Si scrive Armed Assault, si legge Operation Flashpoint

Si scrive Armed Assault, si legge Operation Flashpoint

E' principalmente il nome che distingue l'ormai imminente Armed Assault dal simulatore di guerra per eccellenza. Piccole migliorie al gameplay, un forte restyling grafico e un consistente potenziamento del supporto multiplayer sono gli aspetti su cui si è lavorato maggiormente.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Conclusioni

Difficilmente Armed Assault supererà in popolarità Operation Flashpoint. Al di là dei problemi di produzione che hanno costretto Bohemia Interactive ad agire senza un grosso produttore alle spalle (il predecessore era finanziato da Codemasters) e a concludere i lavori in fretta senza le appropriate rifiniture, Armed Assault è un progetto di complessa attuazione per le oggettive difficoltà nel migliorare un prodotto ancora oggi sufficientemente competitivo come Operation Flashpoint.

Grazie agli strumenti messi in mano alla comunità e alla struttura facilmente espandibile di Operation Flashpoint, molte delle innovazioni di Armed Assault sono già da tempo a disposizione dei giocatori della serie. Il risultato è che il nuovo titolo di Bohemia Interactive appare poco innovativo rispetto al predecessore, migliorandolo in maniera sostanziale solo in riferimento alla grafica e al supporto multiplayer e facendo, invece, dei passi indietro per ciò che concerne il single player.

Se è vero che Operation Flashpoint ha mantenuto una certa popolarità grazie al multiplayer, il successo iniziale era dovuto principalmente alla rigorosa simulazione militare messa a disposizione dei giocatori in single player. Tuttavia, Armed Assault è stato pensato quasi esclusivamente in ottica multiplayer, con una campagna single player breve, scarsamente rifinita e alquanto monotona. Armed Assault torna ad essere poco convincente anche in relazione alla fisica, al sonoro e all'intelligenza artificiale, alternando aspetti che denotano una cura certosina ad aspetti dalla realizzazione tecnica più grossolana.

Il titolo di Bohema Interactive offre il meglio di sé in multiplayer, con modalità di gioco ben congegnate e soprattutto con un livello di espansibilità sostanzialmente infinito. La tensione che si raggiunge in certe partite è impareggiabile, così come la sensazione di essere proprio lì, su un campo di battaglia entro il quale un solo passo sbagliato o una sola mossa troppo avventata possono essere fatali.

Un grande sforzo è stato compiuto anche in riferimento al motore grafico Real Virtuality 2. Questo è in grado di gestire spazi aperti come mai avevamo visto in un videogioco, oltre che costituire modelli poligonali di ottimo impatto visivo e animazioni fluide e precise. L'isola di Sahrani appare così ottimamente ricostruita dal punto di vista architettonico, considerando anche i comunque non elevati requisiti hardware permessi da un motore grafico senz'altro non pesante in relazione alla mole di dati e di poligoni che gestisce.

In definitiva, Armed Assault va consigliato senza riserve agli appassionati del predecessore che intendono rinnovare la loro esperienza multiplayer con un gioco così rigoroso sul piano squisitamente simulativo. Rimane consigliato anche a chi non ha giocato ai predecessori ed è attirato da questo tipo di impostazione, magari dopo aver provato il demo multiplayer rilasciato nelle ultime settimane. Ovviamente, non è un prodotto adatto per coloro che prediligono un approccio più immediato.

La localizzazione riguarderà il manuale e i testi in game. Armed Assault entrerà in gold tra un paio di giorni e sarà disponibile in Italia dal 16 febbraio per effetto della distribuzione di 505 Games. E' un'esclusiva PC.

