Final Fantasy XIII: arte in uno sguardo

Final Fantasy XIII: arte in uno sguardo

Final Fantasy XIII è stato presentato in versione giocabile al GamesCom di Colonia, dove sono state mostrate anche nuove caratteristiche del sistema di combattimento e del gameplay in generale. Diamo un'occhiata alla nuova iterazione di Final Fantasy che presenta nel ruolo di protagonista un'affascinante ragazza dallo sguardo magnetico.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Tecnologia

Il motore grafico impiegato in Final Fantasy XIII è Crystal Tools, precedentemente conosciuto come White Engine. Il cambio di nome è stato pensato per legarlo ulteriormente ai giochi della nuova favola sui cristalli, che saranno costruiti tutti intorno a questa tecnologia. La tecnologia è stata pensata inizialmente per le console della vecchia generazione, e solo in un secondo momento è stata adattata all'attuale generazione e all'alta definizione.

Final Fantasy XIII sarà il primo gioco della serie principale di Final Fantasy in alta definizione. Questo ha consentito agli autori di dare un rinnovato spessore alle espressioni dei personaggi, il che conferisce a ciascuno di essi una personalità più approfondita e maggiormente sfaccettata. Come abbiamo detto in altre parti dell'articolo, inoltre, Final Fantasy XIII conferma la bellezza delle immagini a cui siamo abituati, con animazioni fluide e piacevoli e certosina caratterizzazione dei personaggi in ogni parte dei loro corpi.

Crystal Tools verrà concessa in licenza ad altre software house, esattamente come succede con altre soluzioni middleware. Square è riuscita ad ottenere una versione eseguibile del motore grafico dopo un anno e mezzo di sviluppo.

Si tratta della settima generazione di motori grafici sviluppati da Square Enix per i suoi videogiochi. Il motore consente di renderizzare in tempo reale le sequenze CGI (Computer-generated imagery) e si occupa dell'audio, della fisica e del rendering degli effetti speciali. Crystal Tools usa da 4 a 6 SPU del processore Cell di cui è dotata PlayStation 3.

Square Enix sta lavorando per adattare la sua tecnologia, pensata inizialmente per PlayStation 3 e per il processore Cell, anche per XBox 360. Questa versione del gioco, a detta di Motomu Toriyama, direttore del progetto, che ha presentato il gioco al GamesCom di Colonia, è pronta al 70%. Lo sviluppatore giapponese sostiene di essere attualmente al lavoro per ottenere le stesse prestazioni tra le due piattaforme. Square Enix sta considerando la possibilità di rilasciare contenuti di espansione aggiuntivi dopo la pubblicazione del gioco, ma per il momento non è previsto nulla in via ufficiale.

 
^