Uncharted 2: emozioni, avventura e tecnologia

Uncharted 2: emozioni, avventura e tecnologia

Uncharted 2: Il Covo dei Ladri racconta una nuova storia intrisa di avventure con personaggi dotati di rinnovato spessore psicologico e propone un motore grafico all'avanguardia capace di sfruttare pienamente l'hardware di PlayStation 3.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
PlaystationSony
 

Intervista

In occasione della presentazione italiana di Uncharted 2: Il Covo dei Ladri abbiamo avuto la possibilità di intervistare Justin Richmond, lead designer della divisione multiplayer di Naughty Dog. Ecco il resoconto dell'intervista.

Hardware Upgrade: Quali sono le principali migliorie di Uncharted 2 rispetto al precedente capitolo?

Justin Richmond: Praticamente tutto. Abbiamo migliorato il motore grafico, e adesso abbiamo più cose sullo schermo, la neve, personaggi più dettagliati, una migliore fisica, disegni più artistici. Abbiamo migliorato anche il motore degli shader, le texture sono molto belle da vedere, la neve riflette correttamente gli oggetti vicini e il ghiaccio si accumula sul modello poligonale del personaggio. Anche la gestione dell'acqua è notevolmente migliorata: i personaggi possono immergersi nell'acqua e uscirne bagnati. Abbiamo migliorato anche l'esperienza di gameplay con nuovi elementi action e nuovi elementi stealth. Adesso, infatti, si può decidere di procedere in maniera accorta in alcune fasi, invece che procedere sempre con il fuoco. I personaggi gestiti dall'intelligenza artificiale, inoltre, reagiscono meglio alle azioni del giocatore. Loro sono in grado di interagire con il giocatore come in un dialogo reale e interagiscono nella maniera opportuna con gli scenari in modo da aiutare il giocatore. Un altro lavoro importante che abbiamo fatto è quello che riguarda le sequenze cinematiche, che adesso si fondono in maniera più naturale con il gameplay. L'obiettivo è stato quello di creare un'esperienza continua che non fosse segmentata in fasi di gameplay e fasi di narrazione.

Hardware Upgrade: Puoi dirci qualcosa a proposito delle ambientazioni in cui si svolgeranno le avventure di Drake?

Justin Richmond: Lui combatterà in un museo in Turchia, così come in una palude nel Borneo, in un tempio, in una caverna ghiacciata. In quest'avventura Drake si ritroverà in diverse parti del mondo e in diversi tipi di ambientazione come città, paesaggi innevati, sotto la pioggia. Ma non voglio dirvi altro su questo per non rovinarvi la storia. Dico solo che quello che abbiamo cercato di fare è di spingerci oltre il classico scenario della giungla dove si svolgeva la maggior parte delle storie del capitolo precedente.

Hardware Upgrade: Le principali introduzioni del primo Uncharted riguardavano la complessità degli enigmi e della componente da platformer. Ci sarà ancora più complessità in Uncharted 2?

Justin Richmond: Abbiamo un'ottima base di partenza con il primo Uncharted, ma adesso è tutto aggiornato. C'è più libertà nelle parti da platforming e ci sono molte più sezioni stealth. Inoltre, si possono colpire molti più oggetti e arrampicarsi su tante strutture. Gli scenari, inoltre, si evolvono indipendentemente dalle azioni del giocatore: ad esempio, degli edifici possono crollare o un treno sfrecciare a velocità sostenuta all'interno della giungla e comportarsi realisticamente.

Hardware Upgrade: Hai parlato nella tua conferenza di cloud computing. Come sarà usata la tecnologia di cloud computing in Uncharted 2?

Justin Richmond: Ogni singolo utente può memorizzare informazioni relative alla propria partita sui server e inoltre può caricare i suoi file cinematografici realizzati con la modalità machinima. Tutti questi contenuti sono memorizzati nel server centrale e possono essere condivisi tra gli utenti. Gli utenti possono consultare le statistiche sul sito ufficiale e organizzare partite multiplayer con grande facilità.

