Halo 3: debutto con un beta test multiplayer

Halo 3: debutto con un beta test multiplayer

Raccogliamo tutte le informazioni emerse su Halo 3 in questi mesi e formuliamo le prime impressioni sulla versione beta dello sparatutto di Bungie rilasciata lo scorso 16 maggio. Halo 3 si propone come punto di riferimento videoludico certamente in ambito XBox 360, ma probabilmente anche nel settore videoludico inteso in senso generale. Vediamo il perché.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
XboxMicrosoft
 

Armi e veicoli

Una parte sulle armi in un qualsiasi articolo su uno sparatutto accurato per ciò che concerne caratterizzazione e funzionalità di armi e veicoli come lo è Halo 3 è assolutamente indispensabile. Abbiamo già parlato nella pagina precedente dei nuovi dispositivi speciali (scudo a bolle, Trip Mine, prosciugatore di scudo, sollevatore gravitazionale), per cui qui ci concentreremo sulle armi tradizionali.

Bisogna innanzitutto citare il ritorno del fucile d'assalto, arma centrale nel primo Halo e, invece, assente in Halo 2. Si conferma un'arma utile per gli attacchi dalla media e ravvicinata distanza, anche se non fornisce un'avanzata potenza di fuoco. Richiede entrambe le mani, il che rende impossibile l'impiego di due fucili d'assalto contemporaneamente. Il fucile da battaglia costituisce, invece, un'alternativa al fucile d'assalto, soprattutto per gli attacchi dalla media distanza. E' basato su raffiche da tre proiettili.

Il fucile da cecchino è una costante di tutti e tre gli Halo. E' formidabile per gli attacchi da lunghe distanze (fenomenale nella mappa Valhalla della versione beta), garantendo due livelli di zoom. Il piccolo schermo LCD mostra gli avversari anche se coperti da ostacoli naturali. Il rocket launcher, invece, offre un'enorme potenza di fuoco, sia contro i personaggi che contro i veicoli, i quali vengono completamente distrutti. Spettacolo e potenza di fuoco insieme. Lo shotgun è utile negli attacchi ravvicinati, ma è spesso sconsigliato nelle partite multiplayer a causa della velocità dei combattimenti e delle enormi dimensioni delle mappe.

Introdotta in Halo 2, la mitraglietta SMG risulta una soluzione importante per i combattimenti più veloci e dalla distanza ravvicinata. Si può utilizzare anche con una sola mano, il che consente di imbracciarne due contemporaneamente. Quando raccogliamo una torretta invece la camera di gioco passa nella visuale in terza persona e i movimenti del nostro alter ego risultano terribilmente rallentati. Enorme potenza di fuoco ma grande impaccio nel trasportarla. Completamente inedito è invece il Missile Pod, il quale condivide evidenti caratteristiche con la torretta: la visuale passa in terza persona, i movimenti sono rallentati, enorme potenza di fuoco. Si può installare sui veicoli.

Altra introduzione, peraltro parecchio reclamizzata con gli aggiornamenti settimanali sullo sviluppo di Halo 3 pubblicati sul sito ufficiale di Bungie, è il laser Spartan. In seguito ad un caricamento di qualche istante, il laser Spartan è in grado di sprigionare una consistente potenza di fuoco, la quale fronteggia abilmente qualsiasi tipo di personaggio e la maggior parte dei veicoli.

La carabina è un'arma di provenienza Covenant, dotata di consistente potenza di fuoco ma di un lento rate di fuoco. Così come la carabina anche il fucile Beam ha fatto la sua prima apparizione in Halo 2: è l'alternativa al fucile di precisione degli umani. Non necessita di ricarica, ma si surriscalda in seguito ad uso intensivo. Introduzione significativa di Halo 3, invece, è il fucile a spuntoni, alternativa alla mitraglietta che garantisce potenza e rapido rate di fuoco. Inoltre, si può utilizzare anche con una sola mano, il che consente di imbracciarne due contemporaneamente e di costituire una minaccia seria per chiunque.

Il Brute Shot, già apparso in Halo 2, è una sorta di lancia-granate. Per quanto riguarda queste ultime, inoltre, citiamo velocemente granate frag, spike e plasma. Nel gameplay degli Halo il lancio di granate si conferma come un elemento di primaria importanza, considerate la rapidità nel lancio stesso e l'accessibilità al pulsante relativo (il grilletto sinistro). Molto spesso le granate sopperiscono ai tempi di ricarica delle altre armi e all'impossibilità di raggiungere gli avversari.

Sono presenti nella versione beta anche la pistola e il fucile al plasma, oltre che il needler, armi classiche all'interno della serie Halo. Tra le altre armi che saranno comprese in Halo 3, ma che non sono presenti nella versione beta, annoveriamo la pistola M6G e la spada energetica (energy sword). Quest'ultima è un'arma a due mani, ideale per i combattimenti su distanze ravvicinate. Il sito ufficiale di Halo 3 la descrive come "una combinazione di solenne eleganza e potere pratico".

I veicoli presenti nella versione beta sono: Warthog, Mongoose, Ghost. Il Mongoose è un veicolo inedito, una sorta di motoveicolo estremamente rapido, ma non dotato di armi. E' un veicolo UNSC a due posti. Nella versione definitiva del gioco saranno contemplati anche Pelican, potente negli scontri a fuoco ma utile anche per trasportare i soldati; Banshee, veicolo rapido che costituisce un'alternativa aliena al Mongoose; Wraith; Scorpion; Phantom, alternativa aliena del Pelican.

La presenza di soli tre veicoli nella versione beta di Halo 3 e la conformazione delle mappe favoriscono i combattimenti a piedi. Un giudizio complessivo sui veicoli potrà, dunque, essere dato solamente provando la versione definitiva del gioco.

 
^