Nintendo Wii: la rivoluzione è nel controller

Nintendo Wii: la rivoluzione è nel controller

Conosciuto inizialmente con il nome di Nintendo Revolution, Wii arriva finalmente nelle case degli appassionati di videogiochi italiani. Una rivoluzione che, come abbondantemente anticipato da una campagna pubblicitaria che non è seconda a nessun'altra, non è solo sulla carta.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Nintendo
 

Conclusioni

Trarre delle conclusioni definitive su una console con le caratteristiche di Nintendo Wii è oggettivamente impossibile. E' assolutamente evidente che un appassionato di vecchia data di software e hardware Nintendo la deve comprare. Ricordo ancora l'evento pre-E3 che Nintendo ha tenuto nel mese di maggio a Los Angeles, ma più che le presentazioni tecniche porterò per sempre con me il calore degli appassionati Nintendo che assistevano e l'emozione di persone che sono cresciute con Link, con Super Mario, con Samus Aran.

Videogiochi come Zelda, come Metroid, come Super Mario, come Donkey Kong, solo per citarne alcuni dei più famosi, hanno lasciato qualcosa di importante in un numero impressionante di appassionati di videogiochi. Non consigliare l'acquisto di Nintendo Wii a questa schiera di videogiocatori ritengo che sia un grossolano errore: per loro è certamente la console di riferimento.

La nostra argomentazione, dunque, si restringe adesso all'altra parte del pubblico, la quale va, a mio modo di vedere le cose, a sua volta suddivisa in due sezioni. Principalmente vi è quella costituita dai giocatori occasionali, vale a dire da coloro che hanno sì avuto un'esperienza con i videogiochi delle diverse epoche ma magari ciò è avvenuto in maniera distratta, senza seguire la sistematica evoluzione del gameplay, della struttura di gioco, della grafica, dell'interazione con gli ambienti, la quale ovviamente è ben presente da diversi anni nel mondo dei videogiochi. Nintendo Wii probabilmente può rivelarsi un acquisto valido anche per costoro.

A questa, tuttavia, si oppone la sezione dei giocatore incalliti o, addirittura, hardcore. Insomma, coloro che si sono imbattuti nella fisica di Half-Life 2, nell'intelligenza artificiale di F.E.A.R., nelle migliaia di unità gestibili contemporaneamente di Rome: Total War, nella sostenutezza della struttura di gioco di titoli come Alpha Centauri, possono essere realmente catturati dalla comunque affascinante esperienza di gioco che offre Nintendo Wii? Non c'è il rischio che l'evidente ridimensionamento alla struttura di gioco di molti prodotti e l'inevitabile impoverimento del gameplay vero e proprio (giocare con il Wii remote non lo includerei in questa categoria) allontani tale tipo di giocatori dalla nuova console di Nintendo?

Insomma, questo dubbio rimane e credo che assalga una grossa schiera dei videogiocatori, i quali potrebbero essere attirati da altri lidi, tradizionalmente più vicini al mondo PC (XBox 360) o comunque da sempre propensi anche allo spessore del gameplay dei propri prodotti (PlayStation 3). D'altronde, si tratta di una fascia di utenti che la stessa Nintendo non aspira di raggiungere, o perlomeno non lo ha fatto prima dell'enorme successo riscosso da Nintendo Wii all'E3 e prima che i produttori di terze parti si concentrassero sulla nuova console come non avevano mai fatto prima con una piattaforma Nintendo.

Per il resto, non possiamo che ribadire quanto abbiamo detto nel corso dell'articolo. Il Wii remote fornisce senz'altro un'esperienza di gioco innovativa e coinvolgente come non mai. Il giocatore è adesso realmente al centro di quanto accade sullo schermo, fremendo e stancandosi esattamente come fa il suo alter ego. Certo, l'implementazione delle funzionalità del Wii remote comporta un impoverimento della complessità della struttura di gioco, perlomeno è ciò che è successo con la stragrande maggioranza dei titoli di lancio.

Un elemento negativo è, invece, quello legato ai servizi online. Da questo punto di vista, Nintendo ha molto da imparare da Microsoft e da XBox Live, visto che ancora non è disponibile il web browser per navigare con la console e soprattutto non ci sono titoli giocabili online. Internet, in questa prima fase, serve solamente per scaricare i giochi della Virtual Console, i quali peraltro non si possono provare nelle versioni dimostrative, ma vanno subito acquistati interamente.

Nintendo Wii è in commercio in Italia dal 7 dicembre al prezzo consigliato di 249 €.

