Guidare con XBox 360: Forza MotorSport 2 e volante wireless

Guidare con XBox 360: Forza MotorSport 2 e volante wireless

Forza MotorSport 2 è finalmente in commercio anche in Italia. Turn 10 aggiorna il suo gioco di guida, puntando tutto sul tuning e sulla configurazione meccanica delle vetture. La pubblicazione di Forza MotorSport 2, inoltre, si rivela un'occasione valida per valutare il volante wireless per XBox 360.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
XboxMicrosoft
 

Grafica e fisica

Forza MotorSport 2 subisce un consistente restyling grafico rispetto al predecessore. Tuttavia, diciamo subito che Turn 10 ha pensato innanzitutto alla fluidità e, quindi, al garantire i 60 frame per secondo, piuttosto che abbellire in maniera incauta i paesaggi di gioco o rendere ultra-dettagliate poligonalmente le vetture. Il risultato è che l'impatto grafico è sì gradevole, ma non raggiunge i livelli, tanto per fare un nome, di Gran Turismo HD in ragione di diversi aspetti (ad esempio, il fantastico replay del titolo Polyphony Digital). Il gioco gira alla risoluzione di 720p.

Il dettaglio poligonale delle vetture è, comunque, su ottimi livelli. L'installazione di nuove componenti, ad esempio, è subito evidente, così come appaiono realistiche le sconnessioni sulla carrozzeria dovute agli urti. Turn 10 ha condito il tutto con gli ormai immancabili effetti di blurring e con l'anti-alias, corroborando comunque il livello di spettacolarità dell'immagine. Una menziona la meritano assolutamente gli ottimi effetti di riflessione, ben visibili sulle livree delle vetture. Gli elementi a bordo pista sono realizzati con un sufficiente numero di poligoni, anche se nell'insieme la complessità visiva delle scene non è allo stesso livello di altre produzioni recenti.

Quello che colpisce di più, sempre restando nell'ambito della grafica, è proprio la fluidità del gioco di Turn 10. Forza MotorSport 2 non presenta rallentamenti di sorta neanche in presenza di diverse vetture, mantenendo un dettaglio poligonale rilevante, per ciò che concerne i veicoli, anche nelle situazioni più caotiche.

Dal comparto audio ci saremmo, invece, aspettati di più. La sensazione, infatti, è che molti suoni siano fin troppo simili tra di loro, soprattutto se si prendono in considerazione i motori delle varie auto. Per il resto gli effetti risultano sufficientemente puliti, come ad esempio lo stridìo dei pneumatici sull'asfalto.

Come accennavamo nella pagina sul modello di guida, i due Forza MotorSport si basano principalmente su un avanzato sistema di gestione della fisica che, come abbiamo visto, incide pienamente sul modello di guida. Ad esempio, i pneumatici e le sospensioni rispondono dinamicamente ai cambiamenti di calore e pressione, al peso della vetture e all'aerodinamica. Tutto ciò, unitamente al consumo dei pneumatici stessi e agli eventuali danni subiti dalla vettura, influisce sulle prestazioni.

Probabilmente, la tecnologia più accurata è quella che sta alle spalle della gestione fisica dei pneumatici, la quale è stata realizzata con la collaborazione di Toyo. In realtà, tale tecnologia non è evidente al giocatore, in quanto compie un lavoro oscuro che assicura l'esatta corrispondenza fra il reale comportamento delle gomme e le prestazioni, aggiornando le informazioni che le sono necessarie centinaia di volte per secondo (esattamente esegue 360 cicli al secondo). Il risultato è che il giocatore può monitorare la temperatura, la percentuale di consumo e la pressione di ogni pneumatico.

E' probabilmente meno soddisfacente il sistema che sta alla base del danneggiamento delle vetture. Ci è parso, infatti, che queste si danneggino in ragione di un numero limitato di componenti. Si tratta, in ogni caso, di un sistema comunque inferiore rispetto ad altri più evoluti, vedi la tecnologia Neon che sta alla base dei giochi Codemasters, dei quali il prossimo Colin McRae DIRT è un validissimo esponente.

 
^