Videogiochi: cosa riserva il 2008

Videogiochi: cosa riserva il 2008

I titoli più importanti, in fatto di gameplay e di tecnologia, dell'anno che è appena entrato. Le caratteristiche, i dettagli tecnici e le aspettative sui 18 videogiochi più promettenti tra quelli che saranno rilasciati nel 2008. Si parla, tra gli altri, di Grand Theft Auto IV, Spore, Metal Gear Solid 4, Rage, Tomb Raider: Underworld.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Grand Theft Auto
 

Fable 2 (XBox 360)

Ritorna Fable e lo fa ancora una volta su piattaforma Microsoft. Il gioco di ruolo di Lionhead Studios, infatti, è rivolto esclusivamente a XBox 360. Sarà dotato di un restyling grafico, fisico e strutturale, visto che la software house di Peter Molyneux promette una maggiore dinamicità rispetto al predecessore. Fable 2 si avvarrà della piattaforma Havok per la gestione della fisica, di un motore grafico proprietario e della tecnologia middleware Kynapse per la gestione dell'intelligenza artificiale. Quest'ultima è sviluppata da Kynogon ed è impiegata anche in Crackdown, Alone in the Dark 5, Medal of Honor: Airborne, Sacred 2 e Il Signore degli Anelli Online: Le Ombre di Angmar.

Fable 2 sarà ambientato 500 anni dopo il suo predecessore, presentando dunque un'ambientazione sostanzialmente differente, nuove armi, nuovi personaggi, nuovi scenari di gioco. Inoltre, l'impostazione generale sarà molto più matura rispetto al predecessore. Potremo mostrarci amichevoli od ostili nei confronti degli abitanti dei vari villaggi. Questo si ripercuoterà anche sull'evoluzione degli stessi villaggi, i quali, infatti, possono crescere o restare tali in funzione delle azioni del nostro eroe. Il mondo di gioco, dunque, sarà dinamico e sarà soggetto alle decisioni del giocatore. Non è ancora confermato ufficialmente, ma è possibile che Fable 2 sia dotato dell'alternanza delle stagioni.

Inoltre, se nel primo Fable il giocatore era obbligato ad impersonare un bambino, adesso potrà scegliere il sesso del proprio alter ego. Molyneux ha promesso che anche il fisico dei personaggi femminili, al pari di quello dei personaggi maschili, si evolverà in maniera realistica con il passare del tempo.

Rivoluzionato anche il sistema dei matrimoni. Adesso sarà, infatti, possibile avere dei bambini ed educarli. Questi tenderanno a seguire le orme dei propri genitori, anche in funzione del loro atteggiamento morale. A quanto pare, inoltre, l'antagonista già visto nel primo Fable, Lucien, prenderà stavolta di mira il nostro partner e i nostri figli, il che realizza un'interessante nuova caratteristica del gameplay nella misura in cui saremo chiamati a difendere i nostri cari.

Grossa enfasi è stata posta sulla presenza di un pet-in-game, precisamente di un cane. Quest'ultimo scorterà il personaggio che interpretiamo e lo difenderà in caso di attacco. Il giocatore può interagire con il cane, ammonendolo, ad esempio, su determinati comportamenti. Inoltre, l'animale si renderà conto degli atteggiamenti del padrone e tenterà di imitarli. Sarà, inoltre, prezioso nelle fasi di esplorazione e nel trovare la strada giusta per venire fuori da un labirinto o da un bosco. Il cane apprenderà anche come agire nei combattimenti: se, ad esempio, sguainiamo la spada si dirigerà verso coloro che attaccano dalla distanza con armi da fuoco piuttosto che attaccare chi ci sta vicino.

Merita una descrizione separata il nuovo sistema di combattimento. Questo è basato su un unico tasto (X, il tasto blu), in modo da consentire un immediato approccio al gioco anche agli utenti di XBox 360 meno esperti. È possibile eseguire mosse avanzate e/o combo combinando la X con i tasti direzionali, o premendo più o meno a lungo. Con il tasto rosso, invece, si eseguono gli attacchi magici, mentre con quello verde si agisce con le armi dalla distanza. Durante i combattimenti, inoltre, ci si potrà avvantaggiare degli elementi che costituiscono gli scenari di gioco.

Lionhead Studios ha pensato anche ad un sistema alternativo per la gestione del post-morte. Sostanzialmente, una volta morti, potremo decidere se pagare un pegno in oro o in punti esperienza oppure se attendere qualche secondo e ritornare, dunque, automaticamente in vita. In questo secondo caso, però, il nostro alter ego risulterà contraddistinto da un evidente segno (una cicatrice, ad esempio) per il resto della campagna single player.

In Fable 2 non ci saranno delle scene di intermezzo, a parte la sequenza iniziale dalla durata di circa un minuto. Lionhead ha inoltre pensato, per l'individuazione dei punti cruciali durante il gioco, ad un sistema simile a quello impiegato in Gears of War: sostanzialmente occorerà premere un tasto per spostare la visuale su quanto di importante sta accadendo. Microsoft e Lionhead Studios non hanno ancora comunicato una probabile data di rilascio per Fable 2, ma con ogni probabilità sarà disponibile entro la fine del 2008.

 
^