Ninja Blade: in Giappone tra onore e quick-time event

Ninja Blade: in Giappone tra onore e quick-time event

La software house degli Armored Core ha realizzato per XBox 360 un gioco d'azione basato sui quick-time event alla God of War e ambientato nel moderno Giappone. Onore, enormi mostri, tecniche di combattimento avanzate e un'azione senza pause rendono Ninja Blade una piacevole sorpresa.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
XboxMicrosoft
 

Conclusioni e video

A patto di apprezzare il genere dei giochi d'azione basati sui quick-time event, Ninja Blade si è rivelato a sorpresa un buon gioco, con uno spessore narrativo non indifferente e un'ottima caratterizzazione delle ambientazioni e dei personaggi. Il gioco è sempre incalzante, con un'azione insistita senza alcun tempo morto. Godibili sono risultati anche i combattimenti nei cieli di Tokyo perché spettacolari e visivamente ben realizzati.

Ninja Blade, tuttavia, soffre di un problema di longevità. Il gioco presenta nove livelli, ognuno dei quali necessita di circa un'ora di gioco per poter essere portato a termine. Nove ore di gameplay non sono moltissime, e bisogna aggiungere il fatto che, essendo decisamente lineare, Ninja Blade non garantisce rigiocabilità. Inoltre, non c'è alcuna componente multiplayer. È un'esperienza da vivere tutta d'un fiato, perché poi è difficile che venga rifatta.

Il gameplay è basato sui quick-time event e quindi sull'agire con i tasti giusti nei momenti giusti. Due sono le componenti principali: quella relativa ai combattimenti con i boss e con i mostri e quella con le sequenze cinematiche pre-determinate in cui bisogna agire sui tasti suggeriti a schermo nelle tempistiche adeguate. È interessante anche il diverso stile dei combattimenti in funzione della spada che si usa e dei nemici che si affrontano: con le spade più potenti è possibile far fuori i nemici più lenti e resistenti; con quelle più piccoli le minacce veloci, poco resistenti e che affrontano il giocatore in grandi numeri.

Sono molto frequenti anche i combattimenti con gli enormi boss, non necessariamente alla fine dei livelli. I boss sono costituiti da un elevato numero di poligoni, sono sempre interessanti come design (di stile giapponese ovviamente) e spettacolari visivamente. L'elemento cardine di questi combattimenti riguarda l'esporsi ai nostri attacchi da parte del mostro di turno. In questi frangenti occorre essere pronti e sfruttare al massimo il momento favorevole, magari rallentando il tempo con l'ausilio della vista ninja. Ci sono anche degli elementi da gioco di ruolo, visto che meglio combattiamo e più punti esperienza otteniamo (cristalli di sangue), spendibili nelle armi che potranno essere così migliorate. Ci sono anche dei mini giochi, come lo possono essere le sequenze da sparatutto in prima persona, ma ci sono sembrate meno coinvolgenti delle altre parti del gioco.

Ninja Blade si è rivelato, quindi, un buon prodotto, anche se bisogna considerare i problemi di longevità e di eccessiva linearità. La mancanza di componenti multiplayer e la scarsa rigiocabilità influisono sul quantitativo di ore che è possibile spendere su questo gioco, che difficilmente supera le 10 ore. Inoltre, va consigliato unicamente agli appassionati del genere (God of War, Shenmue, Devil May Cry, Prince of Persia), mentre chi è abituato a giochi di maggiore spesso strategico si troverà molto a disagio.

[HWUVIDEO="302"]Ninja Blade per XBox 360[/HWUVIDEO]

Il rilascio è previsto il prossimo 3 aprile, solo su XBox 360. Ninja Blade è prodotto da Microsoft.