262 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Kintaro7011 Dicembre 2006, 12:14 #1
Piccolissima precisazione sul sito ufficiale nintendo, tra le varie animazioni in flash, compare un prezzo ufficiale di 259€ che è poi il prezzo che si trova in giro.
Bye
ChiHuaHua8611 Dicembre 2006, 12:31 #2
sisi ma giocare a call of duty 3 prendendo la mira col pad nn ha prezzo!
Firestormgdi11 Dicembre 2006, 12:42 #3
Cmq manca il gioco ke fara' esplodere la terza parte di vendite del wii.
Dragonball!
erpalma11 Dicembre 2006, 12:50 #4
Che grafica orribile! Mamma mia, alla fine l'unica cosa molto bella di questa console (che può non piacere e stancherà presto) è il Wii Remote. Sinceramente mi prenderei il solo Remote e lo userei su pc! Purtroppo IMHO non basta solo un controller per fare una console, serve anche una ottima grafica di questi tempi. Pensate se Xbox360 avesse questo controller, cosa avrebbe da invidiare a Wii? Qualche giochino? Ovviamente parlo per me che "odio" le console e amo i pc. Sono troppo affezionato al mouse!
davidTrt8311 Dicembre 2006, 12:51 #5
Sembra davvero bella, è però difficile prevedere come possano andare le cose...
Ma per giocare ad uno sparatutto non sarebbe meglio la vecchia cara pistola?!
MiKeLezZ11 Dicembre 2006, 12:55 #6
Potevate mettere foto VERE dei giochi!
Perchè molte sono terribilmente diverse da quelle mostrate... in peggio, naturalmente.

In ogni caso l'articolo è ben strutturato e giustamente infarcito di sezioni tecniche. Piuttosto imparziale, non si è osato sbilanciarsi.

Due appunti:
Questo risulta giustificato se si prendono in considerazione le caratteristiche del supporto WiiConnect24, e soprattutto in virtù del fatto che la console rimane collegata ad internet 24 ore su 24: mentre il router wireless aderisce, infatti, a questa necessità, la rete cablata richiede che il PC sia sempre acceso.
Una connessione 24/24 evidentemente era possibile anche tramite Ethernet, ed esistono anche router non wireless..
Nintendo Wii, differentemente da PlayStation 3 e in analogia con XBox 360, ha bisogno di un alimentatore esterno. Questa decisione è dipesa probabilmente dalla volontà di rendere il blocco centrale estremamente contenuto, in modo da consentire il facile, se non immediato, trasporto della console.
Ma dubito moltissimo sia questo il motivo; l'alimentatore te lo devi comunque portare dietro! Semmai sarebbe più comoda una soluzione tutta integrata.
Così come è stata fatta è solo per far sembrare la console più piccola di quel che è, e per dividere la sezione di alimentazione (porta alcuni benefici).


E ora.... SCATENATE L'INFERNO!!!
davidTrt8311 Dicembre 2006, 12:57 #7
Originariamente inviato da: erpalma
Che grafica orribile! Mamma mia, alla fine l'unica cosa molto bella di questa console (che può non piacere e stancherà presto) è il Wii Remote. Sinceramente mi prenderei il solo Remote e lo userei su pc! Purtroppo IMHO non basta solo un controller per fare una console, serve anche una ottima grafica di questi tempi. Pensate se Xbox360 avesse questo controller, cosa avrebbe da invidiare a Wii? Qualche giochino? Ovviamente parlo per me che "odio" le console e amo i pc. Sono troppo affezionato al mouse!


Infatti questa console ha l'obbiettivo di reinsegnare alla gente il vero senso dalla parola "gioco", ma di questi tempi è più facile usare hdr e pixel shader 8000 piuttosto che fare un gioco divertente.

Ricordo che qualche anno fa feci vedere doom2 ad un amico... beh, tempo 2 secondi e fece una faccia stizzita dicendo che no gli piaceva. Potevo dire quello che volevo ma a lui la grafica faceva schifo e quindi il gioco non piaceva.
Lo avrei preso a . Cazzo, una generazione è cresciuta a pane e doom e lui mi diceva quelle cose!?!?
arxangel11 Dicembre 2006, 13:06 #8
Va bene che la grafica non è tutto ma il fatto che abbia una grafica da playstation 2 se non peggio mi lascia perplesso,poi bisogna vedere che cosa ne sarà del wiimote una volta passato l'effetto novità
CoreDump11 Dicembre 2006, 13:09 #9
Originariamente inviato da: Firestormgdi
Cmq manca il gioco ke fara' esplodere la terza parte di vendite del wii.
Dragonball!


Che poi controller a parte è uguale a quello su ps2 , la Nintendo è una
società che ho sempre apprezzato molto, ho un DS e ne sono molto
soddisfatto solo che secondo me il Wii non sarà per tutti o almeno non lo
sarà per me, come del resto traspare da questa ottima recensione, chi come
me gioca una TV/Monitor LCD da 19 Pollici sia con il PC che con la PS2 a
meno di un metro dal monitor e con lo spazio intorno ridottissimo si troverà
a non poter sfruttare appieno la console, o almeno non la potrà sfruttare
in tutti i giochi e non credo di essere l'unico putroppo ad avere questi problemi
ErVaLt11 Dicembre 2006, 13:22 #10
cmq magari grafica peggio della ps2 no...xo dell xbox1 bo

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^