Marvel ancora nei videogiochi con La Grande Alleanza 2

Marvel ancora nei videogiochi con La Grande Alleanza 2

Abbiamo provato una versione pressoché definitiva di Marvel La Grande Alleanza 2, hack and slash che coniuga fumetti e videogiochi. In questo prodotto i giocatori possono interpretare diversi eroi Marvel e collaborare tra loro sfruttando i poteri del proprio supereroe. L'articolo contiene l'intervista al produttore George Ngo.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Gameplay

Marvel La Grande Alleanza 2 ha un gameplay molto simile al suo predecessore. Si tratta di due giochi d'azione in cui sostanzialmente occorre schiacchiare pulsanti il più rapidamente possibile. In gergo videoludico, hack and slash. Hanno degli sparuti elementi da gioco di ruolo, ma la componente principale essenzialmente è quella da hack and slash. Il giocatore gestisce un party di quattro personaggi provenienti dall'universo Marvel, e può decidere in ogni momento quale dei quattro impersonare.

La principale introduzione rispetto al predecessore, sul versante del gameplay, riguarda le mosse fusion, che non erano presenti nel precedente capitolo. Le fusion consistono in una combinazione di poteri tra due dei quattro personaggi in azione. Per eseguirle, con il controller di XBox 360, occorre premere il grilletto sinistro e poi il tasto corrispondente al personaggio scelto. I due personaggi, quindi, collaboreranno per creare un potere devastante, in grado di spazzare via la maggior parte dei nemici presenti nella schermata.

Le mosse fusion non sono disponibili in qualsiasi momento, ma occorre guadagnare un certo quantitativo di punti per potervi accedere. I punti si guadagnano uccidendo gli avversari e vengono notificati in un grafico a torta posto nella parte bassa a destra della schermata. Una volta che la torta si riempie la stella che si trova in mezzo si illumina: è quello il segno che possiamo eseguire la fusion. Si tratta di un'altra aggiunta interessante, perché rende La Grande Alleanza più gioco di ruolo.

Alcuni esempi di fusion: con Hulk si può lanciare in aria una roccia che La Torcia Umana rende incandescente. Ancora, Hulk può lanciare contro i nemici Wolverine rendendolo un proiettile umano pericolosissimo. La Donna Invisibile, invece, se coniugata con Iron Man, è in grado di moltiplicare il numero dei raggi di energia emessi da quest'ultimo. Ancora, Tempesta e La Torcia Umana possono creare un ciclone di fuoco. Per alcune mosse fusion occorre indirizzare il colpo manualmente con il tasto A: nel caso, ad esempio, del ciclone, occorre impostare il tragitto del ciclone stesso in modo da far fuori più minacce possibile. Nella maggior parte dei casi, le mosse fusion agiscono su una grossa area pulendola quasi interamente dalla presenza dei nemici.

Con l'altro grilletto invece si accede al menu degli attacchi speciali, meno potenti rispetto alle fusion, ma comunque indispensabili nei combattimenti contro tante minacce. Bisogna premere il grilletto e poi agire sui tasti frontali del controller. Questi poteri, al pari delle fusion, sono molto spettacolari da vedere: ad esempio, Tempesta controlla fulmini e cicloni che spazzano via qualsiasi cosa ci sia davanti a lei, mentre Wolverine si esibisce in diversi tipi di acrobazie facendo letteralmente a pezzi i nemici.

Per il resto, il gioco è basato sulla concatenazione degli attacchi: non occorre far molto altro che pigiare continuamente sui tasti. È molto importante usare il personaggio del party giusto nel momento giusto. Alcuni mostri, ad esempio, si possono attaccare solo dalla distanza e, in questi casi, occorre utilizzare un personaggio che può eseguire questo tipo di attacchi. Se, invece, contro di noi è schierato un muro di ostacoli, ad esempio veicoli o anche nemici, potrebbe essere utile il potere di Hulk, che con la sua furia fa fuori qualsiasi cosa gli ostacoli il cammino semplicemente sfiorandola.

Nei livelli si trovano degli upgrade che possono essere raccolti e che danno nuovi poteri ai personaggi, oppure rendono più efficaci i poteri di cui già si dispone. Si possono raccogliere anche health pack, fondamentali per riportare in vita un personaggio caduto sul livello di gioco. Senza questo tipo di potere, infatti, non è possibile rianimare un membro del team, e combattere in inferiorità numerica è molto difficile e spesso porta al fallimento della missione.

Gli sviluppatori hanno deciso di dare ai giocatori l'opportunità di verificare in qualsiasi momento il tragitto da compiere. Come accade in Dead Space, premendo il pulsante che corrisponde allo stick destro del pad, infatti, una traccia olografica appare sul terreno, indicando la via giusta per proseguire in direzione del più vicino tra gli obiettivi.

Uno dei principali difetti del precedente capitolo riguardava la linearità dei livelli di gioco, che a lungo andare portava a una certa mancanza di alternative nell'azione di gioco. Adesso, per ovviare a questo inconveniente, sono state aggiunte delle sequenze cinematografiche tra una scazzottata e l'altra. Queste sfruttano la rinnovata tecnologia per creare dei momenti cinematograficamente interessanti e comunque molto appaganti da vedere. Servono anche per portare avanti la storia, un po' come succede nei giochi di nuova generazione con sostanziosa componente narrativa.

Al termine delle missioni, solitamente, si avvia una sequenza pre-determinata in cui il giocatore segue dei dialoghi nei quali può intervenire selezionando l'atteggiamento che i supereroi devono tenere in queste conversazioni. A seconda delle risposte si ottengono determinati bonus piuttosto che altri. I bonus danno la possibilità di personalizzare i poteri, le difese e le caratteristiche dei personaggi, conferendo a Marvel La Grande Alleanza 2 degli aspetti da gioco di ruolo.

 
^