Videogiochi: cosa riserva il 2008

Videogiochi: cosa riserva il 2008

I titoli più importanti, in fatto di gameplay e di tecnologia, dell'anno che è appena entrato. Le caratteristiche, i dettagli tecnici e le aspettative sui 18 videogiochi più promettenti tra quelli che saranno rilasciati nel 2008. Si parla, tra gli altri, di Grand Theft Auto IV, Spore, Metal Gear Solid 4, Rage, Tomb Raider: Underworld.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Grand Theft Auto
 

Metal Gear Solid 4: Guns of the Patriots (PS3)

Sfruttare in maniera soddisfacente l'hardware di PlayStation 3 è finora stato arduo per quasi tutti gli sviluppatori. Molto spesso le controparti XBox 360 dei giochi si rivelano maggiormente performanti sul piano delle prestazioni e anche i titoli in esclusiva (togliendo Ratchet & Clank Future: Tools of Destruction) non reggono il passo, dal punto di vista squisitamente tecnologico, con i titoli più validi per XBox 360 e PC. Proprio per questo, in casa Sony si punta moltissimo su Metal Gear Solid 4, e non solamente per il comparto tecnologico.

La struttura di gioco del quarto Metal Gear Solid sarà naturalmente basata su quella che ha reso famosi i predecessori. Dalla telecamera in terza persona il giocatore ha, dunque, la possibilità di scegliere se agire secondo un approccio stealth o in maniera più immediata. Viene confermato il sistema di orientamento libero della telecamera introdotto con Metal Gear Solid 3: Subsistence, ovvero l'ultimo episodio della serie apparso su PlayStation 2. Ciò garantisce una maggiore precisione nella mira.

Una caratteristica di cui si è parlato molto è il nuovo sistema di mimetizzazione, individuato con il nome di Octo Cam. Snake può, infatti, assumere forma e colori a seconda di quanto lo circonda: in questo modo è in grado di confondersi con il resto delle ambientazioni. Tutto ciò sarà possibile, comunque, solamente nel momento in cui Snake è perfettamente immobile.

D'altronde, il motto di questo Metal Gear Solid è "nessun posto per nascondersi", il che dà un'idea dell'approccio maggiormente dinamico che Kojima vuole dare al suo nuovo pargolo. Sostanzialmente, non ci saranno più dei pattern prestabiliti, ma si potrà sfruttare ciò che compone gli ambienti in maniera dinamica. Inoltre, nel preparare un attacco bisognerà tenere conto anche dello stato emotivo dell'avversario di turno: se questi è in uno stato di panico, non cercherà ovunque ma penserà piuttosto a scappare; se è calmo, invece, controllerà ogni posto in cui è possibile nascondersi. Inoltre, se si coglie un nemico di sorpresa e lo si aggancia da dietro, questi potrebbe impaurirsi e lasciar cadere la propria arma. Snake può raccogliere l'arma dell'avversario e perquisirlo.

Metal Gear Solid 4 è ambientato diversi anni dopo l'incidente Manhattan raccontato nel secondo capitolo della serie. La guerra coinvolge ormai ogni parte del globo, mentre i mercenari sono ingaggiati per risolvere questa o quella tensione tra potenze. Guns of the Patriots, d'altronde, è anche un rinnovarsi di temi e personaggi, con i celebri volti della serie ormai emaciati dagli anni che passano. Lo stesso Snake ha una connotazione fisica sensibilmente differente rispetto a quella a cui siamo abituati, mentre un Raiden ancora più irriconoscibile è adesso dotato di un esoscheletro preparatogli dalla compagnia Tokugawa Heavy Industries.

Tornano anche Naomi Hunter, Meryl Silverburgh, il colonnello Roy Campbell, Liquid-Ocelot. Ovviamente non mancano i robot che danno il titolo alla serie, i quali stavolta appaiono in numero più consistente e in un formato più agile ed efficace. I Metal Gear, come vuole la tradizione, continuano a produrre versi animali e a sanguinare se feriti. Da quanto mostrato nei trailer si paventa che Guns of the Patriots possa essere l'ultimo episodio della serie con Solid Snake, perlomeno nelle canoniche sembianze.

Dal punto di vista tecnico, il nuovo Metal Gear Solid supporterà la risoluzione 720p e sfrutterà le funzionalità del controller SixAxis di cui è dotata PlayStation 3. Guns of the Patriots risiederà ovviamente su Blu-ray, occupando una consistente porzione dello spazio messo a disposizione.

Metal Gear Solid 4 sarà commercializzato congiuntamente ad uno starter pack di Metal Gear Online, ovvero la sua componente online. In questa versione, saranno comprese cinque mappe per il gioco in multiplayer. Metal Gear Online consentirà a 16 giocatori di affrontare match multiplayer. Il gioco pone grossa enfasi sulla personalizzazione e sulla possibilità di migliorare le abilità personali del proprio alter ego. L'esperienza accumulata consente di sbloccare nuove abilità speciali.

Inoltre, il sistema SOP dà la possibilità ad ogni membro del team di localizzare i compagni, grazie a nanomacchine impiantate nelle vene. Anche i nemici possono essere bersaglio delle nanomacchine, il che consente ai membri della squadra avversaria di monitorarne i movimenti. La versione completa di Metal Gear Online sarà venduta separatamente da MGS 4. Il gioco sarà costantemente aggiornato per mezzo di PlayStation Network.

Entrambi i titoli sono attualmente previsti nel secondo quarto del 2008.

 
^