Videogiochi: cosa riserva il 2008

Videogiochi: cosa riserva il 2008

I titoli più importanti, in fatto di gameplay e di tecnologia, dell'anno che è appena entrato. Le caratteristiche, i dettagli tecnici e le aspettative sui 18 videogiochi più promettenti tra quelli che saranno rilasciati nel 2008. Si parla, tra gli altri, di Grand Theft Auto IV, Spore, Metal Gear Solid 4, Rage, Tomb Raider: Underworld.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Grand Theft Auto
 

Battlefield Bad Company (PS3, XBox 360)

Sviluppato da Digital Illusions CE, così come gli altri capitoli della serie, Battlefield Bad Company è indirizzato esclusivamente alle console di nuova generazione, dunque PlayStation 3 e XBox 360. È uno sparatutto in prima persona dall'impostazione simile a Operation Flashpoint per alcuni versi (perlomeno per l'ampiezza delle mappe e per i movimenti dei soldati sul campo di battaglia), ma con un approccio decisamente più frenetico che non prevede il controllo degli altri membri della squadra d'assalto.

Il giocatore deve pensare esclusivamente a ritagliarsi un proprio ruolo nelle strategie d'assalto e di portare a termine i propri obiettivi. L'impostazione di base è ironica, con dei personaggi e con delle situazioni pensate appositamente per conferire al gioco un tono scherzoso.

Battlefield Bad Company si basa sul nuovo Frostbite Engine. Questa tecnologia è in grado di realizzare cose eccezionali rispetto alle altre tecnologie di nuova generazione. Sostanzialmente tutti gli edifici presenti sulle mappe di gioco sono distruttibili, in quanto la fisica è calcolata per ogni singolo mattone. Ciò equivale a dire che è possibile distruggere una parete di una casa con un razzo o distruggere un ponte con un attacco aereo.

Non si tratta solamente di un orpello tecnologico, ma tutto ciò influisce dinamicamente sul gameplay. Ad esempio, è così possibile ritagliarsi una strada alternativa tra le file del nemico o togliere a quest'ultimo un fondamentale riparo o, ancora, distruggere un ponte ed evitare dunque il passaggio per quella via ai carri avversari. Lo svolgimento della battaglia, dunque, è assolutamente dinamico: tutto può succedere da un momento all'altro. È anche possibile influire sui terreni, creando avvallamenti per mezzo delle granate.

Il giocatore può richiamare degli attacchi aerei e conseguenti bombardamenti. Basta individuare la zona dell'attacco ed eseguire un piccolo mini-gioco. In questi fragenti, infatti, la camera si sposta nella parte posteriore del razzo, il quale va guidato nello specifico punto in cui intendiamo eseguire l'attacco. Nella versione PlayStation 3 è possibile eseguire l'operazione utilizzando la funzionalità tilt del SixAxis. Tutto ciò sottolinea ancora una volta il tono scherzoso di Bad Company, titolo che, per altri versi, sarebbe potuto essere molto più complesso.

In multiplayer si potrà giocare fino in 24 contemporaneamente. Le mappe di gioco ricalcheranno quelle viste in Battlefield 2, e faranno ritorno anche molti dei veicoli visti nello sparatutto multiplayer per PC. Humvee, elicotteri e carroarmati saranno, dunque, presenti. L'uscita è prevista nell'ultima settimana di marzo.

 
^