Videogiochi: cosa aspettarsi dal 2010 - parte 2

Videogiochi: cosa aspettarsi dal 2010 - parte 2

Continuiamo il nostro percorso fra i titoli più attesi del 2010 con questa seconda e ultima parte. Analizziamo, tra gli altri, Epic Mickey, Metro 2033, Splinter Cell Conviction, Gran Turismo 5 e Red Dead Redemption.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Epic
 

Supreme Commander 2 (PC)

Con questo seguito si migliorano gli elementi portanti della struttura di gioco di Supreme Commander, si migliora il motore grafico e si affina il sistema di controllo della versione XBox 360. La versione definitiva di Supreme Commander 2 arriverà il 2 marzo nella versione PC e il 16 marzo in quella XBox 360.

Graficamente il gioco appare superiore al predecessore. La tecnologia impiegata è un'evoluzione di quella alla base di Demigod, l'ultimo strategico di Gas Powered Games, e questo si nota anche dal gameplay. Adesso le mappe sono più piccole e portano a prendere attente valutazioni strategiche anche per i semplici spostamenti. Spesso è necessario, infatti, passare in luoghi angusti che possono essere difesi con facilità dal nemico. La conformazione delle mappe è nuovamente determinante, un po' come lo era in Total Annihilation.

Il sistema di upgrade delle unità è dinamico, nel senso che non occorrerà di volta in volta ricostruire le unità, ma sarà possibile migliorare quelle già a disposizione. Gli upgrade riguardano cinque campi: terrestre, aereo, comando, navale, strutture. I giocatori in difficoltà, inoltre, potranno portare sul campo di battaglia anche le unità ancora in fase di allenamento. Sarà, quindi, possibile utilizzare un membro di fanteria il cui allenamento è, ad esempio, ancora al 50%; questa unità, però, renderà al 50% delle proprie potenzialità.

Ci sono delle nuove funzionalità anche per i comandanti. Quando sono in difficoltà, infatti, possono lasciare il mezzo che stanno guidando prima che esploda e tornare alla base per ricostruirlo. Gas Powered Games ha aggiunto anche nuove unità, tra cui diversi mezzi di grandi dimensioni. Nella fase iniziale del gioco, tuttavia, si avranno a disposizione solo le versioni "mini" di questi mezzi, e poi con l'evoluzione sarà possibile accedere alle unità complete.

Per il resto, Supreme Commander 2 è basato sugli elementi che hanno decretato la fortuna del predecessore. Il giocatore può seguire l'intera partita in una versione rimpicciolita della mappa, per poi zoomare sulle zone che gli interessano a seconda delle situazioni. La fase di raccolta delle risorse è contemplata, costituendo un parametro fondamentale per la costruzione di una potente e numerosa armata. La costruzione principale resta comunque il "supreme commander", ovvero un enorme robot che serve da centro di comando mobile.

Quanto alla versione XBox 360, questa è quasi del tutto speculare a quella PC. Gas Powered Games si sta concentrando per adattare il sistema di controllo alle caratteristiche del controller della console. Il sistema, infatti, è adesso più intuitivo e consente di selezionare le unità vicino al cursore in maniera automatica, senza che sia necessario spostarsi su di esse con precisione. In multiplayer sarà possibile giocare su XBox 360 fino in quattro contemporaneamente, mentre su PC questo limite sale a otto giocatori. Il motore grafico garantisce 60 frame per secondo in entrambe le versioni.

 
^