Videogiochi: cosa riserva il 2008

Videogiochi: cosa riserva il 2008

I titoli più importanti, in fatto di gameplay e di tecnologia, dell'anno che è appena entrato. Le caratteristiche, i dettagli tecnici e le aspettative sui 18 videogiochi più promettenti tra quelli che saranno rilasciati nel 2008. Si parla, tra gli altri, di Grand Theft Auto IV, Spore, Metal Gear Solid 4, Rage, Tomb Raider: Underworld.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Grand Theft Auto
 

Dragon Age (PC)

Dopo Mass Effect e dopo l'acquisizione da parte di Electronic Arts, BioWare torna ad un gioco rivolto al mondo PC. Dragon Age è un progetto decisamente ambizioso, di lunga durata e, dunque, potenzialmente in grado di scardinare alcuni canoni fissi del genere dei giochi di ruolo. BioWare torna a lavorare su un progetto dedicato esclusivamente al PC dai tempi del primo Neverwinter Nights, ovvero dal 2002.

Dragon Age viene descritto come un seguito "spirituale" della serie Baldur's Gate. L'ambientazione è molto più dark rispetto a quella dei precedenti giochi di BioWare. Viene influenzata dal fantasy moderno "realistico" sulla scia di A Game of Thrones di George R. R. Martin. Il sistema di combattimento ricorderà quello di Baldur's Gate, ovviamente con le naturali evoluzioni. Rispetto all'indimenticabile capolavoro degli anni '90, rimane la possibilità di impartire una serie di ordini ai personaggi che compongono il party mentre il gioco è in pausa, in modo che tali ordini vengano eseguiti a catena non appena si ritorna in azione.

Il nuovo gioco di ruolo di BioWare si basa su un mondo open ended. Lo sviluppo dei personaggi è basato su un sistema a classi: ai livelli di esperienza più alti, infatti, è possibile accedere alle classi più specializzate. L'unica risorsa magica, inoltre, è il mana. Il gameplay, come accennato, è fortemente basato sui party.

Enormi mostri ostacoleranno il cammino del giocatore. Quest'ultimo sarà, tuttavia, in grado di districarsi fra le loro zampe o montare sulla loro schiena in modo da scovare i punti deboli delle infernali creature. Dragon Age non comprenderà il supporto Dungeons & Dragons, ma BioWare sembra essere intenzionata a seguire da vicino lo schema delle regole e delle classi del popolare gioco da tavolo.

Quanto alle conversazioni, viene utilizzato un sistema simile a quello di Mass Effect. BioWare sta lavorando ad una tecnologia grafica apposita per Dragon Age, individuata con il nome di Eclipse Engine, evoluzione dell'Electron Engine che muove Neverwinter Nights 2 e The Witcher. Il nuovo motore supporta le librerie DirectX 10 ed è pensato per gestire enormi spazi aperti e un numero elevato di modelli poligonali. Al momento non è stato definito se verrà dato spazio alla creazione di contenuti aggiuntivi da parte degli utenti attraverso un editor dedicato. BioWare non ha voluto chiarire neanche le modalità di funzionamento della componente multiplayer.

In relazione al personaggio che sceglieremo, Dragon Age offrirà differenti background che condizioneranno le prime ore di gioco. Insomma, questa fase sarà totalmente differente a seconda del personaggio scelto. Non viene mantenuto il sistema di allineamento morale dei precedenti giochi di BioWare, ma le scelte realizzate dal giocatore nel corso dell'avventura influiranno ugualmente sulla storia. Uccidere un re in un modo piuttosto che in un altro, ad esempio, influirà sull'atteggiamento di intere razze nei nostri confronti. Tutto ciò influisce anche sui personaggi gestiti dall'IA che combattono al nostro fianco: se delusi dal nostro comportamento, infatti, potranno abbandonarci.

BioWare ha compiuto uno studio apposito per la gestione della telecamera. Questa seguirà il personaggio dalla prospettiva in terza persona quando si è fuori dai combattimenti, ma si sposterà nella prospettiva isometrica quando si è impegnati in un combattimento. In questi frangenti, esattamente come accade in un RTS, il giocatore può impartire gli ordini al proprio team, utilizzando anche la pausa per pianificare il tutto con calma.

Attualmente non vi è una data di rilascio per Dragon Age. Il gioco inizialmente era previsto per l'ultima parte del 2007 o, al più, per i primi mesi del 2008; tuttavia, non è lecito attenderlo prima del 2008 inoltrato.

 
^