Prey: innovazioni e mitologia da Human Head Studios

Prey: innovazioni e mitologia da Human Head Studios

Mancano solamente un paio di settimane al rilascio di Prey, uno dei prodotti videoludici più posticipati in senso assoluto. Aiutati dalla tecnologia che sta alle spalle di DooM 3, i ragazzi di Human Head Studios sono riusciti a creare un titolo comunque valido, soprattutto grazie alla miscela di elementi futuristici e mitologici.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
 

La trama

Con Prey si punta moltissimo anche sul fattore trama. La trovata, a nostro modo di vedere le cose, più interessante è quella di coniugare l'ambientazione futuristica, con tanto di alieni, agli aspetti mitologici legati alla cultura Cherokee, della quale fa parte il protagonista e il nostro alter ego, ovvero Tommy.

Tommy è un meccanico disilluso dalla vita di campagna, con il pallino di trasferirsi nella grande città. Questo urta contro le umili tradizioni della sua gente, soprattutto con i moniti del nonno e l'ideologia della sua ragazza Jen. D'altra parte Tommy ha un preciso destino, cosa che il nonno sa perfettamente, che lo porterà decisamente lontano rispetto ai propri piani.

Le vicende prendono avvio in un invecchiato bar dell'Oklahoma, posto nel quale ormai Tommy passa la maggior parte della sua vita tra una birra e l'altra. Scoppia una rissa nel bar e Tommy stende i due malintenzionati avventori notturni: proprio in questo preciso istante succede qualcosa, una luce squarcia il soffitto, Tommy e gli altri astanti vengono con la forza prelevati.

Insomma, il più classico rapimento alieno, visto che Tommy, Jen e il nonno si ritroveranno ben presto in una ultra-tecnologica nave spaziale, ormai protagonisti del piano di conquista della Terra che le forze aliene stanno progettando. Il primo impatto con la nave spaziale è senz'altro sorprendente nella misura in cui ci imbattiamo in enormi macchinari e in esperimenti di ogni tipo su coloro che sono stati rapiti. L'obiettivo di Tommy, ma non è certamente una novità, è quello di salvare i suoi cari e, possibilmente, anche il destino dell'intera razza umana.

Nel corso del gioco, Tommy, e il giocatore insieme a lui, prenderà confidenza con ognuno degli elementi presenti sulla nave, in quanto ciascuno è legato alle innovazioni di cui abbiamo già accennato. Ma Prey non contiene solamente questo aspetto futuristico, anzi il tutto appare in netto, ma interessante, contrasto con gli elementi spirituali legati alla tradizione mitologica Cherokee. A quest'ultima fanno riferimento le possibilità di rendersi in forma eterea o di poter continuare a lottare e a credere nella salvezza della Terra e dei propri cari anche dopo la morte.

 
^