Videogiochi: cosa riserva il 2008

Videogiochi: cosa riserva il 2008

I titoli più importanti, in fatto di gameplay e di tecnologia, dell'anno che è appena entrato. Le caratteristiche, i dettagli tecnici e le aspettative sui 18 videogiochi più promettenti tra quelli che saranno rilasciati nel 2008. Si parla, tra gli altri, di Grand Theft Auto IV, Spore, Metal Gear Solid 4, Rage, Tomb Raider: Underworld.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Grand Theft Auto
 

Turok (PC, PS3, XBox 360)

Nuova versione della celebre serie di sparatutto in cui i protagonisti sono i dinosauri. Si tratta di un progetto di nuova generazione a tutti gli effetti, mosso da una versione ampiamente rivista della più recente tecnologia Unreal. Recentemente, il produttore Buena Vista Games ha annunciato che Turok sarà commercializzato anche in versione PC, oltre che nelle precedentemente annunciate versioni XBox 360 e PlayStation 3. In questi ultimi due formati Turok sarà disponibile dal 5 febbraio, mentre la versione PC verrà rilasciata successivamente.

Il giocatore impersona Joseph Turok, cacciatore di dinosauri che si trova a gestire una squadra di uomini armati di tutto punto per affrontare la minaccia arrecata dagli stessi dinosauri. Turok è ambientato in un pianeta alieno, popolato dalle feroci creature. Il giocatore deve affrontare anche l'esercito dei soldati potenziati geneticamente guidati da Roland Kane, un criminale di guerra. Nonostante la presenza dei dinosauri, Turok è un titolo ad ambientazione futuristica.

La principale minaccia restano gli uomini guidati da Kane, mentre i dinosauri costituiscono perlopiù una presenza neutrale: nella maggior parte delle occasioni, infatti, reagiscono solamente se attaccati o in base alle situazioni contingenti. Il giocatore può anche attirare i dinosauri all'interno dello scontro a fuoco, sperando che forniscano aiuto contro i militari avversari. L'intelligenza artificiale che gestisce i comportamenti dei dinosauri è in grado di stabilire, a seconda delle situazioni, se a questi convenga attaccare i soldati di Turok, quelli di Kane o altri dinosauri.

Nella maggior parte dei combattimenti a fuoco, dunque, si fronteggiano la nostra squadra e quella costituita dagli uomini di Kane. Il giocatore non può impartire ordini diretti ai suoi membri, ma può coordinarsi con i movimenti di questi ultimi. Non bisogna aspettarsi che chi fa parte del nostro team prenda decisioni importanti, in quanto si limiterà unicamente a costituire un supporto all'azione del giocatore.

I dinosauri sono accuratamente ricostruiti, e si muovono in maniera differente a seconda della specie. Il Tirannosaurus Rex è lento e molto potente, mentre i raptor si spostano in branchi e sono molto rapidi. Non necessariamente i dinosauri più grandi sono anche i più pericolosi, visto che in Turok sono presenti piccoli e agili dinosauri che riescono a percorrere le pareti e aggirare rapidamente gli umani.

C'è anche una componente stealth, visto che Turok, approfittando della fitta vegetazione della giungla, può attaccare da lontano, e in maniera silenziosa, con coltelli o archi. Il giocatore può in ogni momento decidere se agire in maniera accorta piuttosto che aggressiva. Rispettando la tradizione della serie, lo sviluppatore Propaganda Games ha prodotto un grande sforzo per la realizzazione delle armi, le quali appaiono in numero consistente e, stando alla press release, saranno innovative.

Il motore Unreal viene utilizzato al massimo delle sue potenzialità, ma è comunque ampiamente modificato per l'occasione. Propaganda ha realizzato un nuovo sistema per la gestione delle texture, dell'intelligenza artificiale e degli effetti particellari. La scelta è caduta su Unreal Engine 3 soprattutto per le avanzate funzionalità messe a disposizione da questa tecnologia sul versante multiplayer. Turok avrà prestazioni del tutto speculari su XBox 360 e su PlayStation 3.

Restando in ambito multiplayer, per il momento è confermata la presenza della modalità Team Deathmatch, ma con ogni probabilità saranno incluse anche Deathmatch, Capture the Flag e Team Dinosaur Hunting. Si potrà giocare al massimo in 16. Una caratteristica innovativa riguarda l'apparizione casuale dei dinosauri sulla mappa di gioco, il che contribuirà certamente a rendere le partite online più imprevedibili. Non manca la modalità co-op, affrontabile fino in quattro. Le missioni co-op si svolgono su mappe mediamente più grandi rispetto alle controparti single player, pensate appositamente per facilitare la concertazione tattica. Queste missioni sono caratterizzate da molteplici obiettivi.

 
^