I migliori videogiochi del 2008: la parola ai lettori

I migliori videogiochi del 2008: la parola ai lettori

Un sondaggio sul nostro forum ha decretato i migliori titoli del 2008. Ne è venuta fuori così una classifica comprendente giochi per tutte le piattaforme di nuova generazione e per PC. Si procede dalla decima posizione fino alla prima.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

8a posizione

Crysis Warhead

Produttore: Electronic Arts
Sviluppatore: Crytek Budapest
Distributore: Electronic Arts
Piattaforme: PC
Rilascio: settembre
Percentuale di voti conseguita: 4,90%

Più che un seguito è una sorta di espansione del Crysis originale. Consente di rivivere la stessa storia del predecessore sotto la prospettiva di Psycho, un altro dei soldati della forza d'assalto che indaga sui fatti di origine aliena che si verificano nella Corea del Nord. Crysis Warhead ripropone le caratteristiche che hanno decretato il successo del gioco originale: enormi spazi aperti, struttura open ended, veicoli, combattimenti su vasta scala, armi personalizzabili, nemici dettagliati poligonalmente, la possibilità di poter agire con forza, agilità o in maniera accorta a seconda della configurazione della tuta che indossa il personaggio.

Psycho, come suggerisce anche il suo soprannome, è molto più aggressivo e sfacciato di Nomad. Le vicende di Warhead si svolgono in contemporanea con quelle raccontate nel primo Crysis. Il gioco seguirà le avventure di Psycho nella parte opposta dell'isola in cui è ambientato anche il gioco originale. Psycho è dotato di un arsenale più grande e più potente rispetto a quello di Nomad. Warhead contiene nuovi veicoli e contenuti inediti sia sul fronte single player sia per ciò che concerne il multiplayer. È nuovamente basato su CryEngine 2.

Anche in Warhead, Crytek ripropone la sua tecnologia CryEngine 2, che rende questi due titoli i migliori per ciò che concerne la grafica. La tecnologia supporta effetti volumetrici in 3D, illuminazioni dinamiche e ombre calcolate in tempo reale, ambient map in tempo reale, occlusione degli ambineti, depth of field, motion blur, ombre di tipo soft, animazioni della faccia realistiche e realizzate tramite un apposito shader, subsurface scattering, illuminazioni HDR, animazione scheletrale basata su un sistema di tipo parametrico. Il motore grafico supporta gli shader model 2.0, 3.0 e 4.0 (quindi le DirectX 10) e sfrutta i processori multi-threading. È disponibile sia nella versione 32 bit che in quella 64. Secondo Crytek, quest'ultima è più performante del 10-15%.

La fisica di gioco è ugualmente curata, visto che il giocatore può interagire con praticamente tutti gli oggetti che compongono gli scenari. Può distruggere gli edifici e interagire con la vegetazione. Quest'ultima, inoltre, reagisce ai movimenti dei personaggi, piegandosi e deformandosi al loro passaggio. L'interazione con i mondi di gioco è utile anche nella strutturazione di tattiche di attacco, perché il giocatore può sfruttare la fisica per trovare dei ripari o per eliminare quelli usati dal nemico.

In Crysis Warhead è presente anche una componente multiplayer chiamata Crysis Wars. Alle modalità Instant Action e Power Struggle già presenti nel primo capitolo, è stata aggiunta la modalità Team Instant Action. Inoltre, il gioco contiene 21 mappe. Viene data ai gestori delle partite la possibilità di personalizzarle agendo sul controllo dei veicoli, sul bilanciamento di armi e proiettili e sulle alterazioni della tuta Nanosuit.

 
^