Nintendo Wii: la rivoluzione è nel controller

Nintendo Wii: la rivoluzione è nel controller

Conosciuto inizialmente con il nome di Nintendo Revolution, Wii arriva finalmente nelle case degli appassionati di videogiochi italiani. Una rivoluzione che, come abbondantemente anticipato da una campagna pubblicitaria che non è seconda a nessun'altra, non è solo sulla carta.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Nintendo
 

I giochi third party

Tra i produttori esterni a Nintendo è Ubisoft che si distingue per numero di titoli e anche per la qualità raggiunta, nonostante le recensioni deludenti che Red Steel sta riscuotendo. Molti di questi titoli saranno di scarsa reperibilità nei primi giorni di commercializzazione della console, ma nel corso del mese di dicembre diverse catene commerciali dovrebbero essere in grado di fornire la maggior parte dei giochi.

CALL OF DUTY 3 Anche su Wii la serie Call of Duty mantiene il suo fascino. Rispetto alla versione XBox 360 è ovviamente inferiore dal punto di vista grafico, ma rimane altrettanto immersiva soprattutto grazie al fatto di poter distruggere buona parte degli ambienti di gioco. Per spostare il nostro alter ego dovremo agire sull'unità nunchuk, mentre per prendere la mira dovremo utilizzare il Wii remote. Tuttavia, la sensazione è che il sistema di controllo di Wii sia stato pensato per giochi con una struttura più semplice, mentre in prodotti come Call of Duty 3 può apparire fuori luogo per lo svolgimento di alcune operazioni (tirare granate, ricaricare, ecc). A questo si aggiunge la totale mancanza di multiplayer (sia online che via split-screen): una grave carenza per un gioco della serie Call of Duty.

FAR CRY VENGEANCE Aggiunge poche novità rispetto Far Cry Instincts Evolution, già visto su XBox. Anche la qualità della grafica non sembra discostarsi molto da quanto visto nella precedente versione del gioco, mentre il gameplay risulta totalmente immutato, ad esclusione dell'impiego di nunchuk e Wii remote. Tramite il primo è possibile spostarsi e saltare (spostandolo rapidamente verso dietro), mentre col secondo si spara e si eseguono attacchi corpo a corpo. Far Cry Vengeance sarà disponibile al pubblico nel corso del mese di dicembre.

MARVEL: LA GRANDE ALLEANZA Non ci sono sconvolgenti novità rispetto alle versioni PS3, XBox 360 e PC. Si tratta di un action/RPG nel quale si ha la possibilità di impersonare 20 differenti personaggi Marvel. La struttura di gioco è leggermente ripetitiva, ma d'altra parte l'immediatezza del gameplay lo rende comunque godibile. Su Wii manca ancora una volta il supporto multiplayer. Graficamente appare più simile alle versioni PS2/GameCube piuttosto che a quanto è possibile vedere con le console di nuova generazione. Il Wii remote, stavolta, non dà un valore aggiunto al gameplay, limitandosi ad operazioni di normale amministrazione (alla stregua di un mouse sostanzialmente). Rimangono, tuttavia, interessanti le combinazioni di movimenti da realizzare con nunchuk e Wii remote necessarie per attuare gli attacchi speciali dei vari personaggi.

RAYMAN RAVING RABBIDS Composto da 70 mini-giochi, Rayman Raving Rabbids si conferma come uno dei prodotti meglio riusciti del lancio di Nintendo Wii. Buona la grafica e ottimo il sonoro in Dolby Pro Logic II. L'unica perplessità è data da una struttura di gioco eccessivamente spezzettata quasi a snaturare il concept di base della serie, da sempre legata al genere platform. I mini-giochi più divertenti sono quelli da affrontare in prima persona e basati su percorsi prestabiliti (ricordano giochi come The House of the Dead e Time Crisis). D'altronde, ogni mini-gioco si avvantaggia delle potenzialità del Wii remote, il quale andrà utilizzato in modi anche decisamente differenti da mini-gioco a mini-gioco. Tanto per fare un paio di esempi, in uno dei mini-giochi dovremo muoverci a suon di musica in modo da catturare i coniglietti che danno il titolo al gioco stesso e che costituiscono i veri protagonisti di questo episodio di Rayman; mentre in un altro dovremo chiudere le porte di una stanza invasa dai soliti coniglietti usando il nunchuk e contemporaneamente bloccare quelli che sono già dentro muovendo avanti e indietro il Wii remote.

RED STEEL Ambientato in parte in Giappone e in parte negli Stati Uniti, Red Steel era uno dei titoli più attesi di questo lancio, ma si è rivelato uno dei più deludenti. Alterna sezioni in cui si è in possesso di armi da fuoco a sezioni in cui l'alter ego combatte con la katana. Rimane uno dei titoli meglio realizzati dal punto di vista tecnico sia per la buona grafica che per l'ottimo sonoro e per la possibilità di poter distruggere gli ambienti. Tramite il nunchuk è possibile eseguire i movimenti, mentre con il Wii remote si prende la mira e si spara. Lasciando premuto il tasto A, inoltre, è possibile rallentare il tempo e piazzare con maggiore precisione i colpi. Quando si combatte con la spada, invece, il nunchuk serve per parare i colpi avversari e il Wii remote per brandire la lama. Quest'ultima, tuttavia, è la sezione del gioco meno riuscita a causa di un'eccessiva lentezza, delle poche mosse a disposizione del giocatore e di una inarrestabile ripetitività.

SPLINTER CELL DOUBLE AGENT Graficamente molto più simile alla versione PlayStation 2 che a quella XBox 360, il quarto episodio di Splinter Cell approda anche su Wii, perdendo anche in questo caso la modalità multiplayer. Il sistema di controllo diventa un ibrido tra quanto è possibile su PC con mouse e tastiera e quanto lo è su console con il gamepad. Il Wii remote è utilizzato per muovere la telecamera di gioco, mentre il nunchuk consente di spostare Sam Fisher. D'altra parte la struttura di gioco risulta sensibilmente semplificata proprio per impiegare le funzionalità del controller.

TONY HAWK'S DOWNHILL JAM La struttura di gioco risulta semplificata anche in questo caso rispetto ai precedenti esponenti della serie. Il Wii remote viene utilizzato per indirizzare il proprio alter ego ed eseguire le acrobazie più spericolate. Complessi trick si compiono, ad esempio, impugnando il controller per le due estremità e ruotandolo. Downhill Jam è stato screditato dalla stampa specializzata per la pochezza dei circuiti presenti e per l'eccessiva semplificazione del gameplay.

Descriviamo velocemente gli altri giochi third party. Electronic Arts presenta Madden NFL 07, il quale si rivela uno dei titoli che si adatta con maggiore facilità al Wii remote che in questo caso contribuisce a variegare il gameplay; e Need for Speed Carbon, gioco che invece si adatta molto poco al controller di Wii, restando estremamente simile alle controparti XBox 360 e PS2. Happy Feet è il tie-in del film di animazione di Warner Bros, in cui i pinguini devono cantare per conquistare l'anima gemella, indirizzato ovviamente ad un pubblico molto giovane. Altro tie-in è Cars, titolo che sfrutta in maniera sufficiente il Wii remote e che non si discosta molto dalle versioni per le altre console. Abbiamo anche il puzzle-game di SEGA Super Monkey Ball: Banana Blitz, l'action open-ended Barnyard e il gioco di piattaforme Spongebob Squarepants: Creature from the Krusty Krab.

 
^