ArmA II, il 'vero' seguito di Operation Flashpoint

ArmA II, il 'vero' seguito di Operation Flashpoint

Abbiamo provato una versione beta di Armed Assault II, il nuovo simulatore militare di Bohemia Interactive. Le principali novità riguardano il comparto tecnico, che risulta notevolmente migliorato rispetto al passato grazie al nuovo motore grafico e alle nuove tecnologie che gestiscono l'audio e la fisica. Per il resto, la sostanza da simulatore puro a cui ci ha abituati Bohemia è rimasta quella di sempre.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Conclusioni e video

Armed Assault II rinnova la serie soprattutto dal punto di vista tecnico. Lo si potrebbe considerare, infatti, come un mega aggiornamento del predecessore. Il gioco è adesso più fluido, maggiormente ottimizzato, tecnicamente migliore; ma la perfezione è ancora lontana. Armed Assault II presta il fianco, infatti, ancora a qualche critica, visto che alcuni elementi sono ancora insufficienti. Tenendo comunque in considerazione che abbiamo provato una versione beta, ci ha deluso, ad esempio, la resa delle armi, poco realistiche perché non riescono a dare la sensazione di potenza che invece ci si aspetterebbe. Inoltre, la base tecnologica di Armed Assault II sembra ancora quella di Operation Flashpoint, nonostante i progressi.

Questi ultimi si riscontrano nel comparto grafico, con animazioni migliorate e un maggior numero di poligoni; nel comparto audio, con un sistema tutto nuovo pensato per garantire l'audio posizionale; nel comparto della fisica, grazie agli edifici distruttibili. D'altronde, il motore Real Virtuality 3 non offre ancora un frame rate perfetto e necessita di hardware piuttosto potente, come abbiamo detto nella parte del nostro articolo dedicata alla tecnica. È stata prestata più attenzione alla componente della narrazione, visto che ognuno dei soldati ha una propria personalità e un proprio passato, e ciò rende la storia narrata più profonda.

Armed Assault II offre una nutrita modalità multiplayer, come tutti i giochi di Bohemia Interactive. La software house della Repubblica Ceca ha pensato soprattutto a garantire una base valida, poi starà ai "modders" trovare le soluzioni adatte per la comunità. Intanto, Bohemia include una mappa di gioco che supera le 200 miglia quadrate e che riproduce la nazione di Chernarus, ricostruita sulla base dell'attuale Repubblica Ceca. Per il resto conferma le caratteristiche di base di Operation Flashpoint: azione accorta e silenziosa, grandi mappe di gioco, concitazione nella pianificazione degli attacchi per via delle voci dei soldati, gestione su larga scala del team che comprende fanteria e veicoli.

Come per tutti i giochi della serie, Armed Assault II va consigliato solo agli appassionati del genere perché, pur condividendo alcune caratteristiche con gli sparatutto classici, propone uno spessore tattico e un livello di realismo assolutamente non comuni. Chi invece ama questo genere di giochi si troverà a suo agio, con un prodotto nettamente migliore rispetto al predecessore, ma ancora non perfetto per via di alcune lacune. D'altronde, Bohemia ha concesso pochissimo, se non nulla, allo svago puro e alla spettacolarità tipica dei prodotti di ultima generazione, per cui continua a strizzare l'occhio al suo pubblico di vecchia data.

Armed Assault II uscirà in formato PC nel corso del mese di giugno.

