Videogiochi: cosa aspettarsi dal 2010 - parte 1

Videogiochi: cosa aspettarsi dal 2010 - parte 1

I titoli più importanti, in fatto di gameplay e di tecnologia, dell'anno che sta per entrare. Le caratteristiche, i dettagli tecnici e le aspettative sui 22 videogiochi più promettenti tra quelli che saranno rilasciati nel 2009. Si parla, tra gli altri, di God of War III, Mass Effect 2, Star Wars The Old Republic e Alan Wake.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Star Wars
 

Mass Effect 2 (PC, 360)

Ormai è in dirittura d'arrivo visto che uscirà in Europa il 29 gennaio, nei formati PC e XBox 360. Non paga del successo ottenuto con Dragon Age Origins, BioWare sforna il seguito del gioco di ruolo d'azione che era stato pubblicato nel novembre del 2007. Mass Effect 2 ripropone i capisaldi del gameplay del predecessore, accostandosi ancora di più all'approccio action.

Mass Effect 2 è una sorta di sparatutto in terza persona con componente tattica, visto che si deve gestire una squadra d'assalto, e con preponderanti elementi da gioco di ruolo. Quanto alle innovazioni principali, BioWare parla di rivisitazione del sistema di gestione dell'intelligenza artificiale. I combattimenti sono adesso più realistici e i soldati gestiti dall'IA sfruttano meglio gli scenari e le protezioni. Inoltre, quando vengono colpiti continuano a combattere da terra.

Cambia anche il sistema di gestione delle energie vitali, e questo cambiamento conferma ancora una volta l'approccio più action oriented. Mentre nel primo capitolo bisognava usare i medikit per ripristinare le energie, come da tradizione per i giochi di ruolo, in questo Mass Effect 2 le energie vitali ritorneranno ai loro valori una volta che l'alter ego digitale non è più sottoposto al fuoco nemico. In pratica, si tratta dello stesso sistema dei Call of Duty. Nel primo capitolo, inoltre, le armi si surriscaldavano e questo impediva di usarle per qualche attimo: adesso, invece, si raccolgono i proiettili come in un normale sparatutto in prima persona. Non ci sono cartuccere differenti per ogni arma, ma "heat sinks" compatibili con tutte le armi presenti nel gioco.

Nel primo Mass Effect c'erano 4 tipi di armi diverse, mentre adesso ci sono 90 armi diverse. Non ci saranno più le granate, ma armi pesanti come lanciarazzi. I personaggi possono usare qualsiasi tipo di arma compatibile con la classe alla quale appartengono, mentre nel predecessore occorreva allenare le abilità legate all'uso delle armi. Non ci sono più restrizioni legate alla classe per quanto riguarda l'equipaggiamento.

Le vicende di Mass Effect 2 sono contestualizzate circa due anni dopo la conclusione del primo capitolo. L'invasione dei Reaper è stata arrestata e Saren sconfitto. Tuttavia, c'è una nuova minaccia all'orizzonte, visto che si sono persi i contatti con le colonie umane. Il comandante Shepard è chiamato a investigare sull'accaduto ed è stavolta coadiuvato da un'oscura organizzazione chiamata Cerberus. Sheperd deve esplorare la galassia per trovare 12 operativi che possano aiutarlo nella sua missione. BioWare ha suggerito ai giocatori di conservare i save-game di Mass Effect, poichè le decisioni prese nel primo capitolo della serie influenzeranno il personaggio anche nel seguito.

Recentemente lo sviluppatore canadese ha spiegato come il gioco fatto nei precedenti capitoli di Mass Effect incide sui successivi. Ad esempio se il precedente Mass Effect è stato completato ci sono dei perk esclusivi che aiutano nel successivo. Inoltre, se lo si è completato al livello 35 ci saranno perk mediamente efficaci, se invece lo si è completato al livello 50 i perk saranno decisamente efficaci.

I bonus che si possono ottenere riguardano la dotazione di denaro, piuttosto che risorse sulla ricerca addizionali. Si possono ottenere anche perk come Paragon o Renegade, che consentono di avere più opzioni nei dialoghi. Inoltre, BioWare ha rivelato la funzione New Game +, che consente di importare dal precedente Mass Effect il personaggio principale. Per abilitarla bisogna giocare con lo stesso profilo XBox Live con cui è stato giocato il precedente gioco della serie e avere i salvataggi sul disco rigido (e non sull'unità di memoria). Infine, BioWare ricorda che il modo di giocare Mass Effect 2 avrà effetti su Mass Effect 3, l'ultimo capitolo della serie rivelato ufficiosamente.

Evidenti miglioramenti ci sono anche sul piano della grafica, ancora una volta basata su Unreal Engine 3. Se il comandante Shepard nel primo capitolo aveva 20 animazioni per le coperture, in Mass Effect 2 ne avrà oltre 200 per questa singola parte del gioco. Gli ambienti di gioco saranno più variegati e più grandi, in modo che la fase di esplorazione sia più divertente e appagante di quella, alquanto deludente, del primo capitolo. A tal proposito, il veicolo Mako, con cui si esploravano i pianeti, sarà rimpiazzato da un nuovo mezzo più adeguato alle nuove caratteristiche di gioco. Migliorate anche le inquadrature durante i dialoghi, che adesso saranno maggiormente dinamici. Il comandante Shepard, inoltre, può adesso interrompere i suoi interlocutori in modo da procurare degli effetti sulla discussione.

 
^