di Command & Conquer 4 è sensibilmente differente rispetto a quello dell'ultimo gioco con Sage, ovvero Red Alert 3. La grafica è rifinita e le animazioni più realistiche e più fluide, spettacolari quando su schermo appaiono enormi e pachidermiche creature meccaniche. EA Los Angeles ha migliorato anche il motore fisico, che adesso agisce su un numero più elevato di oggetti e in maniera più radicale, coinvolgendo un numero di parti maggiore.

Il gioco è basato sul motore grafico Rna, che è una versione modificata e ampiamente migliorata di Sage, la piattaforma tecnologica che è stata alla base di tutti i giochi di EA Los Angeles da Command & Conquer: Generals in poi (inclusi i due Il Signore degli Anelli: La Battaglia per la Terra di Mezzo).

Sempre in relazione alla grafica, ciò su cui si può esprimere una perplessità è la visuale di gioco, troppo piccola e limitante nelle tattiche. Vedere una porzione più ampia della mappa di gioco e conseguentemente più unità, avrebbe consentito di impiegare sul campo di battaglia un numero maggiore di tattiche. L'intefaccia, inoltre, è sì funzionale come abbiamo detto in un'altra parte dell'articolo, ma occupa una porzione di schermata troppo ampia e contribuisce ulteriormente a limitare la visuale di gioco.

Molto interessante è il supporto musicale, anche nel multiplayer. La musica cambia di intensità a seconda della situazione della partita: ad esempio, subentrerà un nuovo motivo, più concitato del precedente, nel momento dell'esposizione di una delle basi.

Abbiamo già detto che sarà necessario essere costantemente collegati a internet per giocare la modalità single player di Command & Conquer 4. Altro limite che non sarà gradito dai puristi del genere degli strategici è l'assenza del supporto ai server dedicati e al gioco via LAN. I server dedicati non sono certo una costante per gli strategici, giochi per i quali tradizionalmente, nel caso delle partite multiplayer, ci si collega a un host, che è un altro dei giocatori coinvolti nella partita.

"Sia per il single player che per il multiplayer che per le partite skirmish le informazioni sono conservate in un server. Nel momento in cui si cambia PC per giocare Command & Conquer 4 sarà, quindi, possibile ritrovare queste informazioni. Questo ha reso impossibile il supporto ai server dedicati". L'assenza del gioco via LAN, invece, non è stata spiegata dallo sviluppatore EA LA.

Veniamo alla parte delle conclusioni. Command & Conquer 4 Tiberian Twilight si rivela certamente divertente, perché frenetico come da tradizione della serie, e finalmente innovativo. L'idea della guerra sempre in movimento resa possibile dalla presenza della base mobile, l'abbattimento quasi totale dei tempi morti, la suddivisione in classi e la possibilità di poter così diversificare le tattiche, e il nuovo sistema di progressione dell'esperienza sono tutti elementi che conferiscono sostanza al nuovo CnC dal punto di vista dell'innovazione.

Rimane, comunque, il fatto che la serie non ha più il fascino che aveva in passato e che molto spesso le partite si risolvono con l'ammassare più unità possibile piuttosto che con la ponderazione tattica in funzione delle unità schierate dal nemico, della mappa e dell'andamento della partita. Un altro appunto può essere fatto sulla ristretta visuale di gioco, determinata dall'incapacità per il motore grafico di gestire un numero di unità maggiore di quello che riesce a gestire.

Gli altri spunti di interesse riguardano, infine, la campagna single player. Chi segue la serie da tempo sicuramente vorrà conoscere l'esito delle vicende con l'ultima storica battaglia tra GDI e Nod. La storia è raccontata in maniera accattivante con le solite sequenze campionate dalla realtà con attori in carne e ossa, che adesso vengono proposte anche durante il gameplay vero e proprio. Anche nel single player ci sono la progressione dell'esperienza, le basi mobili, le classi, le nuove unità, le altre migliorie della componente multiplayer, oltre che la possibilità di affrontare la campagna in co-operazione con un amico.

Command & Conquer Tiberian Twilight sarà disponibile dal 19 marzo solo nel formato PC.

