Guidare con XBox 360: Forza MotorSport 2 e volante wireless

Guidare con XBox 360: Forza MotorSport 2 e volante wireless

Forza MotorSport 2 è finalmente in commercio anche in Italia. Turn 10 aggiorna il suo gioco di guida, puntando tutto sul tuning e sulla configurazione meccanica delle vetture. La pubblicazione di Forza MotorSport 2, inoltre, si rivela un'occasione valida per valutare il volante wireless per XBox 360.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
XboxMicrosoft
 

Caratteristiche principali

Sulla scia di Gran Turismo, la prima caratteristica importante di Forza MotorSport 2 non può che riguardare l'ampio catalogo di vetture disponibili. Il giocatore le può collezionare, migliorare, configurare e sottoporre a tuning. Forza MotorSport 2 offre oltre 300 macchine, provenienti da più di 50 costruttori automobilistici tra cui Ferrari, Porsche, Nissan, Volkswagen, General Motors, Audi, Honda, Lexus, Lamborghini. I giocatori possono installare sulle vetture motori alternativi a quello originale, nuovi set di sospensioni, compressori per incrementare le prestazioni, freni migliorati, alettoni, minigonne e altri elementi meccanici ed estetici.

Ci si può dedicare anche al miglioramento della resa prestazionale della propria vettura vagliando le varie componenti meccaniche. Gli sviluppatori di Turn 10, tuttavia, non intendono rendere il gioco pesante o troppo complesso da comprendere: Forza MotorSport 2 resta un prodotto immediato dedicato alla maggior parte dei giocatori. Pertanto, si è pensato di inserire un indicatore numerico, posto accanto alla classe della vettura, per esplicitare, nella maniera più chiara possibile, la resa prestazionale dell'auto in seguito ai cambiamenti apportati. I giocatori, infatti, possono intervenire sulle impostazioni avanzate delle sospensioni, sulla pressione dei pneumatici, sui rapporti di trasmissione del cambio, e così via.

Il sistema dell'indicatore numerico è stato impiegato anche nel caso di aggiunta di nuove componenti, estetiche o meccaniche che siano. Una vettura di classe B, ad esempio, con l'installazione di nuove componenti più migliorare le proprie prestazioni teoriche e avere accesso, dunque, alla classe superiore, A, o addirittura a classi con vetture ancora più performanti.

Una volta acquistata una nuova vettura, o dopo averla ricevuta in premio per aver vinto una determinata competizione, potremo personalizzarla dal punto di vista estetico. Possiamo stabilirne i colori, applicando diversi tipi di vinili e di decalcomanie. Potremo agire su diversi strati, in modo da realizzare qualsiasi tipo di disegno e di colorazione. La verniciatura delle vetture, insomma, si rivela sfiziosa per chi questo aspetto del gioco, ma chi volesse andare subito al sodo, e dunque andare su pista, può lasciare le vetture con la colorazione originale.

Le vetture personalizzate dai giocatori possono essere condivise con la comunità attraverso il sito www.forzamotorsport.net. Ogni vettura messa a disposizione della comunità riporterà per sempre il nome dell'autore, anche se viene utilizzata da altri. E' possibile anche vendere le proprie creazioni: in questo caso si riceveranno dei crediti da spendere in-game. Il tutto è praticabile attraverso XBox Live. La personalizzazione delle vetture è possibile attraverso una serie sterminata di elementi aggiuntivi e sovrapponibili, come texture, elementi estetici, decalcomanie, kit per l'incremento delle prestazioni e così via. Tuttavia, non è possibile importare nel gioco le proprie creazioni artistiche tramite l'hard disk o qualsiasi altra unità di memoria.

Una tale attenzione per le vetture non poteva che corrispondere con altrettanta attenzione per la riproduzione dei circuiti. Si alternano tracciati professionali, come Mugello, Nürburgring, Suzuka, Sebring, a circuiti cittadini o di campagna. L'attenzione per la riproduzione degli elementi di contorno è molto alta: tribune, collinette, spettatori e quant'altro compone gli scenari di bordo pista sono realizzati con un sufficiente numero di poligoni, anche se nell'insieme la complessità visiva delle scene paga dazio ad altri giochi più avanzati da questo punto di vista (Colin McRae DIRT è un valido esempio in questo senso). Ci sembra giusto citare il circuito cittadino di New York, con una Times Square di grande impatto visivo.

 
^