PlayStation Portable Dossier

PlayStation Portable Dossier

Una panoramica sull'universo che ruota attorno la PSP di Sony: dalle caratteristiche tecniche all'evoluzione della piattaforma e delle sue funzionalità, passando per gli oscuri lidi di downgrade, custom firmware e pirateria, e sbirciando oltre l'orizzonte, verso il futuro della console portatile più avanzata del mercato.

di Antonio Rauccio pubblicato il nel canale Videogames
SonyPlaystation
 

Homebrew

La possibilità di avviare sulla PSP eseguibili privi di firma digitale, ha aperto la strada ad un'intensa produzione di software amatoriali dedicati alla portatile Sony. Una delle prime e più diffuse applicazioni homebrew era banalmente l'ISO loader, per caricare immagini ISO degli UMD di giochi, ma ben presto sono fiorite tantissime applicazioni dagli intenti sicuramente più nobili e legali, che hanno esteso le possibilità e spesso superato i limiti previsti dalla stessa Sony.

Sony PSP

Ad esempio si possono trovare lettori multimediali che supportano formati non leggibili nativamente dalla PSP (ad esempio l'OGG, o il PMP, formato appositamente creato per la PSP da un programmatore italiano), oppure lettori mp3 alternativi come il Light Mp3, che riduce al minimo il consumo di risorse, aumentando quindi la durata della batteria e, di conseguenza, della riproduzione di musica.

Sony PSP

E ancora, editor di immagini e cad per il disegno di grafici funzionali, applicativi per gestire il consumo energetico, suite di programmi d'ufficio (blocco note, calcolatrice, rubrica, calendario, agenda...), protezione dell'accesso alla PSP con password, protezione dei dati personali con crittografia, download manager e client torrent per il web, simulatori di strumenti musicali, accordatore per strumenti a corda. Diffusione sempre maggiore anche per le shell, una sorta di skin per la PSP, che oltre a cambiare l'aspetto della dashboard standard Sony, offrono numerose funzionalità aggiuntive.

Sony PSP

E che dire di Joy Sense, un software che permette la ricalibrazione e la taratura dello stick analogico via software, risolvendo così i problemi di decentramento dello stick che spesso affliggono le PSP e che finora avevano come unica soluzione l'assistenza Sony (in effetti un programma di calibrazione e centramento dello stick doveva essere previsto dai progettisti della PSP). Inoltre la possibilità di variare la sensibilità dei tasti, consente di ovviare al problema che affliggeva la versione PSP di Street Fighter Alpha 3 MAX (di cui abbiamo fatto cenno in uno dei primi paragrafi), recuperando così un piccolo capolavoro.

Sony PSP

Ma la produzione software va ben oltre le utility qui brevemente accennate, e riesce a sfruttare la console portatile della Sony per usi impensabili. Sfruttare la porta infrarossi per usare la PSP come telecomando? Possibile grazie al PSP Universal Remote. Usare la PSP come radio sveglia e cardiofrequenzimetro? Si può fare con Time Baby. Far girare sistemi operativi come Windows o Linux su una console ludica portatile vi sembra una follia? E' invece una realtà. Giocare con "Indiana Jones - Fate Of Atlantis" per PC o con "Super Mario World" per SNes su PSP vi sembra una chimera? Basta installare uno dei tanti emulatori dedicati per PSP. Per non parlare dei giochi amatoriali, in genere abbastanza poveri per ovvi motivi, ma che in alcuni casi stanno raggiungendo vette di qualità inaspettate.

 
^