È fenomeno LittleBigPlanet, ma in cosa consiste?

È fenomeno LittleBigPlanet, ma in cosa consiste?

La stagione natalizia di PlayStation 3 ruota intorno a uno dei progetti più originali e creativi, insieme a Spore, degli ultimi anni. Il gameplay si basa sulla condivisione dell'esperienza di gioco, sia nella fase di creazione che in quella videoludica vera e propria.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
PlaystationSony
 

Creazione

Tutto, o quasi, in LittleBigPlanet può essere creato dai giocatori. Sia i livelli di gioco, sia gli oggetti che li costituiscono, sia gli stessi pupazzi. Per accedere alla fase di creazione occorre portare a compimento tre livelli di gioco. In realtà, il tutto è integrato in quanto non c'è un vero e proprio editor, ma si creano i livelli attraverso la tradizionale interfaccia che si utilizza per giocare normalmente. I giocatori trovano circa 50 livelli nel momento dell'acquisto di Lpb, sono quelli creati dagli sviluppatori, ma il gioco di MediaMolecule è pensato proprio in ottica espansione e quindi sarà possibile aggiungere tantissimi livelli creati personalmente o da altri giocatori.

Nella fase di creazione, i personaggi sono dotati di un jetpack che consente loro di volare liberamente all'interno del livello di gioco. Premendo la freccia giù della croce direzionale, si disabiliterà il motore del jetpack, ritornando, così, nelle condizioni di movimento normali. Disponendo cerchi, quadrati, sfere e altri elementi geometrici si può dare una prima connotazione al livello di gioco, per poi predisporre gli oggetti di cui si dispone. In pochi secondi, insomma, si può creare da zero un livello che poi acquisisce la sua consistenza poligonale e la sua colorazione grazie alla pletora di texture e abbellimenti che MediaMolecule ha predisposto.

Per ogni oggetto, il giocatore può determinare la posizione all'interno dello scenario, può modificarne la forma, può ruotarlo. Come abbiamo detto nella parte relativa ai controlli, ogni oggetto ha specifiche caratteristiche a seconda del materiale di cui è formato, e reagisce alle leggi della fisica a seconda di queste caratteristiche. Inoltre, gli oggetti possono essere dotati di nuove funzioni e combinati tra di loro. Si può impregnare una spugna di colla, aggiungere dei pistoni a un pezzo di metallo o applicare uno spago ad una trave di legno.

I giocatori accedono anche a tutta una serie di veicoli (razzi, skateboard) che sono o creati di default dagli sviluppatori o creati dagli utenti e inseriti nel proprio client di gioco attraverso PlayStation Network (un po' come avviene con le creature di Spore). Si possono ottenere nuovi oggetti completando i livelli di gioco o collezionando i bonus disseminati in giro.

Così come gli oggetti, anche i livelli di gioco possono essere condivisi con altri utenti di Lbp. Questi vengono, infatti, caricati sui server ufficiali e, successivamente, possono essere scaricati da altri utenti, in modo che questi ultimi li giochino o li modifichino a loro volta. Chi crea un livello può stabilire anche le condizioni di vittoria e scegliere un premio da assegnare a coloro che portano a compimento la missione associata a quel livello. I premi vinti constistono in oggetti che, dunque, possono essere utilizzati nelle proprie creazioni o assegnati nuovamente come premio.

Anche i personaggi sono personalizzabili. Questo processo, stavolta, avviene all'interno di un editor vero e proprio. Ai personaggi di base si possono applicare tutta una serie di aggiunte come cappelli, vestiti, armi, texture, colori. I giocatori possono sbizzarrirsi a piacimento e conferire uno stile ben preciso al proprio alter ego: si va dal buffo al serioso, dallo storico all'ultra-moderno, e così via. Alcuno oggetti per la personalizzazione provengono da serie famose del mondo Sony come Killzone, God of War, Heavenly Sword e Metal Gear Solid.

 
^