GamesCom: i giochi presentati - seconda parte

GamesCom: i giochi presentati - seconda parte

Seconda parte della rassegna sui giochi presentati al GamesCom di Colonia. I titoli più importanti di questa seconda parte del reportage: Fable III, Forza Motorsport 3, Aliens vs Predator, Gran Turismo 5, Heavy Rain, Uncharted 2 e Assassin's Creed 2.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Assassin's Creed
 

Square Enix

Final Fantasy XIII
software house: Interna
piattaforme: PlayStation 3, XBox 360
data di pubblicazione: 2010

Il principale obiettivo è di migliorare il sistema di combattimento: nel precedente capitolo di Final Fantasy, infatti, c'era troppa azione e il ruolo delle creature evocate era marginale, nonostante i vari Shiva, Carbuncle, Ifrit, Odin costituiscano da sempre uno dei principali motivi di interesse dei Final Fantasy. Al GamesCom sono state presentate diverse caratteristiche interessanti sul sistema di combattimento di Final Fantasy XIII. Ha tenuto la presentazione proprio il direttore del progetto, Motomu Toriyama.

Gli scenari mostrati in Germania erano interamente pervasi dai cristalli. Il design dei livelli di gioco e dei personaggi, come da tradizione della serie, è semplicemente artistico, anche se il motore grafico di Final Fantasy XIII non regge il passo dei motori grafici attuali più avanzati. Decisamente spettacolari sono risultate anche le creature evocate e gli stessi personaggi protagonisti: la bellezza dell'immagine rimane uno dei punti cardine dei Final Fantasy e questo tredicesimo capitolo non è da meno.

Due gli elementi del sistema di combattimento su cui Toriyama si è concentrato. Innanzitutto il "Paradigma Shift System", che consente di assegnare a ogni turno un preciso ruolo ai vari membri del party. Ad esempio, uno di essi può rigenerare le energie vitali degli altri, mentre questi attaccano o lanciano magie di supporto per aumentare i parametri di tutti quanti. L'obiettivo del team di sviluppo è di dare profondità da gioco di ruolo, ma contemporaneamente di rendere l'azione veloce. Sostanzialmente, si vuole che Final Fantasy XIII sia contemporaneamente un prodotto adatto ai giocatori hardcore e a quelli occasionali che magari vogliono usufruire solo dell'aspetto artistico del gioco.

L'altro elemento del sistema di combattimento mostrato al GamesCom riguarda l'evocazione delle leggendarie creature come Shiva e Odin, definito Gestalt. Non solo il giocatore le può evocare per avere soccorso in battaglia, e questo comporta già uno spettacolo visivo non indifferente per via dell'imponenza di questi personaggi e del loro letale effetto sul campo di battaglia, ma le creature evocate possono adesso a loro volta cavalcare altre creature. Nel demo, quando attivata la cavalcatura, Odin ha subìto una trasformazione da dio centauro ad un bellissimo e grande cavallo, con un'entrata in scena teatrale.

Alla fine della battaglia c'è una valutazione dei giocatori che esprime un giudizio su come si è combattuto (rank). Migliore è stato il combattimento più punti esperienza si ottengono. La valutazione è espressa tramite stelline. Square Enix ha pensato anche a un tutorial, per facilitare ulteriormente l'approccio con il gioco per gli utenti occasionali. Quanto alla longevità, Toriyama ha parlato di 50 ore per la storia principale, ma a questo quantitativo di tempo occorre aggiungere quello necessario per completare le missioni facoltative. Square Enix sta considerando la possibilità di rilasciare contenuti di espansione aggiuntivi dopo la pubblicazione del gioco, ma per il momento non è previsto nulla in via ufficiale.

Il giocatore vede i mostri da affrontare direttamente sullo scenario di gioco. Il nuovo motore grafico, inoltre, consente la gestione delle espressioni facciali in tempo reale e in una maniera sensibilmente più dettagliata rispetto al passato. Questo fornirà ulteriore spessore al carisma e alla caratterizzazione dei personaggi. In questa prima fase della pubblicizzazione del prodotto è stato dato molto spazio alla protagonista Lightning, che ha colpito grazie al suo sguardo magnetico e glaciale.

