Le truppe d'assalto orbitali rinnovano Halo 3

Le truppe d'assalto orbitali rinnovano Halo 3

Abbiamo provato la modalità Firefight di Halo 3 ODST, prima espansione dello sparatutto per XBox 360, e siamo venuti a conoscenza delle novità apportate alla campagna single player. L'articolo include l'intervista a Lars Bakken, senior designer di Bungie, e a Ryan Crosby, global group product manager di Microsoft Game Studios.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
MicrosoftXbox
 

Multiplayer

L'introduzione su cui punta maggiormente Bungie è la modalità multiplayer Firefight. Ispirata dalla modalità Orda di Gears of War, Firefight introduce nell'universo Halo gli attacchi a ondate gestiti dall'intelligenza artificiale che vanno affrontati in cooperazione con più giocatori. I Covenant arrivano su più fronti con navi Phantom e i giocatori devono affrontarli in maniera tattica, cercando di coprirsi a vicenda nei modi opportuni e non lasciando punti vulnerabili.

Avendo avuto modo di fare qualche partita nella modalità Firefight, possiamo senz'altro dire che si conferma assolutamente divertente come, del resto, è tutto il multiplayer di Halo, ma che le possibilità strategiche non sono moltissime. In realtà si spara sempre e dannatamente, e non ci sono enormi possibilità di collaborazione con gli altri giocatori. Al più bisogna stare attenti che non muoiano, perché giocare in inferiorità numerica è assolutamente deleterio per tutta la squadra.

Le ondate di nemici sono sempre più grandi e difficili da affrontare. I giocatori devono cercare di ottenere i punteggi più alti uccidendo il maggior numero di unità Covenant possibile, e in questo modo otterranno anche nuovi Achievement. Inoltre, i teschi di Halo 3 sono stati inclusi in questa modalità e questi si attivano automaticamente e progressivamente, cambiando il gameplay in maniera casuale. I teschi, ad esempio, possono comportare la scomparsa dell'hud, modificare l'effetto di smembramento del corpo dei nemici, incrementare l'agilità dei nemici, disabilitare il radar, aumentare gli effetti delle esplosioni e così via. In Halo 3 si trovavano in punti della mappa nascosti e difficili da individuare.

La modalità Firefight si affronta in quattro. Microsoft e Bungie hanno pensato a un'ulteriore promozione per consentire agli appassionati della serie di impersonare il sergente Johnson, fedele e coraggioso compagno di avventure di Master Chief. Johnson si ottiene prenotando il gioco presso Gamestop, il che consente di ottenere un codice per sbloccare questo personaggio e usarlo così nella modalità Firefight.

Le altre novità al multiplayer introdotte da Halo 3 vengono confermate anche in ODST. La confezione del gioco, inoltre, includerà un secondo disco con tre nuove mappe multiplayer per Halo 3 e tutte quelle originali, inclusi i pacchetti Legendary, Heroic e Mythic, per un totale di 24 mappe. Vengono inclusi anche i Saved Film di Halo 3, con la possibilità di registrare le partite e gli screenshot, i Campaign Scoring e la modalità cooperativa per quattro giocatori su XBox Live. Le mappe multiplayer di Halo 3, inoltre, supportano l'editor Forge.

Microsoft ha pensato di inserire nelle copie di Halo 3: ODST la chiave d'accesso alla beta multiplayer di Halo Reach, quando questa sarà disponibile.

 
^