Age of Conan vuole il trono di World of Warcraft

Age of Conan vuole il trono di World of Warcraft

Mancano ormai pochi giorni al lancio della versione definitiva di Age of Conan: Hyborian Adventures. Il MMORPG sviluppato dalla norvegese Funcom propone tanti elementi originali come il nuovo sistema di combattimento o gli assedi alle fortezze. In questa anteprima riportiamo i dettagli del gameplay.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
World of Warcraft
 

Introduzione

Il genere dei MMORPG è ormai saldamente il trainatore del mercato videoludico PC. Potremmo dire, semplificando di molto le cose, che ha soppiantato dopo anni di predominio gli sparatutto in prima persona. Questi ultimi erano sostanzialmente il genere di riferimento perché promotori delle nuove tecnologie e perché caratterizzati da un gameplay che ben si adatta al sistema di interfacciamento tipico dei PC. I MMORPG offrono un business model valido che consente alle società di recuperare il capitale investito e combattono in maniera proficua la pirateria (il dover passare attraverso i server ufficiali permette di verificare la genuinità delle chiavi d'accesso).

Fino ad oggi regina indiscussa del settore è stata Blizzard, con il sempre più citato World of Warcraft. Sono tanti i motivi del successo del MMORPG che ormai annovera oltre 10 milioni di utenti registrati, ma i principali riguardano la vastità del mondo di gioco, la possibilità di potersi incontrare sempre e comunque in qualsiasi parte della mappa, l'ambientazione di Warcraft. Blizzard ha riscosso un enorme successo commerciale che le ha consentito di ergersi da semplice sviluppatore a produttore (vedi fusione con Activision).

L'evoluzione tecnologica raggiunta in ambito PC è sufficiente per un sorpasso a World of Warcraft? La risposta a questa domanda è in Age of Conan: Hyborian Adventures, MMORPG in sviluppo ormai dal 2003 presso Funcom e ormai vicinissimo al rilascio ufficiale. Il gioco di ruolo online della software house norvegese si rifà alle storie scritte da Robert E. Howard nella prima parte degli anni '30. Funcom si è sforzata di ricreare il mondo descritto da Howard nella maniera più fedele possibile, rispettandone lo stile e i colori.

La prima volta che si entra nel mondo di Hyboria, i giocatori possono scegliere se giocare da soli o se condividere l'esperienza virtuale con gli altri giocatori. Di giorno, sostanzialmente, si gode della compagnia degli altri; di notte si è da soli. Basta dormire in una taverna per cambiare tra giorno e notte. Questo discorso vale per i primi 20 livelli di gioco: una volta raggiunta l'esperienza necessaria si abbandona l'isola iniziale, Tortage, per entrare nel mondo di gioco principale. Qui, come vedremo nel dettaglio più avanti, tutto è dinamico: i giocatori possono creare gilde, conquistare territori, fondare città o attaccarle.

Funcom ha pensato ad un sistema di esperienza rapido: di fatto, non occorrerà molto tempo per portare il proprio personaggio al massimo livello di esperienza (80). Una volta che sono stati completati tutti i livelli di esperienza si inizia il gioco vero e proprio. Su questa parte di Age of Conan, basata sul cosiddetto "siege warfare", ovvero sulla conquista e sulla difesa delle fortezze, si lavora e si continuerà a lavorare alacremente, in modo da fornire contenuti sempre aggiornati. Un'altra importante novità riguarda il sistema di combattimento, definito "Real Combat". Lo spiegheremo nel dettaglio più avanti, per il momento ci limitiamo a dire che si baserà sulle combo e che conferisce al MMORPG di Funcom una consistente dose di azione. Anche per via di questa caratteristica, Funcom preferisce definire Age of Conan come "online action RPG" piuttosto che come MMORPG.

Funcom ha ottenuto la popolarità grazie a un'avventura grafica che ha sconvolto i cardini di questo, purtroppo morente, genere. Si tratta di The Longest Journey, titolo ad ambientazione fantasy rilasciato nel 1999. The Longest Journey ebbe un seguito, Dreamfall: The Longest Journey (2006), stavolta in tre dimensioni ma molto meno di spessore rispetto al predecessore. Il debutto di Funcom nel campo dei MMORPG avviene, invece, con Anarchy Online, uscito nel 2001 e caratterizzato da un'ambientazione fantascientifica. La tecnologia che sta alle spalle di Age of Conan deriva da quella di Anarchy Online. Quest'ultimo fu espanso tre volte: da The Notum Wars, da The Shadowlands e da Alien Invasion.

Per accedere ai server ufficiali, come è ricorrente quando si parla di MMORPG, occorre pagare un abbonamento mensile di 14,99 €. I server ufficiali saranno aperti il 23 maggio, data di rilascio del gioco per ciò che concerne la versione europea (20 maggio per la versione nordamericana). Al momento è in corso una open beta che in realtà ha più le caratteristiche di una closed beta: sostanzialmente, si ottengono le chiavi attraverso Fileplanet, ma occorre iscriversi per almeno un mese (costo di circa 6 €) e, nonostante l'iscrizione, non è garantito che le chiavi siano disponibili (a causa dell'elevata richiesta).

 
^