PlayStation Portable Dossier

PlayStation Portable Dossier

Una panoramica sull'universo che ruota attorno la PSP di Sony: dalle caratteristiche tecniche all'evoluzione della piattaforma e delle sue funzionalità, passando per gli oscuri lidi di downgrade, custom firmware e pirateria, e sbirciando oltre l'orizzonte, verso il futuro della console portatile più avanzata del mercato.

di Antonio Rauccio pubblicato il nel canale Videogames
SonyPlaystation
 

Caratteristiche tecniche

La PSP possiede un hardware di tutto rispetto, la cui concezione è derivata dalla casalinga PS2 (di cui, per certi versi, rappresenta una versione in scala). Il design è elegante e curato nei minimi particolari. La maneggevolezza è molto buona, anche se hanno fatto molto discutere le scelte sui controlli: pur richiamando la stessa configurazione del classico pad della PlayStation, l’assenza del secondo stick analogico ha rappresentato spesso un grave problema nello sviluppo dei giochi (si pensi agli sparatutto in prima persona). Inoltre il pad digitale è risultato molto "duro", dando problemi di controllo in qualche titolo in cui la sensibilità è maggiormente necessaria: ad esempio, Street Fighter Alpha 3 MAX è una conversione praticamente perfetta, ma gravemente frustrata dai controlli, che di fatto rendono molto più complicata l'esecuzione di mosse speciali, rovinando così un potenziale "must have".

Diamo ora uno sguardo alle caratteristiche tecniche della macchina: nel seguente schema comparativo mettiamo a confronto le caratteristiche delle due versioni PSP fino ad oggi lanciate sul mercato.

Untitled Document
PSP "Fat"
PSP Slim
Processore
Dual Processor a 128 bit
Processore principale Allegrex basato sull'Architettura MIPS R4000 a 32-bit, con frequenza variabile da 1 a 333 MHz (Default: 222 MHz)
Coprocessore matematico Media Engine CXD5026-203GG con frequenza variabile da 1 a 333 MHz (Default: 222 MHz)
Graphics Processing Unit
Processore grafico Sony CXD2962GG da 166 MHz
Rendering di picco pari a 33 Milioni di poligoni/secondo a 60 fps
Effetti grafici avanzati di Bump Mapping, blur e luci dinamiche
Pixel fill rate: 664 milioni di pixel al secondo
Memoria RAM integrata
32 MB
64 MB
Memoria DRAM
4 MB (2 dedicate alla GPU + 2 dedicate alla decompressione video)
Memoria Flash
Samsung 501/437 (a seconda dei modelli) da 32 MB
Schermo LCD
4,3 pollici (16:9), unità TFT a matrice attiva
16,7 milioni di colori (24 bit)
Risoluzione massima 480 x 272
Audio
Virtual Surround a 16 bit
Interfaccia
Connettore DC IN 5V
Prese per ricarica
Presa cuffia/microfono
USB ad alta velocità
Connettore DC OUT
Ingresso Memory Stick Duo
LAN wireless (IEEE 802.11b)
Porta IR
Composite video output
Collegamento ad una rete wireless

Normale IEEE 802.11b
WEP 128 bit/64 bit
Formato di modulazione: DS-SS (conforme allo standard IEEE 802.11b)
Modalità infrastruttura
Modalità ad hoc

Controlli
Gamepad integrato a 8 pulsanti, con pad digitale e ministick analogico
Dimensioni esterne
Circa 170 x 74 x 23 mm (larghezza x altezza x profondità)
(escluse le parti sporgenti)
Circa 169.4 x 71.4 x 18.6 mm (larghezza x altezza x profondità)
(escluse le parti sporgenti)
Peso
Circa 280 g (inclusa la batteria)
Circa 189 g (inclusa la batteria)
Supporti
Unità disco di sola lettura per UMD (Universal Media Disk)
Memory Stick Duo
Laser UMD
Lunghezza d'onda 655-665 nm
Alimentazione max 0,28 mW
Alimentazione Semiconduttore, continuo
Alimentazione
Adattatore AC: DC 5,0 V
Batteria ricaricabile al litio di ioni, con autonomia di circa 6 ore
Tensione CC 3,6 V
Capacità 1800 mAh
Adattatore AC: DC 5,0 V
Batteria ricaricabile al litio di ioni, con autonomia di circa 8-10 ore
Tensione CC 3,6 V
Capacità 1200 mAh
Consumo energetico massimo
Circa 6 W (in ricarica)
Temperatura di utilizzo ambientale
5°C - 35°C
O.S.
Sistema Operativo PlayStation (derivato da NetBSD) aggiornabile via internet (firmware)

La Slim & Lite non ha rappresentato quel passo avanti che l'utenza si aspettava (in primis l'aggiunta del secondo stick analogico), ma ciò nonostante qualche benvenuta miglioria è stata implementata. Innanzitutto sono state apportate modifiche estetiche e logistiche: minor spessore (e di conseguenza minor peso), nuovo design per il vano degli UMD, switch Wi-Fi spostato sul lato superiore della console, speakers collocati sul fronte, visibili ai lati della parte superiore dello schermo.

Prestazioni migliorate con il raddoppio della RAM, a beneficio principalmente dell’UMD-cache (caricamento dei giochi velocizzato), aumentata la sensibilità dei pulsanti e del pad digitale, maggior durata della batteria (minor consumo ma minor capacità) e ora ricaricabile tramite il cavo USB. Con la Slim è stata rimossa la porta IR (probabilmente perché considerata una tecnologia superata), ma aggiunta un’uscita video per collegare la PSP al televisore, sia per giocare sullo schermo casalingo, sia per vedere foto o film (in entrambi i formati 4:3 o 16:9).

 
^