Toriyama ha più volte sottolineato questo aspetto, e vale a dire le rinnovate possibilità sul piano dell'emotività concesse dal nuovo motore grafico. Inoltre, Final Fantasy XIII è il primo capitolo della serie per la nuova generazione di console e il primo in alta definizione. La tecnologia impiegata è stata definita Crystal Tools, prima era conosciuta come White Engine.

Final Fantasy XIII si caratterizzerà per gli stessi contenuti sia su XBox 360 che su PlayStation 3. La versione PlayStation 3 è pressoché completa (il gioco e la tecnologia sono stati pensati inizialmente per questa piattaforma), mentre quella XBox 360 è pronta circa al 70%. Lo sviluppatore giapponese sostiene di essere attualmente al lavoro per ottenere le stesse prestazioni tra le due piattaforme.

In definitiva, Final Fantasy XIII colpisce sin da subito per l'artisticità del design di ambientazioni e personaggi e sicuramente costituirà un nuovo punto di riferimento in questo senso all'interno del panorama videoludico. Il rinnovato sistema di combattimento, il carisma della protagonista Lightning e la profondità della storia sono altri elementi di sicuro interesse per questo prodotto. Approfondiremo il discorso su Final Fantasy XIII in un articolo espressamente dedicato, con altri contenuti dal GamesCom.

Final Fantasy XIV Online
software house: Interna
piattaforme: PC, PlayStation 3
data di pubblicazione: 2010

Il nuovo MMORPG di Square Enix, annunciato per la prima volta all'E3, era presente nello showfloor dell'area entertainment, e quindi giocabile da tutti. Ovviamente non è possibile testare a dovere un gioco di questa complessità in poco tempo e in quelle condizioni, ma cerchiamo di dare qualche prima impressione.

Le quest disponibili in questa versione alpha del gioco sono quelle iniziali, e richiedono di collezionare qualcosa o di uccidere un certo numero di mostri. La versione del gioco portata al GamesCom era quella PC. Per iniziare una battaglia bisognava premere il tasto F e a quel punto inizia il classico combattimento in cui si può attaccare da distanza ravvicinata o usare le magie.

Final Fantasy XIV Online è sviluppato dallo stesso team che si è occupato del predecessore e, infatti, condivide con Final Fantasy XI Online diverse caratteristiche. L'interfaccia di gioco è molto simile al passato: nella parte centrale appare la barra dei comandi da impartire e a sinistra c'è la classica finestra di dialogo, con cui interagire con gli altri giocatori. Sul lato sinistro dello schermo ci sono anche il compasso e le barre di energia e mana, mentre in alto viene indicata la quest attiva.

Non c'è un sistema di progressione dell'esperienza attraverso livelli: la crescita e il potenziamento del personaggio dipendono da un sistema di abilità a sua volta legato alle uccisioni e alle quest. I combattimenti risultano più dinamici, visto che è più agevole realizzare le combo, e che occorre spostarsi in continuazione per ottenere i migliori risultati in attacco e difesa.

Lo stile grafico è molto simile a quello del predecessore. Come ogni Final Fantasy che si rispetti, inoltre, anche il nuovo MMORPG fa perno sulla bellezza delle ambientazioni e sulla profondità delle storie e dei personaggi. Square Enix ha pensato anche al gioco in cross platform, e quindi gli utenti di PC e di PlayStation 3 si ritroveranno a giocare sugli stessi server. Anche su PlayStaion 3, inoltre, sarà possibile giocare con mouse e tastiera.

In Final Fantasy XIV Online ci saranno tre razze giocabili e un mondo completamente diverso da quello presente nel precedente capitolo. Square Enix ha cercato di adattare il suo nuovo MMORPG alle esigenze di tutti i giocatori: sarà, dunque, possibile affrontare prevalentemente l'esperienza da soli o insieme a un party di amici.

Per giocare sui server ufficiali sarà necessario pagare un canone mensile, che Square Enix non ha ancora quantificato. Il produttore e sviluppatore nipponico sta tentando di raggiungere con Microsoft un accordo per la distribuzione di Final Fantasy XIV Online anche in formato XBox 360. Qualora ci fosse anche questa edizione del MMORPG sarebbe rilasciata in un secondo tempo rispetto alle controparti PC e PlayStation 3.

 
^