  • Articoli Correlati
  • I migliori videogiochi del 2006 I migliori videogiochi del 2006 Ci avviciniamo al Natale e ciò comporta due cose: compere e articoli che riassumono quanto successo nel corso dell'anno. Due cose che diventano protagoniste in questo articolo: quali giochi comprare in occasione delle feste? Ovvero, quali giochi hanno raggiunto la massima qualità tra quelli pubblicati nel 2006?
  • Le bambine terribili di Rule of Rose – intervista ai distributori Le bambine terribili di Rule of Rose – intervista ai distributori Intervista esclusiva ai distributori del gioco che ha suscitato tante polemiche e collezionato censure in diversi paesi europei. Rule of Rose merita davvero un trattamento particolare o è vittima di una reazione esagerata? Vince realmente chi seppellisce la bambina?
  • Ritorno alle origini con Neverwinter Nights 2 Ritorno alle origini con Neverwinter Nights 2 Torna il gioco di ruolo rigoroso con il seguito di uno dei prodotti di maggior successo del 2002. Il progetto passa dalle mani di BioWare a quelle di Obsidian Entertainment, ma l'obiettivo principale resta quello di ribadire con rinnovata qualità una struttura di gioco che ha riscosso un enorme successo.
  • Dalla Germania si ridefinisce il genere degli RPG con Gothic 3 Dalla Germania si ridefinisce il genere degli RPG con Gothic 3 Mancano ormai pochi giorni alla pubblicazione del terzo episodio della serie di RPG sviluppata da Piranha Bytes. Analizziamo le tante promesse e i pochi rischi di una produzione importante, che ha come obiettivo quello di scalzare titoli come Oblivion e Neverwinter Nights 2.
64 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Giovannino18 Gennaio 2007, 11:23 #1
Se anche vale solo il 10% di operation flashpoint, ci metterò le mie grassocce mani sopra!
Ad ogni modo avrei comunque preferito anche una grafica inferiore, ma maggiore realismo fisico.
Motosauro18 Gennaio 2007, 11:32 #2
Concordo.
Quasi quasi mi faccio una partizione per Winblows. Magari provo la demo e poi si vede
phil anselmo18 Gennaio 2007, 11:57 #3
Originariamente inviato da: Giovannino
Se anche vale solo il 10% di operation flashpoint, ci metterò le mie grassocce mani sopra!

quoto!
per ora, ho letto solo il titolo di questo articolo perché sono a lavoro e non ho tempo, ma mi è bastato leggere "operation flashpoint" per farmi rizzare le orecchie!!!
quando torno a casa mi leggo tutto.
sono 5 anni che vado in giro dicendo che OFP è stato il gioco più bello a cui abbia mai giocato!!!
ovviamente ho finito più di una volta tutte e tre le espansioni!

OPERATION FLASHPOINT uber alles!!!
GabrySP18 Gennaio 2007, 12:19 #4
Il seguito di uno dei migliori giochi per PC si è rivelato una "schifezza" assurda

Peggiore del precendente sotto tutti i punti di vista

+ buggato
+ corto
sonoro e fisica scandalosi
grafica (non è la cosa + importante ma la storia degli spazi aperti non regge )

Che tristezza

Ho amato OFP, ma questo obrobrio non lo prenderò di certo
Pistolpete18 Gennaio 2007, 12:20 #5
Scusate la domanda un po' OT ma il multy di Operation Flashpoint è free come Enemy Territory o America's Army?
bart noel18 Gennaio 2007, 12:52 #6
Pravata la demo qualche giorno fa...
Beh il motore grafico è quello di Operation Flashpoint pesantemente modificato ma resta pur sempre un motore di 6 anni fa che sfrutta le directx 7.0....grafica pesantissima nonostante questo e per nulla al passo coi tempi, a mio avviso andava riscritto da zero.
Ho apprezzato moltissimo Operation Flashpoint e lo considero un capolavoro ma sto Armed Assault lo lascerò sullo scaffale perchè non aggiunge nulla rispetto al capostipite come gameplay, è poco ottimizzato e risulta inferiore pure ai vari mod usciti. Peccato
Firefox_Rulez18 Gennaio 2007, 13:18 #7
Non fa per me, troppo realistico alla fine diventerebbe frustrante... :°
monsterman18 Gennaio 2007, 13:32 #8
non provate la demo è strabuggata così come la versione ceca tedesca polacca.
Io aspetto il 16 febbraio e poi via come ofp un annetto e mezzo senza togliere il cd dal lettore
ezio200018 Gennaio 2007, 13:34 #9
appena è stato possibile comprare on line la versione tedesca lo ho subito pagato, scaricato e trasformato in inglese con apposita patch

la grafica è datata, la giocabilità in multiplayer appena decente, le modalità di gioco finora impostate sui pochi server fanno cagare

o nuove patch lo trasformeranno del 300% o la vedo male per il il futuro gioco, IMHO ovviamente

cmq finoa d ora un grande merito lo ha avuto: sono tornato ad apprezzare appieno America's Army, che, oltre ad essere gratuito, come grafica, giocabilità e simulazione non lo vede nemmeno da lontano
Jackal8418 Gennaio 2007, 13:50 #10
Originariamente inviato da: ezio2000

cmq finoa d ora un grande merito lo ha avuto: sono tornato ad apprezzare appieno America's Army, che, oltre ad essere gratuito, come grafica, giocabilità e simulazione non lo vede nemmeno da lontano



...si vede che hai giocato ad OFP per quanto bello possa esser americas army, dal punto di vista simulativo flashpoint rimane ancora il cima alla lista

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^