Hardware Upgrade: Quali sono le principali caratteristiche del nuovo motore grafico?

Justin Richmond: La principale novità riguarda il dettaglio poligonale: adesso abbiamo avuto la possibilità di inserire un maggior numero di oggetti sullo schermo. Inoltre, il motore degli shader è stato migliorato e abbiamo proceduto a un'ottimizzazione generale di tutte le componenti. Il fatto di poter inserire più cose ci ha consentito una grande versatilità dal punto di vista della narrazione.

Hardware Upgrade: Tempo fa avete detto che Uncharted 2 non è possibile su XBox 360. Quali sono le ragioni tecniche per cui non è possibile avere questa versione del gioco?

Justin Richmond: Il nostro motore grafico funziona solo su PlayStation 3. La struttura multithread del processore Cell ci ha aiutato molto a rendere concreto ciò che volevamo fare, e XBox 360 non ha una struttura così completa e potente. Il fatto di poter assegnare molti compiti ai processori extra ci ha consentito grande versatilità dal punto di vista delle cose che accadono nel gioco. Siamo riusciti a programmare i core di PlayStation 3 in maniera indipendente e ognuno svolge una precisa funzione. Su XBox 360 non c'è questo livello di multithreading.

Hardware Upgrade: Userete la tecnologia di Uncharted 2 in altri giochi di terze parti? Ci puoi dire in quali giochi?

Justin Richmond: Non so nel dettaglio. Il team che si occupa della componente tecnica si chiama Ice Team. Si è occupato di condividere le librerie con gli altri sviluppatori e di creare il codice in modo che possa essere sfruttato da altri. Questo significa che gli altri sviluppatori possono attingere in parte dal nostro gioco. Tutti i team di sviluppo della famiglia PlayStation 3 sono legati e condividono tra di loro informazioni, questo accade ad esempio con Guerrilla, Sucker Punch, Media Molecule e con gli altri studio che sviluppano per PlayStation 3. Quindi non c'è un gioco in particolare, ma tutti i progetti traggono vantaggio da questo sistema di scambio di informazioni e librerie. Noi crediamo fermamente sulla piattaforma PlayStation 3 e abbiamo l'obiettivo di creare tanti giochi validi.

Hardware Upgrade: Con Uncharted 2 PlayStation 3 viene sfruttata al cento per cento?

Justin Richmond: Abbiamo cercato di sfruttare il sistema al massimo. Non ci sono altri giochi con una grafica così. Con questo motore grafico abbiamo raggiunto il massimo, perché abbiamo un grande dettaglio poligonale e abbiamo ottimizzato tutto al meglio. Ma questo non vuol dire che in futuro non ci saranno giochi ancora più dettagliati. Magari tra dieci anni ci sarà un nuovo limite per la console. Adesso stiamo cercando di sfruttare al massimo il sistema con la tecnologia che abbiamo attualmente, ma con una nuova tecnologia potrebbe essere possibile sfruttarlo in un modo ancora migliore.

Hardware Upgrade: La mia ultima domanda riguarda il tuo ruolo all'interno di Naughty Dog. Quanto è importante la componente multiplayer in Uncharted 2? Pensi che Uncharted 2 possa diventare un punto di riferimento nel multiplayer come lo è Gears of War nel caso di XBox 360?

Justin Richmond: Spero di si. Penso che ci siano tante innovazioni nel nostro multiplayer. La prima riguarda il modo con cui i personaggi interagiscono tra di loro e come interagiscono con gli scenari. Possono arrampicarsi su quasi tutte le strutture e sfruttare i livelli per coprirsi dal fuoco del nemico. Puoi arrampicarti, tornare giù, proteggerti, sparare, lanciare una granata, arrampicarti di nuovo: un'insieme di cose che non c'è in altri giochi multiplayer. Penso che questo sistema possa generare molti fan che rimangono legati al brand nel tempo. Sicuramente supporteremo Uncharted 2 per molto tempo anche con il rilascio di nuovi contenuti. Spero e tengo le dita incrociate affinché Uncharted 2 possa diventare un punto di riferimento.

 
^