  • Articoli Correlati
  • Giocare un film: arriva Heavy Rain su PS3 Giocare un film: arriva Heavy Rain su PS3 Dagli autori di Omikron: The Nomad Soul e di Fahreneit arriva un progetto innovativo che modifica nuovamente il concetto di videogioco. Abbiamo intervistato David Cage, direttore del progetto.
  • Hands on Final Fantasy XIII e intervista al direttore del gioco Hands on Final Fantasy XIII e intervista al direttore del gioco Prime impressioni su Final Fantasy XIII, del quale abbiamo provato la versione definitiva in italiano. Nell'articolo descriviamo le caratteristiche di gioco. Abbiamo intervistato Motomu Toriyama, direttore di Final Fantasy XIII, e Yoshinori Kitase, produttore.
  • I tre giochi in uno di Aliens vs Predator I tre giochi in uno di Aliens vs Predator Con i marine tensione e armi, con l'Alien rapidità e furtività e con il Predator potenza e tecnologia. Abbiamo provato il multiplayer di Aliens vs Predator su XBox 360 alla presentazione in Italia del gioco e il single player della versione preview su PC. L'articolo include l'intervista a Tim Jones, direttore della divisione Art and Design di Rebellion.
49 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
al13526 Febbraio 2010, 17:21 #1
lo aspetto con ansia, ovviamente per il singleplayer. il multi, pietoso per questa serie, potevano anche non farlo
xnavigator26 Febbraio 2010, 17:27 #2
dopo i bug di red alert 3 quasi sicurametne non lo comprerò questo
axias4126 Febbraio 2010, 17:42 #3
Senza gioco Lan ha decisamente meno appeal
fpg_8726 Febbraio 2010, 17:54 #4
quoto al... il multi non ha ragione di esistere così com'è... ma tutta la struttura del gioco fatta a Goal, e senza la necessità di raccogliere il Tiberium non mi piace... Ho tutti i C&C, li ho finiti tutti, e questo non lo sopporto proprio...
E poi il mancato supporto alla Lan interna, e la necessità di essere connessi ad Internet, preclude nn poco la giocabilità...
anac26 Febbraio 2010, 17:55 #5
sapete il nome degli attori/attrici per le parti video ?
JoJo26 Febbraio 2010, 18:29 #6
E' l'anno d'uscita di SC2 e, francamente, se lo potevano risparmiare. La Blizzard batte EA 5 a 0 considerando anche che l'AI di RA ha sempre fatto pena. Il primo fu bello bello, ma erano i tempi della Westwood e uscì sulla scia del fantastico e sempre stupendo DUNE II.
mirkonorroz26 Febbraio 2010, 18:39 #7
La base mobile era una caratteristica anche di Maelstrom, se non erro.
Io ho solo il 3 e l'ira di kane, ma non ho mai capito come mai due fazioni si fanno la guerra per una risorsa (in crescita) che alla fine e' espansa per tutto il pianeta e che quindi ve ne e' in abbondanza per tutti (?)
Comunque il terzo mi basta e avanza, rigorosamente offline.
realista26 Febbraio 2010, 18:39 #8
ragazzi sono l'unico stupidello ancora a preferire command e conquer tiberian sun?

mi sendo un po OLD... ma quelal grafica bidimensionale mi da piu sicurezza.. e la torvo piu facile. non ho mai provato queste versioni 3d. sono rimasto alla versione 99.... ma vedendo i video le trovo MOLTo incasinate... si il 3d tutto bello bla bla... ma certi giochi per me sono da giocare in 2d..... nel 3d ci son otante cose che distolgono lo sguardo.... è tutto piu difficile da gestire/manovrare. ma queste sono solo mie sensazioni
Saeval26 Febbraio 2010, 19:39 #9
Ho provato la beta, ma è qualcosa di veramente scandaloso... Praticamente non è C&C, è il festival dello spam: si dispatcha il Crawler, lo si pianta da qualche parte e poi si fanno unità a palla: non ci sono risorse, non ci sono strutture, c'è solo il limite di unità. E se qualcuno ti distrugge il crawler, non c'è nessun problema, ne puoi rifare un altro. La grafica non mi piace per nulla, dato che è molto simile a quella "cartoonesca" di RA3. Come se non bastasse, non ci saranno i server dedicati nè la co-op in LAN. Bah, il 3 è sicuramente 20 spanne sopra.
L'unica cosa veramente bella è la musica del menù, anche se con C&C ha poco a che fare è molto bella.
Compulsion26 Febbraio 2010, 20:37 #10
ma perchè hanno fatto uno schifo simile???? io gioco quasi solo a c&c 3(immortale) e pensavo che il 4 potesse dare nuova linfa al predecessore, invece... bah

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^