Ritorno alle origini con Neverwinter Nights 2

Ritorno alle origini con Neverwinter Nights 2

Torna il gioco di ruolo rigoroso con il seguito di uno dei prodotti di maggior successo del 2002. Il progetto passa dalle mani di BioWare a quelle di Obsidian Entertainment, ma l'obiettivo principale resta quello di ribadire con rinnovata qualità una struttura di gioco che ha riscosso un enorme successo.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

Conclusioni

Avendo avuto modo di provare una versione sostanzialmente definitiva di Neverwinter Nights 2, abbiamo la possibilità di esprimere un primo parere sul gioco di ruolo di Obsidian Entertainment. Diciamo subito che si tratta di uno di quei prodotti per i quali non è facile esprimere una valutazione, perché questa dipende fortemente dalle esigenze dei diversi tipi di videogiocatori.

Coloro che hanno amato Neverwinter Nights e che non hanno apprezzato in maniera particolare gli sforzi tecnologici impiegati in Oblivion o che sono rimasti delusi dai limiti nella struttura da gioco di ruolo di quest'ultimo certamente non rimarranno delusi da questo seguito. Neverwinter Nights 2 è un gioco estremamente rigoroso, ma contemporaneamente accessibile anche da coloro che non sono decisamente esperti con gli RPG, e pensato appositamente per adempiere perfettamente a tutti i dettami di questo genere di gioco.

In contrasto a quanto appena detto, però, è l'inevitabile sensazione di essere dinnanzi ad un prodotto che non è stato in grado di recepire i cambiamenti apportati al genere negli ultimi anni. Insomma, dal punto di vista della struttura di gioco e in relazione ad alcuni limiti della tecnologia grafica impiegata, Neverwinter Nights 2 non è un progetto di nuova generazione. La sensazione di andare avanti seguendo dei pattern prestabiliti è forse fin troppo presente, il che realizza un rischio se si considera che la maggior parte del pubblico è ormai estremamente smaliziata in ragione ad elementi come questo.

Venendo strettamente al gameplay non si possono, comunque, trascurare le importanti introduzioni di Neverwinter Nights 2 rispetto al suo predecessore, anche andando sensibilmente al di là della struttura di gioco e del motore grafico. L'introduzione del party, delle nuove classi di prestigio, l'applicazione delle regole dell'edizione 3.5 di Dungeons & Dragons, il nuovo potentissimo toolset, le nuove razze e tanto altro ancora sono degli elementi che potenziano nella maniera corretta un gameplay già ampiamente collaudato.

A proposito di strutture collaudate, non possiamo neanche dimenticare la conferma degli elementi che hanno reso celebre il primo Neverwinter Nights, primo tra tutti un supporto multiplayer competitivo che farà la felicità degli appassionati di vecchia data del gioco ambientato nei Forgotten Realms. A ciò si aggiungono le caratteristiche basilari, tutte assolutamente confermate, e le ambientazioni, come sempre fantastiche, di Dungeons & Dragons.

Allo stato attuale delle cose Neverwinter Nights 2 è destinato esclusivamente al PC. Il gioco di Obsidian Entertainment è prodotto da Atari e dalla stessa software house distribuito in Italia. La localizzazione nel nostro idioma riguarda sia i testi che il parlato. L'uscita in Italia è prevista il 3 novembre.

47 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
deck03 Novembre 2006, 13:00 #1
"La localicazzione nel nostro idioma riguarda esclusivamente i testi."
Ultima pagina, ultima riga...
Ehm...correggere please!!!!!
capitan_crasy03 Novembre 2006, 13:14 #2
[B] [Thread Ufficiale] NeverWinter Nights 2[/B]
Clicca qui...
DenFox03 Novembre 2006, 13:16 #3
deck vuoi dire che anche il parlato è in italiano?
gianly198503 Novembre 2006, 13:58 #4
Originariamente inviato da: DenFox
deck vuoi dire che anche il parlato è in italiano?


No, credo intendesse:

"La locali[COLOR=Red]cazzione[/COLOR] nel nostro idioma riguarda esclusivamente i testi."
Drakonis03 Novembre 2006, 14:16 #5
Rigaz... è parlato in Italiano
DevilsAdvocate03 Novembre 2006, 14:53 #6
Ma i personaggi non paiono un po' plasticosi? Voglio dire, bella grafica
rispetto al primo NWN, ma i capelli mi ricordano quelli dei playmobil e
la grafica impallidisce se messa accanto a quella di Oblivion o Gothic 3,
sa un po' di vecchia.....
prova03 Novembre 2006, 15:00 #7
Non capisco che diavolo di senso abbia confrontare Neverwinter Nights 2 con Oblivion o Gothic

Sono giochi appartenenti a segmenti differenti che hanno in comune solo il fatto di essere ambientati in mondi fantasy.
E' come se mi paragonassero Baldur's Gate a Ultima Underworld. Mah, già questo mi fa guardare con occhio carico di sarcasmo l'articolo.

Nota per il recensore
"le scroll magiche" [pagina 2] non ha senso. "Scroll" è maschile, pertanto si parla di UNO SCROLL MAGICO e non di UNA SCROLL MAGICA.


citizen kane03 Novembre 2006, 15:14 #8

era ora!!!

finalmente hanno aggiunto il party, è ancora piccolo per i miei gusti ma sono sicuro che renderà NW2 decisamente più interessante per chi magari ha sdegnato il primo episodio rigiocandosi i baldurs
Bestio03 Novembre 2006, 15:28 #9
Il problema del Party è che nei giochi in tempo reale è un macello, il controllo diventa più caotico di Lord Soth, come nei BG!

Ed anche qua non pare molto diverso, in automatico sono stupidissimi, maghi che lanciano palle di fuoco contro un topo e poi al boss rimangono senza incantesimi...
Pastrano03 Novembre 2006, 15:57 #10

PAsfi

Originariamente inviato da: prova]Nota per il recensore
"
non ha senso. "Scroll" è maschile, pertanto si parla di UNO SCROLL MAGICO e non di UNA SCROLL MAGICA.


E come fai a sapere che scroll è maschile? Gli hai guardato in mezzo alle gambe?
Di solito si dice "la scroll" perchè scroll si traduce con "pergamena", quindi quello che è scritto nella recensione ha sicuramente più senso del tuo commento da noob.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^