Battlefield Bad Company 2: la distruzione ha inizio in beta

Battlefield Bad Company 2: la distruzione ha inizio in beta

Abbiamo provato la versione beta del nuovo Battlefield, disponibile da ieri sul PlayStation Network. Diamo qualche prima impressione sul gioco, finora mostrato rigorosamente solo in multiplayer, e mostriamo le nuove caratteristiche con il videoarticolo.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
PlaystationBattlefieldSony
 

Introduzione

Eletronic Arts e DICE hanno lanciato sul PlayStation Network, quindi in esclusiva per PlayStation 3, un beta test multiplayer chiuso di Battlefield Bad Company 2. C'è solo la mappa Arica Harbor nella modalità Rush. È una lunga striscia di deserto africano con un porto che presenta colori alquanto slavati e monotoni e che si caratterizza per il sapiente equilibrio tra veicoli e fanteria.

Nelle prossime pagine analizzeremo questa versione del gioco ed elencheremo le caratteristiche sin qui note della componente multiplayer di Bad Company 2. Se DICE ha finora fornito diversi dettagli sul multiplayer, non ha fatto trapelare assolutamente nulla sulla campagna single player. Il primo Bad Company aveva un impianto ironico all'interno del quale i soldati appartenenti a una squadra d'assalto condivano le loro imprese militari con battute sarcastiche e sdrammatizzanti.

A giudicare dal design delle location finora rivelate, dalla necessità di avere contenuti emozionali che è ormai una costante nelle ultime grandi produzioni, dalla stessa copertina del gioco, ci pare che l'impostazione ironica sia stata accantonata, perlomeno in parte, per un prodotto più maturo che analizzi meglio la drammaticità della guerra. Ma per altre considerazioni sul single player bisogna aspettare.

Lo sfondo della trama del primo capitolo riguardava una guerra fittizia tra Federazione Russa e Stati Uniti. La squadra di cui fa parte il giocatore, meglio conosciuta come Bad Company, appartiene alla "Compagnia B" del 222° battaglione dell'esercito americano. È composta dal soldato Preston Marlowe, protagonista del gioco; dal soldato Terrence Sweetwater, un uomo intelligente e molto loquace; dal soldato George Gordon Haggard Junior, o più semplicemente Haggard, figura comica della squadra; e dal Sergente Samuel D. Redford, l'unico volontario della Bad Company, prossimo al congedo. Sul carisma dei quattro poggia la struttura portante della narrazione.

Il compito dei quattro è di attaccare gli accampamenti nemici prima dell'arrivo dell'esercito regolare, in modo da indebolirli e favorire l'irruzione dell'esercito. Durante le loro scorribande i quattro scoprono che le milizie nemiche sono composte da mercenari che ricevono i loro compensi in lingotti d'oro. Nessuno è indifferente al fascino del prezioso metallo così quando la Bad Company viene rinnegata dai superiori, in imbarazzo per il lavoro svolto dal team, Marlow e gli altri si trasformano in disertori e decidono di garantirsi una pensione anticipata iniziando una spietata caccia all’oro dei mercenari.

Lo sviluppatore DICE, acronimo di Digital Illusions Creative Entertainment, ha sede in Svezia, a Stoccolma. La società è stata fondata nel 1988 e inizialmente si occupava di giochi di flipper per Amiga. Suoi sono Pinball Dream e Pinball Fantasies. Il primo gioco di grosse dimensioni della software house svedese è Benefactor, rilasciato nel 1994 con la distribuzione di Psygnosis. Si tratta di un platformer in cui è necessario evitare il contatto con i nemici per non perdere energie vitali. Ci sono diverse leve da azionare e porte da aprire e spesso, per raggiungerle, è necessario farsi aiutare dai Merry Men, piccole creature che si muovono sulla mappa secondo pattern prefissati.

La celebrità per DICE, ovviamente, arriva con Battlefield 1942, il primo gioco della poi fortunatissima serie di sparatutto in prima persona multiplayer. Il gioco viene rilasciato nel 2002 e sarà seguito da Battlefield Vietnam (2004), Battlefield 2 (2005) e Battlefield 2142 (2006). Si tratta di prodotti multiplayer che si basano su ampie mappe dove i veicoli giocano un ruolo fondamentale. I primi sono ambientati nella seconda guerra mondiale e nella guerra di Vietnam, mentre da Battlefield 2 si è passati all'ambientazione moderna. Nell'ottobre del 2006, DICE è stata interamente acquisita da Electronic Arts per 24 milioni di dollari.

Battlefield Bad Company segna l'approdo su console della serie e l'introduzione della campagna single player, basata sul carisma dei personaggi e su eventi di grandi dimensioni che segnano la storia. Questo gioco non c'è nel formato PC, ma solo in quelli PlayStation 3 e XBox 360. Con Bad Company 2, invece, la serie torna su PC, anticipando, come vedremo, alcune delle caratterisiche che i fan si aspettano da Battlefield 3.

Di Battlefield 3 se ne parla già dal 2007, quando si fece riferimento all'impiego della tecnologia Frostbite, alla presenza di 80 giocatori su singola partita, all'aggiunta dei battaglioni e a caratteristiche di gestione dei personaggi simili a quelle dei MMOG. Ne abbiamo parlato qui. Il gioco è stato confermato ufficiosamente da Electronic Arts.

DICE acquista un suo ruolo anche all'interno del panorama delle soluzioni tecnologiche. Frostbite è, infatti, una tecnologia avveniristica che è stata evoluta nel corso degli anni e che nell'ultima versione, quella che vedremo in Bad Company 2, supporterà le DirectX 11. Comprende anche un avanzato sistema di gestione della fisica in tempo reale, con il calcolo della distruzione degli oggetti centimetro per centimetro. Ne parleremo diffusamente nella parte dell'articolo rivolta alla tecnologia.

Abbiamo prodotto un videoarticolo che mostra le caratteristiche principali del gameplay che sono emerse dalla versione beta del gioco. Le immagini provengono da PlayStation 3.

[HWUVIDEO="522"]Battlefield Bad Company 2: videoarticolo[/HWUVIDEO]
 
^