Il riscatto di XBox 360 con Gears of War

Il riscatto di XBox 360 con Gears of War

Epic Games ha recentemente svelato la data di rilascio di Gears of War, collocandola nelle ristrette vicinanze del debutto sul mercato di PlayStation 3. D'altra parte, Gears of War segna anche il debutto della tecnologia grafica di nuova generazione, venendo a rappresentare pertanto una svolta importante nella gara tra le console di nuova generazione

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
XboxEpicPlaystationMicrosoftSony
 

La tattica

Tuttavia, Gears of War resta un prodotto incentrato sulla tattica, tanto che paragonarlo a Ghost Recon Advanced Warfighter non è del tutto errato, se si prendono le giuste distanze in fatto di ambientazione e di approccio e tenendo comunque in considerazione che Gears of War resta molto più immediato dello sparatutto tattico di Ubisoft.

Tramite Marcus gestiamo una squadra di quattro soldati ai quali possiamo impartire sostanzialmente quattro tipi di ordini: cessare il fuoco, sparare su uno specifico bersaglio, muoversi in un determinato luogo, raggrupparsi. La semplicità di questi ordini ci pone subito dinnanzi alla realtà di un titolo che prima di tutto vuole essere estremamente semplice e immediato, e costruire su questo una certamente poco rigida struttura da gioco di tattica.

Per impartire gli ordini è necessario premere il bumper sinistro e poi scegliere tra un ordine piuttosto che un altro tramite i quattro tasti frontali che assumeranno le caratteristiche da "context-sensitive", ovvero mutano funzione a seconda della situazione.

La vera novità introdotta con Gears of War riguarda la possibilità di poter fissare la telecamera su uno dei membri del nostro team d'assalto. Così facendo, potremo seguire pedissequamente i suoi movimenti e conoscere gli ostacoli ai quali va incontro. Inoltre, se uno di essi si imbatte in qualcosa che necessita della nostra attenzione ci avviserà in modo da poter spostare la visuale su di lui e capire la natura del problema. Questo sistema facilita l'assegnazione degli ordini e soprattutto la realizzazione di manovre di accerchiamento. Ricorrente, ad esempio, può essere la strategia per cui si tiene impegnato un nemico sparandogli contro e si cerca di aggirarlo con gli altri membri del team.

In tutto questo diventa di vitale importanza il sistema di intelligenza artificiale, sul quale i ragazzi di Epic Games hanno comunque lavorato per molto tempo. A detta dei programmatori, i membri del nostro team sanno in qualsiasi momento come aiutarci, utilizzando tutte le possibili coperture e non esponendosi al fuoco nemico. D'altra parte, anche le locuste dovrebbero essere dotate di un elevato livello di intelligenza artificiale, in modo da agire in maniera speculare rispetto agli umani. Anch'esse, infatti, metteranno in pratica strategie di aggiramento, sfruttando gli avamposti e studiando l'esatta disposizione dei membri della nostra squadra d'assalto.

Anche nel momento in cui un membro della nostra squadra verrà ferito a morte avremo delle possibilità per rimetterlo in salute. Ci sarà a nostra disposizione un certo quantitativo di tempo per apportare le cure necessarie, anche se questa operazione ci renderà estremamente vulnerabili alle locuste. In questi frangenti dovremo prendere una decisione: o curare il nostro compagno e proseguire con la squadra al completo o continuare e combattere senza i caduti onde evitare di esporsi troppo ai proiettili avversari. Tuttavia, diverse missioni non ci lasceranno margini di scelta perché richiederanno la sopravvivenza di tutti i membri della squadra d'assalto.

Recentemente, Epic Games ha svelato che Gears of War consentirà al giocatore di impartire gli ordini all'intelligenza artificiale tramite comandi vocali. Inoltre, il comando vocale sarà accompagnato da una tecnologia che prevede la sincronizzazione del movimento delle labbra dei modelli poligonali rispetto a quanto l'utente sta dicendo. Ciò arricchirà maggiormente il livello di realismo di gioco, oltre a consentire al giocatore di constatare fattivamente se è stato realmente recepito il proprio messaggio vocale.

Questa caratteristica sarà presente anche nel multiplayer. Ovviamente, il tutto andrà nella direzione di una maggiore immediatezza nell'assegnare o nel ricevere gli ordini.

 
^