Red Faction Guerrilla: l'ultima evoluzione dei motori fisici

Red Faction Guerrilla: l'ultima evoluzione dei motori fisici

Fantascienza, complotti di grandi multinazionali e di enti governativi, nanotecnologie, virus letali, rivoluzioni e distruzione. Tanta distruzione. Questi sono gli infallibili ingredienti tradizionali della serie di Red Faction che, all'inizio di giugno (fine agosto per quanto riguarda il PC), godrà del proprio terzo capitolo, in uscita su XBox 360 e PlayStation 3.

di Stefano Carnevali pubblicato il nel canale Videogames
XboxPlaystationMicrosoftSony
 

Single player

La saga di Red Faction sta per diventare trilogia. Da oggi, infatti, Guerrilla, terzo capitolo della serie è in commercio (versione XBox 360 e Ps3, per il Pc si dovrà attendere sino al 25 agosto). Guerrilla sarà ambientato nel 2208, 50 anni dopo i fatti narrati nel primo episodio della saga. Le Forze di difesa terrestre - degenerate in un'organizzazione dispotica e militarista - saranno opposte alla rinata Red Faction, contraddistinta dai soliti fini umanitario-utopistici. Il protagonista sarà Alec Manson, un ex minatore, che si unirà ai ribelli a seguito dell'assassinio del fratello da parte della Earth Defense Force, o EDF. L'azione si svolgerà per lo più su Marte e nelle vecchie installazioni della Ultor Corporation.

La rivoluzione proposta da Guerrilla sarà quella del passaggio alla terza persona. Alec Manson potrà interagire in modo notevole con gli scenari, correndo, saltando e impadronendosi di veicoli per attraversare le vaste aree di gioco, concepite per una navigazione free-roaming. Tra le armi più caratteristiche troveremo mitragliatrici pesanti, torrette lanciamissili, torrette mitragliatrici, un martello da fabbro e cariche esplosive. Ci sarà anche un'arma speciale, il 'Grinder', in grado di lanciare lame. Si tratta di un'arma costruita amatorialmente dai minatori.

Si parla di più di 30 veicoli controllabili tra cui APC, camion, mech e carri armati. Infine Alec sarà in contatto con gli altri personaggi del gioco attraverso un sistema radio, che gli consentirà di ricevere informazioni ed ordini durante la sua missione.

Il compito di Manson è liberare Marte dalla EDF e dovrà farlo occupandosi di una zona per volta. Bisogna portare a compimento delle missioni o distruggere delle strutture per liberare una zona. A seconda dell'azione del giocatore, inoltre, e delle zone liberate, si produrrà un impatto sui compagni gestiti dall'intelligenza artificiale: compagni più motivati renderanno le cose più semplici perché saranno più attivi sul campo di battaglia. Portando a compimento le missioni, inoltre, si otterranno soldi che potranno essere spesi per comprare nuove armi o upgrade per le armi che si possiedono già.

Le missioni sono abbastanza variegate, visto che capiterà di dover salvare dei prigionieri, di scappare da un plotone di soldati EDF, di eliminare un certo numero di soldati EDF, di distruggere delle strutture, e così via. Il resto delle caratteristiche, le meccaniche di gioco, la funzione dei backpack saranno descritti nella prossima pagina, quella dedicata al multiplayer.

 
^