I migliori videogiochi del 2008: la parola ai lettori

I migliori videogiochi del 2008: la parola ai lettori

Un sondaggio sul nostro forum ha decretato i migliori titoli del 2008. Ne è venuta fuori così una classifica comprendente giochi per tutte le piattaforme di nuova generazione e per PC. Si procede dalla decima posizione fino alla prima.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

5a posizione

Dead Space

Produttore: Electronic Arts
Sviluppatore: EA Redwood Shores
Distributore: Electronic Arts
Piattaforme: XBox 360, PlayStation 3, PC
Rilascio: ottobre
Percentuale di voti conseguita: 6,61%

È la vera rivelazione del 2008. Il survival horror dai toni cupi di EA Redwood Shores ha saputo ritagliarsi una posizione di eccellenza grazie all'avanzata tecnologia impiegata, all'elevatissimo livello di tensione che riesce a incutere ai giocatori, a un gameplay originale soprattutto nella gestione dei combattimenti con i mostri. Il gioco è interamente ambientato sulla nave spaziale USG Ishimura. Dei tecnici si dirigono verso questa nave, in orbita attorno ad Aegis VII, credendo che ci sia un guasto meccanico a bordo. Subito dopo lo schianto sul ponte di volo della Ishimura (a causa del faro gravitazionale rotto della nave), l'equipaggio viene attaccato da creature ostili quasi umanoidi chiamate necromorfi che si riproducono dai corpi degli esseri umani deceduti.

Dead Space si contraddistingue per la sensazione di oppressione che trasmette al giocatore. L'approccio è molto più tattico rispetto ad altri giochi simili. Questo dipende dalla conformazione fisica dei nemici, i quali sono quasi sempre dotati di arti molto pronunciati. Indirizzare il fuoco sugli arti è fondamentale per paralizzare i nemici, diminuirne l'efficacia nei combattimenti e risparmiare i proiettili. Inoltre, i mostri sono in grado di muoversi liberamente e dinamicamente all'interno della nave spaziale e scelegono i percorsi migliori in funzione dell'operato del giocatore.

I nemici, inoltre, reagiscono a seconda della parte del corpo in cui vengono colpiti, adottando delle tattiche differenti in funzione delle loro deficienze. Il protagonista di Dead Space non è un militare, ma un ingegnere; per cui è portato a combattere perlopiù con armi non convenzionali. Durante l'avventura è anche possibile ritrovarsi in condizioni di gravità zero e di fluttuare quindi nello spazio. Inoltre, la complessità della nave, l'eccessiva oscurità e una certa ripetitività delle ambientazioni hanno fatto pensare ai programmatori di aggiungere la possibilità per il giocatore di visualizzare il percorso che deve compiere: premendo il pulsante che corrisponde allo stick destro del pad, infatti, una traccia olografica apparirà sul terreno, indicando la via giusta per proseguire in direzione del più vicino tra gli obiettivi.

Redwood Shores ha pensato anche a degli elementi da gioco di ruolo: possono essere acquistati presso appositi distributori nuovi elementi dell'equipaggiamento che migliorano la resistenza dell'armatura e l'efficacia delle armi. Potenziarsi diventa fondamentale per poter avere la meglio sui mostri, i quali sono via via sempre più agguerriti e in numero maggiore. I nuovi elementi dell'equipaggiamento di Isaac Clark, questo il "fantascientifico" nome dell'ingegnere protagonista, sono ben evidenti anche visivamente perché modificano il suo aspetto.

Electronic Arts ha fatto un investimento importante su Dead Space perché è stato costruito un motore grafico per l'occorrenza che sarà impiegato su altri progetti come Il Padrino 2 e in giochi prodotti da terze parti. Questo motore grafico deriva dalla tecnologia impiegata in From Russia with Love, videogioco del 2005 rilasciato nei formati GameCube, PS2 e XBox, e Il Padrino, uscito nel 2006 praticamente in tutti i formati. Il team Redwood Shores, interno ad Electronic Arts, lavora su questa tecnologia dalla prima parte del 2006.

 
^