È fenomeno LittleBigPlanet, ma in cosa consiste?

È fenomeno LittleBigPlanet, ma in cosa consiste?

La stagione natalizia di PlayStation 3 ruota intorno a uno dei progetti più originali e creativi, insieme a Spore, degli ultimi anni. Il gameplay si basa sulla condivisione dell'esperienza di gioco, sia nella fase di creazione che in quella videoludica vera e propria.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
PlaystationSony
 

Considerazioni

Chi ha vissuto tante stagioni videoludiche e si è ormai abituato a schemi di gioco sempre ripetitivi, accoglie generalmente con soddisfazione i prodotti che sono innovativi con LittleBigPlanet ed è contento che questi abbiano successo. È il caso di Spore, che se ha creato qualche perplessità presso la critica specializzata a causa di un gameplay eccessivamente semplificato, ha invece convinto tutti proprio all'alto livello di originalità. Lbp si propone di ricalcare il percorso intrapreso da Spore, e siamo sicuri che farà tendenza, perché è innovativo negli aspetti giusti.

Primo tra questi è proprio la condivisione dell'esperienza videoludica, e non solo per il gameplay da gioco di co-operazione, ma anche nella fase di creazione vera e propria dei livelli di gioco. In pochissimi minuti chiunque è in grado di creare il proprio livello di gioco, e poi ci pensa il software ad abellirlo con texture e colori e conferendogli la giusta consistenza poligonale. Il gioco vero e proprio, in più, favorisce la co-operazione tra i giocatori per sbloccare dei meccanismi o, più semplicemente, per raggiungere una piattaforma troppo distante.

Consentite a un giocatore di vecchia, se non vecchissima, data di rispolverare per l'occasione un classico degli anni '90 come Push Over. La prospettiva di gioco e il livello di interazione con i livelli di Lbp mi hanno riportato alla mente quell'apparentemente semplice platformer (uscito nel 1992 su Amiga, Atari ST, DOS e SNES) in cui si poteva agire solamente sulle tessere di un originalissimo domino e attraverso queste costruirsi la strada più efficace per portare a termine i livelli di gioco.

Che Lbp sia un progetto atipico è, dunque, evidente, ma è anche atipica la struttura della software house, MediaMolecule, che l'ha sviluppato. Pensate che questa software house è composta solamente da trenta persone, contro le centinaia che ormai sembrano necessarie per qualsiasi progetto Tripla A per le console di nuova generazione. Come abbiamo raccontato su Appunti Digitali, Mark Healey, fondatore di MediaMolecule e game designer principale di Lbp, ha dichiarato che con più di trenta persone non riesce a divertirsi nello sviluppare un gioco, spiegando che ridurre le dimensioni del team aumenta l'efficienza e contiene i costi. Sembra che i risultati gli abbiano dato subito ragione.

Lbp è un fenomeno perché introduce delle idee e delle meccaniche di gioco che faranno strada e che sapranno sicuramente coinvolgere moltissimi giocatori, rimettendo in spolvero tutto il business PlayStation 3, un po' afflosciato per via delle problematiche relative al prezzo di listino della console (nettamente più cara rispetto a Wii e a XBox 360). Sony ha visto giusto perché è un gioco semplice e immediato da una parte, ma contemporaneamente complesso e di spessore sul piano tecnologico, dell'interazione e del gameplay (se si considera l'elevato livello di co-operazione richiesta ai giocatori).

LittleBigPlanet è ormai in dirittura d'arrivo; arriverà infatti in Italia il 22 ottobre, solo su PlayStation 3. Si parla anche di una possibile edizione PSP, ma non è lecito attendersi l'approdo del platformer di MediaMolecule su altri formati visto il richiamo che avrà e considerando la necessità di Sony di rivitalizzare il business PlayStation 3.

