PlayStation Portable Dossier

PlayStation Portable Dossier

Una panoramica sull'universo che ruota attorno la PSP di Sony: dalle caratteristiche tecniche all'evoluzione della piattaforma e delle sue funzionalità, passando per gli oscuri lidi di downgrade, custom firmware e pirateria, e sbirciando oltre l'orizzonte, verso il futuro della console portatile più avanzata del mercato.

di Antonio Rauccio pubblicato il nel canale Videogames
SonyPlaystation
 

Sistema Operativo PlayStation: Firmware e funzionalità

Con la parola firmware si intende un layer applicativo a metà strada tra hardware e software, che consente di gestire direttamente le funzionalità offerte dalla macchina. È in parole povere il Sistema Operativo della PSP, e il suo aggiornamento consente di migliorare o addirittura aggiungere nuove funzioni e applicazioni. Basti pensare al browser web, inizialmente non disponibile e introdotto con la versione 2.00.

L'interfaccia di dialogo con cui il firmware consente all'utente di utilizzare i software e le applicazioni del dispositivo viene denominata Dashboard o XMB (Cross Media Bar), ovvero i menù grazie ai quali possiamo scegliere, ad esempio, se avviare il nostro disco di gioco o riprodurre gli mp3 sulla Memory Stick.

Sony PSP

La PSP, grazie al suo schermo di generose dimensioni e alla qualità audio offerta, è anche un ottimo lettore multimediale portatile. Nella seguente tabella elenchiamo i formati supportati dalla console aggiornata con i firmware ufficiali: questa precisazione è d'obbligo poiché con i custom firmware e gli homebrew la compatibilità può essere estesa.

Video su UMD
H.264/MPEG-4 AVC Main Profile Level3
Video su Memory Stick
MPEG-4 SP(MPEG-4 AAC)
H.264/MPEG-4 AVC Main Profile(MPEG-4 AAC)
Musica su UMD
H.264/MPEG-4 AVC Main Profile Level 3
Linear PCM, ATRAC3plus
Musica su Memory Stick
ATRAC3plus
MP3 (MPEG1/2 Audio Layer3)
Linear PCM(WAVE form)
AAC(MP4 form)
WMA
AAC(3GP form)
Foto su Memory Stick
JPEG (conforme al formato DCF2.0/Exif2.21)
TIFF
GIF
PNG
BMP

A partire dal primo firmware 1.00, nel corso del tempo sono state implementate ed aggiunte nuove funzionalità, tra cui un browser web, un lettore di RSS e Podcast, un riproduttore di video in streaming (il Location Free Player, proprietario Sony), un emulatore PlayStation per giocare ai titoli scaricati dal PlayStation Store, la funzione fotocamera, la Internet Radio, GO!Messenger e Skype (quest'ultimo solo per la PSP Slim & Lite).

L'evoluzione dei firmware riveste particolare interesse perché al centro delle possibilità di hacking della PSP. Prendiamo in esame la versione base 1.00, che consente l'esecuzione di qualsiasi eseguibile, senza controllo di firma digitale: ciò permette l'avvio di software amatoriali, ad esempio un ISO loader per avviare immagini di giochi PSP. Questa caratteristica in teoria doveva essere impossibile dalla versione 1.50 (quella installata sulle prime PSP messe in commercio nel mondo) in poi, ma le cose non sono andate esattamente così: a causa di un bug nella gestione del filesystem FAT32, la versione 1.50 consente tranquillamente l'esecuzione di qualsiasi codice.

Con le versioni successive, Sony ha cercato di risolvere sia il buco del firmware 1.50, sia quelli nel frattempo riscontrati in firmware più recenti (bug nella decodifica delle immagini TIFF, bug presenti in "GTA Liberty City Stories" e in "Lumines"...), che consentendo l'esecuzione di software senza firma digitale, hanno acceso in maniera acuta il fenomeno della pirateria e aperto la strada ai downgrade, ai custom firmware e agli homebrew.

 
^