Nintendo Wii: la rivoluzione è nel controller

Nintendo Wii: la rivoluzione è nel controller

Conosciuto inizialmente con il nome di Nintendo Revolution, Wii arriva finalmente nelle case degli appassionati di videogiochi italiani. Una rivoluzione che, come abbondantemente anticipato da una campagna pubblicitaria che non è seconda a nessun'altra, non è solo sulla carta.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Nintendo
 

I giochi first party

Non è possibile commentare il lancio di una console senza fare cenno ai titoli che lo accompagnano. Se da una parte risulta inadeguato propendere per l'acquisto della console o meno solamente in riferimento alla qualità di questi giochi, dall'altra sono gli unici che possono sfruttare pienamente le potenzialità di Wii in questa prima fase del suo ciclo vitale. Per ognuno dei giochi diamo una veloce descrizione, soprattutto in riferimento alle modalità con le quali viene supportato il Wii remote. I prezzi dei giochi first party si aggirano sui 60 €, mentre quelli dei titoli third party ammontano a circa 70 €. E' comunque possibile imbattersi in prezzi leggermente inferiori a seconda delle offerte praticate per questa fase di lancio dalle varie catene commerciali.

EXCITE TRUCK Gioco di guida arcade in cui siamo chiamati a guidare pachidermici camion su terreni sconnessi e ampiamente danneggiabili. Il controller è discretamente sfruttato, in quanto impiegato in funzione di sterzo: spostandolo a destra o a sinistra indirizzeremo il camion in una direzione piuttosto che nell'altra. Una delle caratteristiche più sfiziose dovute allo sfruttamento del controller è legata alla possibilità di indirizzare il bolide una volta che questo è in aria: spetterà al giocatore, infatti, trovare il giusto equilibrio in questi frangenti per far atterrare il camion e riprendere la corsa con la giusta velocità. Il resto dei controlli è molto più classico, visto che il pulsante 2 è l'acceleratore, l'1 è il freno e + è il turbo. Excite Truck ha leggermente deluso i redattori per via di una certa ripetitività di fondo e per la mancanza di un numero di circuiti sufficientemente elevato. E' difficile non pensarlo come ad una sorta di demo tecnologico per il controller, il quale riesce comunque ad offrire un'esperienza di gioco sensibilmente differente rispetto a quanto siamo abituati con i tradizionali titoli di guida arcade.

THE LEGEND OF ZELDA: TWILIGHT PRINCESS Il nuovo episodio di Zelda è la killer application incontrastata del lancio di Nintendo Wii. Tuttavia, il gioco non è stato pensato per sfruttare pienamente le potenzialità del Wii remote, per cui la sua qualità è dovuta a fattori estranei al sistema di interfacciamento. L'atmosfera dei precedenti episodi, un mondo di gioco ottimamente disegnato, il rinnovato sistema di combattimento e la profondità con cui vengono raccontati gli eventi sono solamente alcuni degli elementi che rendono Twilight Princess uno dei prodotti con maggiore qualità dell'anno. D'altronde, appare evidente come le sequenze in cui viene sfruttato il controller siano quasi appiccicate di forza all'interno della struttura di gioco.

Il controller viene sfruttato nelle sessioni di pesca, ad esempio, o quando si utilizza la fionda; ma, lo ripetiamo, si ha la sensazione di trovarsi in mini-giochi che si discostano in maniera evidente dal fulcro dell'avventura. Il Wii remote è, invece, ben impiegato nei combattimenti, nei quali abbiamo la possibilità di realizzare 5-6 movimenti differenti, ognuno legato ad un preciso movimento da eseguire nella realtà. Link, nel corso del gioco, può anche trasformarsi in lupo, con un sostanziale stravolgimento del sistema di controllo: adesso può mordere, scavare e attaccare secondo modalità completamente differenti. Per quanto concerne il semplice spostamento del nostro alter ego, invece, basterà indirizzare i suoi movimenti con l'unità nunchuk e selezionare oggetti e personaggi con il Wii remote.

WII SPORTS E' il gioco inserito nel bundle con cui viene commercializzato in Italia Nintendo Wii. Definire Wii Sports come una sorta di demo tecnologico crediamo sia la soluzione più adatta. Lo scopo di questo prodotto, infatti, è semplicemente quello di consentire agli utenti della console di Nintendo di avere il primo impatto con il Wii remote. Non viene offerto molto di più, proprio per una struttura di gioco semplificata fino ai minimi termini. Wii Sports include cinque giochi: tennis, boxe, golf, bowling, baseball. In ognuno di essi il controller va utilizzato in maniera differente e nel boxe viene sfruttata anche l'unità nunchuk. Quest'ultimo si rivela il sotto-gioco più divertente e adrenalinico, in quanto il Wii remote rappresenta il primo guantone e il nunchuk l'altro guantone. Il golf, invece, è valido dal punto di vista grafico, occupando certamente una posizione al di sopra degli altri giochi.

D'altronde, tutti gli sport simulati sono estremamente semplificati: il giocatore può compiere pochissime mosse, mentre le situazioni che si possono presentare sono realmente poche. Ad esempio, nel tennis la palla finisce sempre negli stessi punti, mentre il giocatore non può realizzare decisioni strategiche o realizzare un colpo piuttosto che un altro, in certi casi conviene utilizzare il dritto, in altri il rovescio, propendere per la decisione inversa è semplicemente deleterio. Wii Sports, insomma, evidenzia la semplicità di tutti i giochi Nintendo Wii: non c'è da aspettarsi grandi sconvolgimenti a livello di complessità di gioco. Segnaliamo, infine, che è possibile utilizzare gli avatar Mii in luogo dei vari personaggi coinvolti nelle partite.

Wii Sports

 
^