Guidare con XBox 360: Forza MotorSport 2 e volante wireless

Guidare con XBox 360: Forza MotorSport 2 e volante wireless

Forza MotorSport 2 è finalmente in commercio anche in Italia. Turn 10 aggiorna il suo gioco di guida, puntando tutto sul tuning e sulla configurazione meccanica delle vetture. La pubblicazione di Forza MotorSport 2, inoltre, si rivela un'occasione valida per valutare il volante wireless per XBox 360.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
XboxMicrosoft
 

Il volante

Sebbene il volante wireless di XBox 360 sia sul mercato ormai da diversi mesi, il supporto alla periferica fornito dai giochi automobilistici rilasciati prima di Forza MotorSport 2 si è rivelato decisamente insufficiente. Forza MotorSport 2, invece, è il primo prodotto ad essere pensato appositamente per sfruttare le caratteristiche di questa periferica, e ciò si traduce nell'impiego di tutte le funzionalità della periferica e soprattutto nella possibilità di configurarla adeguatamente.

Iniziamo dicendo che il volante di XBox 360 è il primo volante wireless sul mercato dotato di tecnologia force feedback. In realtà, l'adozione del termine wireless è forzata, in quanto la periferica richiede, per l'abilitazione di alcune funzionalità, il collegamento alla corrente elettrica.

Volante wireless di XBox 360

Vengono supportate contemporaneamente le tecnologie di force feedback e di vibrazione tradizionale. Quest'ultima è quella che si ha anche con il normale controller di XBox 360 e lo si nota anche per la tipologia di effetti di reazione che è in grado di generare. La vibrazione è garantita attraverso due motori Rumble. Il force feedback, invece, applica una resistenza sulla rotazione dell'asse del volante ed in è, inoltre, in grado di riprodurre gli effetti di reazione in funzione di quanto avviene nella simulazione. L'uso combinato delle due tecnologie rende la gamma di effetti di reazione del volante di XBox 360 piuttosto variegata sia per ciò che concerne la riproduzione di sovrasterzo, sottosterzo, urti (di pertinenza del force feedback) sia per la reazione del volante in seguito a sconnessioni dell'asfalto o, ad esempio, del passaggio su superfici non omogenee (erba, ghiaia) (di pertinenza della vibrazione).

Il volante di XBox 360 non è ridotto nelle dimensioni e si caratterizza anche per un peso decisamente consistente, che eccede i 3 kg. Vengono garantiti 270 gradi di rotazione. E' stato pensato per la collocazione sulle gambe del giocatore, il che è possibile grazie ad una base sufficientemente lunga. Il design ricorda quello di un'auto: ciò garantisce una valido esito estetico, ma comporta anche una dimensione complessiva troppo grande e probabilmente ingiustificata. I giocatori più esigenti possono collocare la periferica sul supporto in plastica, il quale può essere fissato a qualsiasi superficie (ad esempio un tavolo) e può essere sganciato con grande facilità tramite l'apposito pulsante. Non mancano le alette per il cambio, che ovviamente funzionano in modalità digitale.

La periferica si completa con la pedaliera, la quale va collegata al volante per mezzo di un cavo RJ-11 (cavo telefonico). Questa componente non è pesante come il resto del volante e non è dotata di agganci per restare fissa al suolo. Gli ingegneri di Microsoft, infatti, hanno pensato di lasciare una zona vuota in modo che il giocatore possa poggiare i talloni a terra e ancorare così la periferica al suolo.

Volante wireless di XBox 360

Dicevamo in precedenza che il termine wireless non si addice perfettamente al volante per XBox 360: infatti, per abilitare la tecnologia di force feedback è necessario collegare il volante all'alimentazione elettrica tramite l'apposito dispositivo. Dunque, chi volesse beneficiare della tecnologia wireless deve rinunciare al force feedback e accontentarsi della tradizionale vibrazione: soluzione comunque efficace per via della bontà di quest'ultima tecnologia, ma ovviamente non sufficiente per chi volesse sfruttare pienamente le caratteristiche della periferica. Il volante è dotato, inoltre, di un pack per le batterie, le quali consentono l'utilizzo della periferica quando non è connessa alla rete elettrica. Queste hanno un'autonomia di circa 20 ore. Collegando la periferica all'alimentatore, invece, si ottiene la ricarica delle batterie e, come detto, l'abilitazione della tecnologia force feedback.

Nella parte frontale sono riproposti gli abituali controlli del gamepad di XBox 360. Nella parte sinistra troviamo, dunque, le frecce direzionali, in quella centrale il tasto di connessione con la console, mentre sulla destra i canonici pulsanti A, B, X e Y. Questi controlli risultano ovviamente fondamentali per la gestione dei menu e anche dei controlli in-game. La mancanza degli stick analogici risulta deleteria in molti giochi, tra i quali anche Forza MotorSport 2, in cui non è possibile inclinare la telecamera nei replay e nelle visuali esterne alla vettura.

Volante wireless di XBox 360

Microsoft, purtroppo, non ha pensato ad una schermata nella dashboard per tarare il volante, con il risultato che tale configurazione va ripetuta per ciascun gioco. D'altronde, le scarse opzioni e anche la stessa filosofia che sta alla base dei giochi rilasciati prima della messa in commercio del volante hanno comportato un supporto non adeguato. Titoli come Project Gotham Racing 3, Test Drive Unlimited, Need for Speed: Carbon, per quanto supportino il force feedback di questa periferica, continuano a offrire un miglior controllo della vettura con il controller tradizionale.

Forza MotorSport 2, invece, dimostra di essere stato pensato appositamente per questa tecnologia. Al di là di un'affinata procedura di taratura del volante, il gioco di Turn 10 offre tutta una serie di effetti di force feedback, tra l'altro inerenti proprio il modello di guida, che erano semplicemente assenti negli altri giochi. Un discorso analogo va fatto per l'ormai imminente Colin McRae DIRT.

In definitiva, il volante di XBox 360 si rivela una buona soluzione, soprattutto perché comprende contemporaneamente le tecnologie force feedback e vibrazione. D'altronde, il supporto della stessa console al volante è ancora imperfetto e, soprattutto, va considerato il fatto che i giochi rilasciati in precedenza non garantiscono un adeguato impiego delle funzionalità della periferica. Si rivela, pertanto, un acquisto consigliato solamente a chi intende sfruttarlo con Forza MotorSport 2 o Colin McRae DIRT. D'altronde, l'esperienza di gioco con il titolo di Turn 10 rimane ampiamente appagante anche con il tradizionale controller, per cui consigliamo l'acquisto del volante solamente ai giocatori maggiormente esigenti, che intendono godere pienamente del realismo nella guida offerto da Forza MotorSport 2.

Il volante è in commercio al prezzo di listino di 130,00 €; nella confezione, fino ad esaurimento scorte, è compresa una copia di Project Gotham Racing 3. Al momento Microsoft non ha pensato ad un bundle comprendente volante e Forza MotorSport 2 per l'Europa. Tuttavia, le cose si stanno muovendo in questa direzione: in Australia, infatti, Microsoft metterà in commercio dal 14 giugno un bundle comprendente la console, il volante, Forza MotorSport 2 e Project Gotham Racing 3 al prezzo di 699,95 dollari australiani (430 euro). Si provvede anche ad una riduzione del prezzo del solo volante in questa nazione, il quale viene venduto precisamente a 149,95 dollari australiani (92 €). E' invece disponibile anche in Italia il bundle con console Premium e Forza MotorSport 2 al prezzo di listino di 439,99 €.

 
^