  • Articoli Correlati
  • Empire Total War, ovvero la simulazione della guerra Empire Total War, ovvero la simulazione della guerra Il quinto capitolo di Total War è talmente complesso e affinato che si può parlare di simulazione, piuttosto che di semplice videogioco. L'introduzione principale riguarda la presenza delle battaglie navali, ma ci sono novità anche nelle classiche componenti gestionale e strategica. Unica perplessità: i requisiti hardware
  • Killzone 2: PS3 mostra finalmente i muscoli Killzone 2: PS3 mostra finalmente i muscoli Dopo quattro anni di attesa arriva finalmente Killzone 2, la killer application numero uno per PlayStation 3, almeno dal punto di vista grafico. Diamo uno sguardo al mondo di Killzone, al suo gameplay e alle sue caratteristiche tecniche.
  • Survival horror alla luce del sole: Resident Evil 5 Survival horror alla luce del sole: Resident Evil 5 L’invasione degli zombie non è finita. Non sono bastati Dead Rising e il più recente pezzo da novanta Left 4 Dead a far passare la voglia di riempire di piombo orde senza fine di cadaveri ambulanti: e chi se non il re dei survival horror poteva farsi avanti per accontentare i giocatori della console di casa Microsoft?
50 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
VooDoo224 Marzo 2009, 15:15 #1
Provata la demo e non mi è piaciuto per nulla. Molto meglio Ninjia Gainden 2!
hexaae24 Marzo 2009, 15:22 #2
Ah ah ah ah... "quick-time event" li chiamano adesso per fare i finti innovativi (?)... ah ah ah ah... a me ricorda un ritorno ai laser-game degli anni '80 tipo Space Ace o Drangon's Lair... cosa non fa il marketing e un po' di bella grafica... ah ah ah ah
MaerliN24 Marzo 2009, 15:24 #3
Ma il nome reale di questio gioco è "Devil Prince God of Persia War May Cry"?
wispo24 Marzo 2009, 15:38 #4
Il solito gioco per videogamers dell'ultim'ora, per intenderci quelli che fin quando non uscì PSone con la sua grafica i videogiochi li schifavano e i videogiocatori li sfottevano. Ora invece saranno contenti con questi bei bidoni, che danno loro l'ambita possibilità di buttare nel cesso 60€ per titoli vuoti come tamburi...... e brevi!!!!!! Bei tempi quando Mario, Zelda, GT, Diablo ecc. ci regalavano 100 ore di divertimento
Euripylos24 Marzo 2009, 15:45 #5
finito 2 mesi fa, a me è piaciuto
Beelzebub24 Marzo 2009, 16:14 #6
Originariamente inviato da: wispo
Il solito gioco per videogamers dell'ultim'ora, per intenderci quelli che fin quando non uscì PSone con la sua grafica i videogiochi li schifavano e i videogiocatori li sfottevano. Ora invece saranno contenti con questi bei bidoni, che danno loro l'ambita possibilità di buttare nel cesso 60€ per titoli vuoti come tamburi...... e brevi!!!!!! Bei tempi quando Mario, Zelda, GT, Diablo ecc. ci regalavano 100 ore di divertimento


Quoto e aggiungo che almeno con il protagonista potevano cercare di essere originali... e invece: "una sorta di ninja del futuro a metà giapponese e a metà americano"... wow...
lucasantu24 Marzo 2009, 16:33 #7
non mi sembra per niente bello , troppo lento e spezzettato nelle mosse e nei movimenti.
molto meglio ninja gaiden a mio parere
Luc7224 Marzo 2009, 16:42 #8
"Il gameplay è basato sui quick-time event" .. e questa sarebbe un'innovazione? Ho provato la demo e mi e' sembrato di giocare a Dragon's Lair...... beh... almeno Dragon's Lair era molto piu' divertente
netcrusher24 Marzo 2009, 16:46 #9

l'industria è defunta

come oramai quella del cinema e della musica anche quella dell'entertainment è bella che morta, bidoni come questo ne sono la prova agghiacciante di quanto questo mercato sia oramai bello che scaduto....che porcheria
darklord7724 Marzo 2009, 16:47 #10
Originariamente inviato da: Euripylos
finito 2 mesi fa, a me è piaciuto


pirateria...???!!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^