Final Fantasy XIII: arte in uno sguardo

Final Fantasy XIII: arte in uno sguardo

Final Fantasy XIII è stato presentato in versione giocabile al GamesCom di Colonia, dove sono state mostrate anche nuove caratteristiche del sistema di combattimento e del gameplay in generale. Diamo un'occhiata alla nuova iterazione di Final Fantasy che presenta nel ruolo di protagonista un'affascinante ragazza dallo sguardo magnetico.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Storia e personaggi

I tre giochi riprendono la mitologia dei cristalli su cui erano costruiti i primi episodi di Final Fantasy. Le vicende ruotano intorno ai Fal’Cie, una razza superiore che, seguendo le volontà di un cristallo mistico, ha creato la splendida città di Coccon che fluttua, lontana ed irraggiungibile, al di sopra del mondo terreno Pulse. La gente di Cocoon inizia a percepire che l'effetto dei cristalli sta per svanire e questo irrigidisce il governo autoritario di Cocoon, che intende mantenere il potere acquisito negli anni. Il Sacro Governo di Cocoon decide di servirsi della sua possente armata per esiliare tutti coloro che hanno subito la cattiva influenza, ma un gruppo di eroi, che stanno alla base delle vicende di Final Fantasy XIII, forma una resistenza con l'obiettivo di mantenere l'equilibrio su Pulse. Nel demo del GamesCom, il mondo di Final Fantasy XIII è splendido e scintillante, interamente ricoperto dai cristalli.

Final Fantasy XIII è il primo gioco della serie principale per le console di nuova generazione e il primo in alta definizione. Questo consente ai disegnatori di dare uno spessore rinnovato ai personaggi grazie al livello di dettaglio dell'immagine più elevato. Come accade in altri giochi di nuova generazione, gli elementi di emotività saranno particolarmente sottolineati, con un'accentuazione del carisma dei personaggi e della loro psicologia che ha pochi precedenti nel mondo dei videogiochi. Come vedremo più avanti, Square Enix lavora da diverso tempo sulla tecnologia proprietaria che sta alla base di Final Fantasy XIII e che è stata definita Crystal Tools, proprio per sottolineare il suo impiego sulla trilogia del cristallo.

Quanto ai personaggi, ha destato maggiore interesse la protagonista Lightning, a cui abbiamo dedicato la cover di questo articolo. Per questo personaggio, al disegnatore Tetsuya Nomura è stato richiesto di creare una versione femminile di Cloud Strife, l'indimenticabile protagonista di Final Fantasy VII. Lightning ha fatto parte delle forze armate di Cocoon, ma adesso ha deciso di schierarsi con la ribellione. Nei combattimenti utilizza una combinazione di armi e spade e può manipolare la gravità agendo su un dispositivo installato sul suo pollice. In battaglia, Lightning è agile e può usare diverse mosse acrobatiche. Può evocare Odin, che combatterà al suo fianco.

Il co-protagonista di Final Fantasy XIII è Snow Villiers. È il capo della squadra di resistenza Nora. Ha deciso di far parte della resistenza quando il sistema di polizia che governa Cocoon, Psicom, ha iniziato i rastrellamenti nella sua città. Il biondo combattente di Final Fantasy XIII ha avuto in passato una relazione con la sorella di Lightning, Serah, alla quale è successo qualcosa che Snow non è riuscito a evitare. Questo episodio ha irrigidito i rapporti con Ligtning, che non ha voluto più perdonarlo. Snow ha una grande mole ed è in grado di trasportare due personaggi per volta mentre corre. Usa un potere che è legato al tatuaggio che ha sul suo braccio sinistro. Nei combattimenti si fa largo con i pugni e se Ligthning è veloce e agile, lui è potente e resistente. Può evocare gli Eidolon Shiva Nix e Stiria che si possono combinare in una moto da neve.

Oerba Dia Vanille è una giovane ragazza dai capelli rossi. Sia nel demo che nei trailer è lei il personaggio narrante. Come arma impiega una sorta di canna da pesca pieghevole con tante lenze che possono essere srotolate. Può evocare l'Eidolon Carbuncle. In uno dei trailer, le forze armate di Cocoon la catturano e la costringono a camminare in un corteo funebre. Si vede insieme al leader della ribellione Snow mentre gli dà una pistola per proteggere gli abitanti di Cocoon che vengono obbligati a lasciare la città.

Ha fatto insieme a Lightning il servizio militare per conto di Cocoon e adesso si ritrova a suo fianco nella ribellione. Parliamo di Sazh Katzroy, pistolero di colore il cui punto di forza riguarda l'impressionare i nemici dalla distanza. Nella sua folta capigliatura vive un piccolo Chocobo, che funge da pet nei combattimenti. Ha un carattere molto sensibile e una personalità dolce. Inoltre, gli autori hanno pensato di utilizzarlo per creare dei momenti comici, quasi a sdrammatizzare la serietà e la compostezza del carattere di Lightning.

Hope Estheim è un ragazzino che viaggia insieme al party di ribelli. Sua madre ha aiutato Snow, ma è morta durante una battaglia. Questo ha prodotto un odio verso Snow, il quale però ha promesso alla madre di prendersi cura di Hope. In battaglia usa dei boomerang.

 
^