Order of War: Rts e seconda guerra mondiale

Order of War: Rts e seconda guerra mondiale

Analizziamo il nuovo strategico sviluppato da Wargaming.net e prodotto da Square Enix. Si punta molto sulla riproduzione di scenari e mezzi dell'epoca, oltre che sul far rivivere l'esperienza della guerra ripercorrendo le battaglie più famose.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Square Enix
 

Aspetti tecnici

Wargaming.net si è concentrata sul riprodurre accuratamente mezzi e scenari della seconda guerra mondiale. Il motore grafico gestisce tutto abbastanza bene, soprattutto se si considera l'ampiezza delle mappe e il numero elevato di unità coinvolte nei conflitti. Si può zoomare a piacimento su qualsiasi parte della mappa per ammirare da vicino i soldati che combattono.

Order of War non ha requisiti hardware particolarmente elevati, e si conferma gestibile anche su computer non di ultimissima generazione. Consigliamo almeno 2 GB di RAM, per quanto il gioco sia scalabile agendo soprattutto sulla risoluzione delle texture. Sono molto belli gli effetti di fumo scaturiti dal fuoco dei carri e in seguito alle esplosioni degli edifici. Le partite si contraddistinguono visivamente anche per il bagliore provocato dai colpi dei tanti carri presenti in battaglia.

Gli scenari sono ben ricreati e, come abbiamo detto, le mappe sono molto ampie. Vengono riprodotte fedelmente alcune location famose della seconda guerra mondiale, sbarco di Normandia incluso. In alcune mappe ci sono degli edifici e delle città intere, ricostruite con dovizia di particolari e distruttibili in alcuni punti. Il motore fisico non è proprio al passo con i tempi, con effetti a volte alquanto irrealistici, ma comunque accettabile se si segue la battaglia dall'alto.

Un plauso va fatto anche alla colonna sonora, assolutamente di qualità, soprattutto se la si paragona a quella deludente di molti altri Rts. Tra una missione e l'altra, inoltre, ci sono delle sequenze di intermezzo pre-renderizzate che ricordano le battaglie più famose della seconda guerra mondiale, che poi vengono rivissute in prima persona nel gioco vero e proprio. Buoni anche gli effetti sonori, con la giusta sottolineatura delle esplosioni, ma anche dei motori dei mezzi, sia dei carri che degli aerei.

 
^