Grand Theft Auto IV: il delirio di Liberty City

Grand Theft Auto IV: il delirio di Liberty City

Tutto quello che c'è da sapere sul quarto episodio di Grand Theft Auto IV in uscita il 29 aprile nei formati PlayStation 3 e XBox 360. Rockstar North punta su un maggiore livello di libertà e su un mondo con il quale i giocatori possono interagire direttamente. Gta IV è innovativo anche dal punto di vista tecnico per l'impiego del motore RAGE e di euphoria.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
XboxPlaystationGrand Theft AutoMicrosoftSony
 

Novità

Rockstar promette che Gta IV non costringerà il giocatore ad alcun tipo di attesa. Al di là del caricamento iniziale, infatti, il motore del gioco non ha bisogno di ulteriori caricamenti per le varie parti della mappa. "Gta IV si gioca dall'inizio alla fine senza alcuna schermata di caricamento", ha sostenuto un portavoce di Rockstar.

Nella pagina precedente parlavamo di un rivisto livello di interazione con il mondo di gioco. Il protagonista principale (vedi pagina riservata alla storia), Niko Bellic, può arrampicarsi sui pali del telefono e osservare da un rinnovato punto di vista la città, può spingere le persone (qualcuno ha detto Assassin's Creed?) che passeggiano sul marciapiede, può telefonare a delle ragazze e fissare appuntamenti galanti, può giocare a freccette o a biliardo. Per vari motivi, inoltre, Niko può essere intossicato da qualche sostanza e inciampare per strada: in questi frangenti la telecamera si muove in maniera scomposta.

Come più volte ribadito, in Grand Theft Auto IV non saranno presenti gli aerei. Questa decisione è probabilmente da attribuire all'ambientazione: una Liberty City troppo simile a New York con gli aerei di mezzo avrebbe ricordato spiacevoli avvenimenti di attualità. Ci saranno, comunque, gli elicotteri e ritornerà anche il Francis International Airport visto in Grand Theft Auto III.

È adesso possibile utilizzare dei taxi per spostarsi velocemente da un punto all'altro della mappa. In questi frangenti ci troveremo nel sedile posteriore dell'auto e la prospettiva passerà in prima persona. Si può comunque decidere di ammirare Liberty City anche dalla classica prospettiva in terza persona. Se vogliamo risparmiare del tempo, comunque, è possibile saltare la sequenza in modo da ritrovarsi immediatamente nel punto di arrivo.

La personalizzazione dell'alter ego digitale è molto più limitata rispetto a San Andreas. Niko può cambiare vestiti, ma con una scelta comunque meno ampia rispetto al gioco precedente, e non può ingrassare o affinare la muscolatura.

Abbiamo parlato di telefono cellulare in precedenza, in realtà con questo dispositivo adesso si possono compiere molte azioni. Innanzitutto, quando selezioneremo il tasto relativo al cellulare una schermata ce lo mostrerà da vicino e ci darà la possibilità di comunicare con altri personaggi, chiedendo, ad esempio, se vengono ad incontrarci in un determinato punto della mappa. Il cellulare, inoltre, consentirà di riavviare le missioni che non hanno avuto esito positivo, di selezionare le stazioni radio da ascoltare, di contattare i paramedici o la stazione dei pompieri. Una funzione interessante è quella relativa alle foto: adesso Niko, sempre per mezzo del cellulare, può scattare foto alle risse che vede in strada e mandarle alla polizia.

Rockstar ha fatto riferimento anche a relazioni interpersonali dinamiche. Sostanzialmente, non rispondere al telefono o non prestare aiuto a qualcuno che chiede il nostro intervento influirà sulla relazione con quella persona e sul comportamento di quest'ultima nei nostri confronti. I pedoni, d'altronde, saranno molto più intelligenti rispetto al passato: potranno leggere il giornale, bere, parlare tra di loro, usare il telefono, fumare sigarette, pagare. Tra i civili ci sono adesso anche i barboni: è possibile vederli rifugiati nei veicoli mentre si scaldano le mani intorno a barili che bruciano. La densità del traffico, inoltre, cambierà a seconda del momento della giornata: nelle ore di punta ci sarà più congestione di pedoni e macchine, mentre di notte si procederà più speditamente. Alcuni pedoni, inoltre, presteranno aiuto alle persone infortunate e ferite dalle azioni di Niko.

Quanto al ruolo di internet, accennato nelle pagine precedenti, bisogna dire che Rockstar ha allestito un web fittizio. Il giocatore, infatti, può navigare in oltre 100 siti ricostruiti per l'occorrenza alla ricerca di informazioni che possono tornagli utili per completare le missioni. Dall'interno di Gta IV, ovviamente, non sarà possibile navigare nella vera internet. Collegarsi alla rete sarà possibile attraverso i cyber cafè sparsi nella mappa di gioco. Niko, se entrerà in possesso di una macchina della polizia, potrà interagire anche con il database segreto delle forze dell'ordine: all'interno troverà informazioni sugli altri criminali e, a seconda di quanto avvenuto, anche su sé stesso.

Ogni via di Liberty City ha uno specifico nome e, in alcuni casi, verrà richiesto a Niko di recarsi ad uno specifico indirizzo. Rockstar ha anche pensato ad un sistema di auto-salvataggio della partita ogni qual volta il giocatore realizza dei progressi nelle missioni. Ogni giorno virtuale corrisponde a 48 minuti (mentre nei precedenti Gta corrispondeva a 24 minuti), mentre ogni ora virtuale corrisponde a 2 minuti.

 
^