Modern Warfare 2: guerra in prima persona

Modern Warfare 2: guerra in prima persona

Finalmente Call of Duty Modern Warfare 2 è nei negozi. Infinity Ward realizza una campagna single player molto breve, ma allo stato dell'arte. Il multiplayer è più controverso per via dell'esclusione dei server dedicati, ma come al solito si rivela divertente e coinvolgente.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Call of Duty
 

Ricompense e Operazioni Speciali

Quanto abbiamo detto nella pagina precedente rende molto complicata la vita ai giocatori alle prime armi. Inizialmente non si fa altro che morire, soprattutto se non si dispone di una classe equilibrata e del sufficiente livello di esperienza. Per sopperire a questo disequilibrio, Infinity Ward ha pensato di introdurre delle ricompense per le serie di morti. Ad esempio sarà possibile ottenere un bonus supplementare di vite o la possibilità di copiare la classe di chi uccide. Inoltre, con l'aumentare nel livello di esperienza si hanno ricompense sempre più efficienti. Ad esempio al livello 27 si ottiene la possibilità di sganciare una granata quando si muore, mentre al livello 39 si spara a caso una volta che si è sul punto di morte.

Le ricompense per la serie di uccisioni fatte, invece, c'erano anche nel precedente Modern Warfare, oltre che in World at War. La novità in Modern Warfare 2 consiste nel fatto che si possono personalizzare le ricompense, impostandone tre per ogni classe di soldato. Anche in questo caso si sbloccano le ricompense con l'accumulo di esperienza. Dopo tre uccisioni, ad esempio, si può realizzare l'attacco aereo con l'UAV. Dopo 4 si possono richiamare approvvigionamenti (armi e munizioni supplementari) o il contrattacco UAV.

Con 5 si ottiene la torretta robot (funziona come nel single player) o il missile Predator (una delle armi più accattivanti di Modern Warfare 2). Con 6 abbiamo il raid direzionale, con 7 il raid harrier o l'elicottero. Con 9 si sblocca il bombardiere stealth, che non può essere visto dagli avversari, o l'elicottero Pave Low. Con 11 uccisioni si può salire a bordo del bombardiere AC 130 e sganciare le bombe sugli altri giocatori (cosa che succedeva già nel single player del primo Modern Warfare). Dopo 15 uccisioni si può usare l'impulso elettromagnetico per bloccare i congegni elettrici di tutti i giocatori presenti sul campo di battaglia, oltre che gli altri dispositivi elettrici come le torrette. Infine, con 25 uccisioni si sgancia la carica nucleare che provoca un'esplosione di grandi dimensioni che comporta la morte di tutti i giocatori.

La novità principale del multiplayer di Modern Warfare 2 è Operazioni Speciali. È una modalità di gioco pensata per favorire la cooperazione in cui uno o due giocatori devono uccidere un dato numero di minacce gestite dall'intelligenza artificiale. Si può giocare insieme a un amico tramite LAN, internet e addirittura sulla stessa console attraverso schermo condiviso. Anche in questa modalità vale il principio della progressione, visto che ci sono vari livelli con difficoltà diverse e con tipi di missioni diversi.

Al livello Alpha si possono usare Predator e fucili, e spesso bisogna procedere in maniera furtiva. In Bravo si possono usare i bombardieri AC-130 e le mitragliatrici Vulcan. Inoltre, per la prima volta in un gioco della serie si può usare un veicolo in multiplayer, ovvero la motoslitta. In Charlie ci sono prove a tempo e viene richiesto di praticare irruzioni con esplosivi, mentre i nemici indossano tute mimetiche che li rendono praticamente invisibili. A livello Delta ci sono bufere, e conseguente calo della visibilità, aeroporti e ponti da attaccare. Infine, in Echo si combatte su una piattaforma petrolifera e in una favela piena di Juggernaut.

Operazioni Speciali è una modalità divertente, perché consente di giocare velocemente con un amico. La si completa in poco tempo e si possono impiegare tattiche più o meno raffinate. Non è una novità assoluta, visto che era presente ad esempio nei giochi della serie Rainbow Six Vegas, ma è comunque gratificante per via delle esclusive modalità di gioco di Call of Duty, oltre che per la solita frenesia. Rimane, comunque, una modalità di corredo, mentre il multiplayer più profondo rimane quello che abbiamo descritto fino a ora.

Infine, un'altra novità nella modalità multiplayer riguarda l'introduzione di nuove telecamere. Nella visuale della morte è possibile seguire gli ultimi momenti della partita dalle telecamere agganciate sulle granate piuttosto che sulle ali degli aerei o sulle bombe che sganciano. Inoltre, il gioco sottolinea con il rallentamento in bullet time i momenti catartici e le uccisioni della partita.

 
^