Miles Jacobson, la mente dietro Football Manager

Miles Jacobson, la mente dietro Football Manager

Hardware Upgrade intervista Miles Jacobson, la leggenda del mondo dei manageriali che sta dietro l'originale Championship Manager, aka Scudetto, e che adesso cura Football Manager. Ne approfittiamo per elencare le novità dell'edizione 2010 e per formulare un parere sul gioco.

di Stefano Carnevali, Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Introduzione

In occasione della presentazione italiana alla stampa di Football Manager 2010, svoltasi allo Stadio San Siro di Milano, abbiamo avuto modo di intervistare Miles Jacobson, vera e propria leggenda del mondo dei videogiochi e principale artefice della serie prima conosciuta come Championship Manager, ovvero Scudetto, e poi diventata Football Manager.

Miles Jacobson è il direttore dello studio Sports Interactive, lo studio di sviluppo responsabile della serie Football Manager. Fondata nel 1994 da Oliver e Paul Collyer, che un paio di anni prima avevano rilasciato il primo gioco sviluppato nella loro camera in una fattoria nello Shropshire, lo studio Sports Interactive ha curato lo sviluppo di svariati giochi. I primi titoli sono usciti sotto il brand di Championship Manager, brand attualmente di proprietà del publisher britannico Eidos.

Nel 2003 Sports Interactive e Eidos si divisero. Eidos ha continuato ad utilizzare il brand Championship Manager affidando lo sviluppo dei titoli relativi ad un nuovo studio di sviluppo, ovvero Beautiful Game Studios, mentre SI ha tenuto il codice del gioco ed il celebre database (vero cuore pulsante della serie) che viene continuamente aggiornato da più di un migliaio di persone e che contiene informazioni relative ad oltre 5 mila squadre di diversi Paesi e 330 mila persone tra giocatori e staff. SI decide di firmare un accordo con Sega per 5 anni, acquistando il brand Football Manager e rilasciando il primo episodio, uscito sotto il nuovo nome, nel 2004. Questo balza subito in vetta a tutte le charts PC guadagnandosi una posizione nella top 10 dei titoli PC più rapidamente venduti di tutti i tempi, una top 10 che, ad oggi, include 7 "creature" di SI.

Nel 2006, Sega fa un'offerta di 30 milioni di sterline a SI per acquisire lo studio e, poco dopo, SI accetta, diventando parte del celebre publisher, ma conservando totale autonomia per quel che concerne lo sviluppo dei propri prodotti.

Prima di entrare nell'Industry dei videogiochi Miles ha una promettente carriera nell'Industry musicale essendo coinvolto in numerosi progetti con gruppi del calibro di Blur, Dubstar, Feeder, Fat Boy Slim, Shampoo e Bluetones. Dopo una breve parentesi come cantante, finita con la pubertà, che comunque include sue esibizioni alla Royal Opera House e al Royal Albert Hall, la carriera musicale di Miles inizia davvero quando l'editor di NME Steve Lamacq, lo presenta una sera ad Andy Ross, famoso co-proprietario della Food Records. Poche settimane dopo, nel 1989, comincia a lavorare per una nota etichetta nel reparto A&R. Sei anni dopo si sposta alla Polygram/Island Music (che poi sarebbe diventata parte della Universal), dove ha lavorato per i 5 anni seguenti sempre in A&R, iniziando inoltre a mettere insieme colonne sonore per i videogames utilizzando il vasto catalogo messo a disposizione da Polygram/Island/Universal music. Dopo questa esperienza Miles si mise in società con Norman Cook (Fat Boy Slim) ed il suo manager Garry Blackburn iniziando la carriera di consulente musicale per videogiochi, lavorando in totale su oltre 30 video giochi inclusa la serie Gran Turismo.

Il coinvolgimento di Miles con Sports Interactive inizia quando viene invitato a diventare un tester nel suo tempo libero dai vari contatti operanti nel settore dei videogiochi. Rafforza il suo apporto, poi, diventando ricercatore e responsabile degli aggiornamenti del database del gioco per Gran Bretagna ed Irlanda. Il tempo passa e Miles è sempre più assorbito da questa collaborazione, diventando consulente di business nel 1997 e successivamente nel 2001 arriva a ricoprire il ruolo di Managing Director, dopo il trasferimento di Paul Collyer in Svezia e con Oliver Collyer che si prende un po' di tempo per sé e comincia a girare il mondo. A parte tutto questo, continua sino al 2003 la sua carriera nella musica.

Da quando inizia ad essere coinvolto a livello professionale con SI, Miles rafforza costantemente la struttura portando lo Studio all'incredibile traguardo di oltre 10 milioni di copie vendute, 3 titoli nella top 5 dei titoli PC più rapidamente venduti di tutti i tempi, più di 100 settimane in vetta alle classifiche di vendita PC, gestendo un magazine di successo dedicato ai propri giochi e seguendo le PR ed il marketing dei giochi della compagnia per garantire che le elevate aspettative sui loro titoli siano sempre pienamente soddisfatte e addirittura superate.

Il 2008 vede il lancio di Football Manager Live, un nuovo titolo della serie che può essere definito un mix tra un gioco di calcio online, un social network e una simulazione calcistica manageriale, il tutto condito dalla tipica esperienza MMOG (massively multiplayer online game). Lo stesso anno rappresenta inoltre il quinto anno della serie di Football Manager e la nuova release del "fratello più piccolo" del brando FM, Football Manager Handheld per Sony PSP.

SI al momento conta 48 membri full time e oltre 1000 collaboratori esterni, tester e traduttori in tutto il mondo (il gioco è localizzato in 17 idiomi differenti) e un sito web (che conta 400.000 utenti unici al mese).

 
^