Videogiochi: cosa aspettarsi dal 2009 - parte 1

Videogiochi: cosa aspettarsi dal 2009 - parte 1

I titoli più importanti, in fatto di gameplay e di tecnologia, dell'anno che è appena entrato. Le caratteristiche, i dettagli tecnici e le aspettative sui 20 videogiochi più promettenti tra quelli che saranno rilasciati nel 2009. Si parla, tra gli altri, di Alan Wake, Final Fantasy XIII, Mafia 2, Diablo III.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Diablo
 

Alan Wake (PC, 360)

Uno dei titoli più promettenti e rimandati degli ultimi anni. Alan Wake è sviluppato dalla software house dei Max Payne, Remedy Entertainment, la quale ha rinunciato proprio al terzo capitolo della serie thriller horror con il bullet time per dedicarsi ad Alan Wake. Il gioco è prodotto da Microsoft Game Studios e sarà rilasciato, anche se la data definitiva non è ancora confermata ufficialmente, nel corso del 2009 nei formati PC e XBox 360. La versione PC è compatibile solamente con il sistema operativo Vista.

Questo action/adventure in terza persona è stato svelato per la prima volta nel 2005. Ha poi subìto diversi posticipi e durante il suo sviluppo ha rischiato seriamente di non vedere la luce. L'incarico che si è preso Microsoft di distribuirlo è stato molto coraggioso e, adesso, dopo anni e anni di sviluppo, il gioco sembra promettere molto bene, tanto da poter essere considerato come uno dei baluardi videoludici del 2009. Recentemente, Microsoft e Remedy hanno rilasciato un trailer ufficiale che mostra l'ottima resa del motore grafico proprietario (per vedere il trailer premete qui).

Alan Wake è uno scrittore che si lascia ispirare, per i suoi romanzi, dalla fidanzata Alice. La ragazza, tuttavia, scompare improvvisamente, lasciando Alan nello sconforto. Lo scrittore, dunque, decide di trasferirsi nella clinica privata nella cittadina di Bright Falls, Washington. Qui incontra una ragazza terribilmente simile ad Alice, mentre degli orribili mostri fuoriescono dai suoi sogni e sembrano materializzarsi.

Ambientato interamente nella città di Bright Falls, Alan Wake consentirà ai giocatori di esplorare con la massima libertà ogni edificio della città. Durante il suo peregrinare, il giocatore si imbatterà in diversi obiettivi che potrà portare a termine o meno. Un ruolo importante è costituito anche dai combattimenti con i mostri: per avere la meglio su questi ultimi occorrerà sottoporli alla luce, la quale è la migliore arma per annientarli. L'alternarsi del giorno e della notte è stato realizzato con cura certosina ed è basato su una tecnologia dedicata. Il percorso del Sole sarà realistico e influirà direttamente sulla proiezione delle ombre. Su console, un intero core di XBox 360 sarà dedicato a questi calcoli.

Non si hanno molti dettagli sul gameplay vero e proprio. Il giocatore può esplorare liberamente un mondo open-ended che è popolato da mostri. La tensione sarà l'elemento costante in tutte le missioni che si dovranno portare a compimento. Oltre ai combattimenti e all'esplorazione, inoltre, il giocatore dovrà occuparsi della risoluzione di enigmi e di intrattenere rapporti con i personaggi che vivino nella città di Bright Falls. A parte che con la luce, Alan potrà combattere con tutta una serie di oggetti contundenti che potranno essere prelevati dagli scenari di gioco. Ci saranno degli elementi da gioco di ruolo, visto che l'alter ego sarà via via più agile e più resistente, ma su questo aspetto del gioco non ci sono ancora informazioni concrete.

Si gioca all'interno della cittadina, ma ci si ritroverà anche nella foresta che la circonda. Man mano che si prosegue, inoltre, le tenebre sono via via più fitte, il che renderà sempre più debole l'arma della luce e sempre più forti i mostri che popolano Bright Falls. Alan Wake punta in maniera decisa sulla tensione che infonde ai giocatori e sulla storia, raccontata secondo modalità cinematografiche attraverso sequenze di intermezzo e con l'adeguata sottolineatura musicale.

 
^