[HWUVIDEO="351"]ArmA II, il 'vero' seguito di Operation Flashpoint[/HWUVIDEO]

  • Articoli Correlati
  • Prototype: il personaggio più potente dei videogiochi Prototype: il personaggio più potente dei videogiochi Activision Blizzard ha presentato Prototype, il nuovo action/adventure su mondo open-ended in cui i giocatori prendono il ruolo di un personaggio che può letteralmente travolgere l'intera Manhattan. Diamo qualche primo giudizio sul gioco del quale abbiamo potuto provare le versioni XBox 360 e PlayStation 3.
  • Ninja Blade: in Giappone tra onore e quick-time event Ninja Blade: in Giappone tra onore e quick-time event La software house degli Armored Core ha realizzato per XBox 360 un gioco d'azione basato sui quick-time event alla God of War e ambientato nel moderno Giappone. Onore, enormi mostri, tecniche di combattimento avanzate e un'azione senza pause rendono Ninja Blade una piacevole sorpresa.
  • Empire Total War, ovvero la simulazione della guerra Empire Total War, ovvero la simulazione della guerra Il quinto capitolo di Total War è talmente complesso e affinato che si può parlare di simulazione, piuttosto che di semplice videogioco. L'introduzione principale riguarda la presenza delle battaglie navali, ma ci sono novità anche nelle classiche componenti gestionale e strategica. Unica perplessità: i requisiti hardware
42 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
phil anselmo27 Aprile 2009, 15:29 #1

STUPENDO!!!!

se è come OFP con miglioramenti sulla grafica e su altri aspetti allora lo voto subito per MIGLIOR GIOCO IN ASSOLUTO DI TUTTI I TEMPI!!!
sono disposto a comprarmi una GTX295 se necessario per poterci giocare!
johnp198327 Aprile 2009, 15:36 #2
sarà un fiasco come il primo ARMA??

ai posteri l'ardua sentenza... nel dubbio, per il momento, passo.
demon7727 Aprile 2009, 15:41 #3
Senza dubbio un gioco coi controcazzi!
Certamente rivolto ad un pubblico ristretto per via dell'elevatissimo realismo che lo rende anche molto difficile e non certo immediato..

Io in realtà sono interessato al multiplayer.. credo che abbia le potenzialità per diventare una milestone nel campo dei giochi di guerra on line..
(lo dico sottovoce).. roba da far impallidire tutti i battlefield in circolazione e futuri..
anche se nella serie BF il livello di realismo c'è ma è un attimo più basso..

Da quello che leggo però mi pare che il settore mutiplayer sia un po' lasciato a sè stesso dai programmatori..
Severnaya27 Aprile 2009, 15:46 #4
lasciato a se stesso?


se fatto bene (250 miglia quadrate?!) con un buon supporto nascerebbero clan\gilde a raffica...

una libertà d'azione (fra tipi di uomini e mezzi) che nn si vedeva da tempo

certamente per farlo servono un gran numero di risorse finanziarie e nn è detto che la casa ceca le abbia
DenFox27 Aprile 2009, 15:48 #5
Dopo la gigantesca delusione del primo ArmA, questa volta ci vado con i piedi di piombo.
MadJackal27 Aprile 2009, 15:52 #6
Senza offesa, ma un dual-core a 3.3 Ghz?
Mi pare un tocchetto eccessivo, e mi sa di ottimizzazione alla Crysis

Mah, staremo a vedere.
DenFox27 Aprile 2009, 15:58 #7
Ribadisco, dopo aver visto il video confermo che imho è ArmA con qualche effetto in più. Le animazioni sono rimaste veramente SCANDALOSE come in passato. Non ci siamo proprio.
Tuvok-LuR-27 Aprile 2009, 16:01 #8
tecnicamente mi sembra abbastanza orrendo
Jollyroger8727 Aprile 2009, 16:01 #9
Non mi resta che dire speriamo bene, anche se sono evidenti alcune lacune che purtroppo si porta dietro fin da Operation Flashpoint.

Spero di poter fare senza problemi porting degli scenari/isole che sto realizzando.
ErFiaschi27 Aprile 2009, 16:18 #10
Secondo me mancate il punto centrale!

Animazioni, grafica ecc sono solo parti "estetiche". E' ovvio che siano peggiori rispetto agli altri giochi perchè qui non si parla di fuma ma di arrosto!

Qui c'è sostanza, realismo, complessità! Questo non è solo un gioco ma è davvero usato dai militari!

E' davvero altro livello! Le animazioni e le grafica si lasciano ai ragazzini!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^