I migliori videogiochi del 2006

I migliori videogiochi del 2006

Ci avviciniamo al Natale e ciò comporta due cose: compere e articoli che riassumono quanto successo nel corso dell'anno. Due cose che diventano protagoniste in questo articolo: quali giochi comprare in occasione delle feste? Ovvero, quali giochi hanno raggiunto la massima qualità tra quelli pubblicati nel 2006?

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

2a posizione

THE LEGEND OF ZELDA: TWILIGHT PRINCESS

Produttore: Nintendo

Sviluppatore: Interno

Distributore: Nintendo

Piattaforme: Wii

Rilascio: dicembre

Nintendo Wii debutta sul mercato e, come era nelle previsioni, la prima vera killer application è Twilight Princess, il nuovo episodio dell'intramontabile leggenda della principessa Zelda, stavolta principessa del crepuscolo. Il nuovo episodio della serie non è stato appositamente costruito per il rivoluzionario sistema di interfacciamento di Nintendo Wii, per cui va acquistato nell'ottica del grande prodotto in sé stesso piuttosto che pensando di sfruttare il Wii remote.

D'altra parte, proprio quest'ultimo dà al gioco un nuovo livello di profondità. Con l'unità nunchuk, infatti, spostiamo Link e con il Wii remote puntiamo gli oggetti e i personaggi su schermo, proprio come se fosse un mouse. Il Wii remote, grazie all'accelerometro di cui è dotato, inoltre, consente di sferzare i colpi con la spada, mentre tramite il nunchuk possiamo gestire lo scudo. I combattimenti in Twilight Princess, pertanto, si rivelano estremamente divertenti e ben differenti rispetto a quanto eravamo abituati a vedere con i predecessori.

Il sistema di interfacciamento di Nintendo Wii viene impiegato anche in altri modi, in quelli che potremmo considerare come dei sottogiochi rispetto all'avventura principale. E' possibile, ad esempio, eseguire delle sessioni di pesca: in questi frangenti il Wii remote va utilizzato come se fosse la lenza e il nunchuk come se fosse il mulinello. Inoltre, dovremo combinare in maniera originale i due controller anche per utilizzare la fionda, l'arco o il boomerang. L'inserimento dei sotto-giochi testimonia come in realtà Twilight Princess sia stato adattato, più o meno forzatamente, al controller di Nintendo Wii.

Link, inoltre, si trasformerà in lupo, all'interno di sequenze di gioco piuttosto ampie. In questi frangenti il sistema di controllo risulta completamente rivoluzionato, in quanto in luogo dell'utilizzo di spada e scudo saremo, piuttosto, chiamati a mordere, assaltare gli avversari, scavare, usare l'istinto animalesco. Le sequenze in cui saremo costretti ad agire come lupi testimoniano un cambiamento abbastanza importante dell'atmosfera di gioco, la quale si sposta da un fantasy assai tradizionale, quello dei passati episodi, ad un fantasy più dark, impregnato anche da elementi fantascientifici.

Twilight Princess non è un prodotto che si basa principalmente sulla dinamicità o su una struttura open-ended come nel caso, tanto per fare un esempio, di Oblivion. E' un gioco perfetto perché realizzato con un'attenzione minuziosa per ogni particolare, in cui ogni dettaglio è pensato appositamente in quel preciso modo, per cui non vi è spazio per elementi dinamici che possano cambiare in maniera sostanziale le cose, come possono essere fisica, intelligenza artificiale evoluta, distruzione degli elementi che circondano il giocatore.

Il nuovo Zelda, tuttavia, è un grande capolavoro soprattutto per elementi più classici come il design di personaggi e ambientazioni, la profondità della storia e il modo in cui è raccontata, la longevità di un prodotto praticamente infinito, l'emozione che certi passaggi riescono a infondere al giocatore. Insomma, un prodotto in superficie forse infantile in certi aspetti, ma assolutamente adulto sul piano dei sentimenti.

 
^