I migliori videogiochi del 2007: la parola ai lettori

I migliori videogiochi del 2007: la parola ai lettori

Attraverso un sondaggio organizzato sul nostro forum, i lettori di Hardware Upgrade hanno espresso le proprie preferenze sui migliori titoli di gioco del 2007. Viene fuori così una classifica comprendente giochi per tutte le piattaforme di nuova generazione e per PC. Si procede dalla decima posizione fino alla prima e le sorprese non mancano

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

8a posizione

Mass Effect

Produttore: Microsoft
Sviluppatore: BioWare
Distributore: Microsoft
Piattaforme: XBox 360
Rilascio: novembre
Percentuale di voti conseguita: 3,43%

Frutto dell'ormai conclusa collaborazione tra Microsoft e BioWare, Mass Effect è certamente il gioco di ruolo dell'anno. Basato su alcune delle meccaniche di gioco che hanno reso celebri gli RPG di BioWare, Mass Effect è un titolo a tutti gli effetti di nuova generazione che miscela il gameplay da sparatutto a una svariata moltitudine di elementi da gioco di ruolo puro. Il risultato è un prodotto decisamente dinamico e divertente, valido tecnologicamente grazie a Unreal Engine 3 e di spessore per ciò che concerne l'aspetto squisitamente da RPG.

I combattimenti sono probabilmente l'elemento meglio riuscito di Mass Effect. Il giocatore agisce dalla prospettiva in terza persona e con meccaniche da sparatutto. È fondamentale sfruttare i ripari di cui sono dotate le mappe e organizzare le strategie d'attacco del proprio team. Il personaggio principale è, infatti, accompagnato da altri due membri che possono ricevere ordini. È purtroppo impossibile fornire ordini distinti ai due membri, ma questa funzione avrebbe certamente reso molto più ostica l'interfaccia di gioco e meno immediato il gameplay.

Una componente fondamentale è quella legata all'esplorazione. Il giocatore, per mezzo della nave Normandy, può visitare differenti pianeti, ognuno dotato di precise caratteristiche morfologiche. Inoltre, occorrerà portare a termine delle investigazioni, un po' come accadeva in Knights of the Old Republic. Questa componente è stata curata in maniera approfondita da BioWare, visto che è stata allestita una mole praticamente sterminata di dialoghi. Il giocatore può decidere quale risposta fornire scegliendola da un menu apposito oppure le domande da fare. Può interrompere chi parla, in modo da provocarne specifiche reazioni.

Le sei classi di base sono: Soldier, Engineer, Adept, Infiltrator, Sentinel e Vanguard. La classe Soldier dà la possibilità di utilizzare diversi tipi di armi, Engineer di impiegare omni-tool e abilità tecnologiche, Adept di sfruttare le biotecnologie. Le altre tre classi costituiscono una via di mezzo tra due delle classi che abbiamo appena citato: Infiltrator si colloca tra Soldier ed Engineer, Sentinel tra Engineer e Adept, Vanguard tra Soldier e Adept.

Quanto alla storia, diciamo sommariamente che secondo un'antica profezia aliena, ogni cinquantamila anni viene aperto un portale che separa il normale universo dal regno sottostante. Allo scopo di investigare tutte le forme di vita organica, viene mandata un'intelligenza artificiale, della quale gli umani intendono liberarsi. Il giocatore impersona il comandante Shepard che è a capo di un piccolo gruppo d'assalto con l'obiettivo di arrestare l'avanzate delle forze armate di Saren. Questi era in passato un agente Spectre come Shepard, ma adesso ha deciso di ribellarsi contro l'umanità per vendicare le ingiustizie subite dal suo popolo. Per far ciò prende il controllo di una rudimentale forma di intelligenza artificiale, Geth. Uno dei temi principali di Mass Effect riguarda le relazioni tra vita biologica e vita artificiale: produrre forme di vita artificiale, infatti, è vietato ed è considerato come un crimine contro l'intera umanità.

Graficamente Mass Effect è su livelli di eccellenza, soprattutto per ciò che concerne la modellazione dei personaggi. Il sapiente uso di normal e parallax maps, coniugato alla presenza di tanti poligoni e di tanti effetti in post-processing, rende ogni personaggio ampiamente realistico. Soprattutto i volti dei personaggi appaiono definiti come non mai in un videogioco, merito anche delle ottime animazioni facciali. BioWare ha pensato ad un motore fisico in tempo reale, il quale consente al giocatore di interagire con gli oggetti e che agisce sugli stessi modelli poligonali dei personaggi.

 
^