  • Articoli Correlati
  • L'interazione e il mondo aperto di Far Cry 2 L'interazione e il mondo aperto di Far Cry 2 Analizziamo le caratteristiche di uno dei giochi più interessanti dell'imminente stagione natalizia. L'interazione con il mondo di gioco a più livelli e l'enorme mondo aperto sono gli elementi salienti che Ubisoft Montreal metterà a disposizione dei giocatori dal prossimo 23 ottobre.
  • Spore: l'evoluzione della specie inizia con un editor Spore: l'evoluzione della specie inizia con un editor Il rilascio dell'editor di creature per Spore contribuisce a produrre hype intorno all'atteso e potenzialmente rivoluzionario gestionale pensato da Will Wright. Ne approfittiamo per analizzare il suddetto editor e il resto delle caratteristiche di Spore. Il gioco è previsto nei formati PC, Mac, Nintendo DS, iPhone e Wii.
  • Age of Conan vuole il trono di World of Warcraft Age of Conan vuole il trono di World of Warcraft Mancano ormai pochi giorni al lancio della versione definitiva di Age of Conan: Hyborian Adventures. Il MMORPG sviluppato dalla norvegese Funcom propone tanti elementi originali come il nuovo sistema di combattimento o gli assedi alle fortezze. In questa anteprima riportiamo i dettagli del gameplay.
  • Grand Theft Auto IV: il delirio di Liberty City Grand Theft Auto IV: il delirio di Liberty City Tutto quello che c'è da sapere sul quarto episodio di Grand Theft Auto IV in uscita il 29 aprile nei formati PlayStation 3 e XBox 360. Rockstar North punta su un maggiore livello di libertà e su un mondo con il quale i giocatori possono interagire direttamente. Gta IV è innovativo anche dal punto di vista tecnico per l'impiego del motore RAGE e di euphoria.
68 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
TheZeb10 Ottobre 2008, 14:43 #1
sarà il fenomeno di tutto il 2009
3DMark7910 Ottobre 2008, 14:51 #2
Originariamente inviato da: TheZeb
sarà il fenomeno di tutto il 2009


Infatti...e molto originale e bello questo gioco!Speriamo che facciano almeno qualcosa di simile e per PC.
Peccato che questo sia per PS3...speriamo che sia confermata anche l'arrivo di LBP su PSP!
amagriva10 Ottobre 2008, 15:12 #3
Assomiglia a phun ma 3D e $$$
MesserWolf10 Ottobre 2008, 15:29 #4
chi ha provato la beta sa che è un titolo davvero divertente e se inizi con l'editor non ti stacchi più per ora (fatto davvero bene)
Pappe10 Ottobre 2008, 15:29 #5
io l'ho provato e devo dire che ha davvero il suo perchè....sembra un gioco quasi banale a alla fine passano le ore come niente


davvero stupendo!!!!
lo_straniero10 Ottobre 2008, 15:35 #6
mi intriga questo gioco....io che sono uno che si stanca subito dei giochi dopo 2 minuti di gioco
sniperspa10 Ottobre 2008, 15:44 #7
Per me lascierà un bel segno questo gioco!

ps.a me ricorda armadillo run!
ghiltanas10 Ottobre 2008, 16:03 #8
provato da un mio amico e devo dire che è veramente spassoso questo gioco, per nn parlare delle grandi potenzialità dell'editor e della longevità praticamente infinita...è veramente un'ottima esclusiva per la play
LkNuke10 Ottobre 2008, 16:27 #9
Sembra davvero interessante, speriamo esca in futuro anche per pc.
dotlinux10 Ottobre 2008, 16:37 #10
Io dalla beta ho capito solo che ti vendono un editor perchè poi alla fine manca il gioco.
Se uno si fa prendere dall'editor il gioco diventa INFINITO altrimenti meglio che risparmi 70€.
Meccaniche di una semplicità imbarazzante.
Praticamente un Armadillo Run semplificato.
Lo prenderò usato!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^