E3 2006: tutti i giochi presentati - parte 2

E3 2006: tutti i giochi presentati - parte 2

Completiamo la rassegna sui giochi presentati all'appena conslusosi E3. In questa seconda parte parliamo di titoli del calibro di Gears of War, Unreal Tournament 2007, Assassin's Creed, Halo 3, Hellgate: London, Final Fantasy XIII e molti altri ancora.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Assassin's Creed
 

Microsoft

FLIGHT SIMULATOR X
Piattaforma: PC
Software house: Interna
Data di rilascio: fine 2006

Quella dei Flight Simulator è una delle saghe videoludiche più longeve, visto che sono ormai 25 anni che viene costantemente aggiornata. Certo non ha venduto lo stesso numero di copie di saghe più blasonate, ma continua ad avere un pubblico di fan fedelmente legati a questa struttura di gioco. Il decimo episodio della serie promette diversi miglioramenti dal punto di vista del realismo e della grafica. Il nuovo Flight Simulator sarà più immediato rispetto ai predecessori, consentendo un facile approccio al gioco anche a chi è meno esperto con le pratiche di volo.

Dal punto di vista grafico si sono fatti grossi miglioramenti rispetto al passato, tanto che la grafica sfiora adesso livelli vicini al fotorealismo. La risoluzione delle texture è stata quadruplicata, consentendo un livello di dettaglio nettamente superiore per ciò che concerne i paesaggi a terra. Inoltre, è stato migliorato il sistema di auto-generazione degli edifici, che adesso può collocare addirittura 6000 oggetti ogni chilometro quadrato e 24 milioni di strade in tutto il mondo di gioco. Non mancheranno altre presenze come elefanti, giraffe o le auto che compongono il traffico.

Anche le superfici d'acqua hanno subìto un netto restyling, sfruttando a pieno, da questo punto di vista, le caratteristiche delle DirectX 10. Il gioco sarà inizialmente commercializzato per sfruttare unicamente le DirectX9 ma, al momento del rilascio di Windows Vista, Microsoft rilascerà un piccolo aggiornamento gratuito in grado di sfruttare il nuovo sistema operativo della società di Redmond e le relative librerie grafiche. La differenza visiva tra le due versioni del gioco è, comunque, assolutamente sostanziale.

GEARS OF WAR
Piattaforma: XBox 360
Software house: Epic Games
Data di rilascio: fine 2006

Gears of War è sicuramente uno dei giochi più spettacolari e con il miglior gameplay di tutto l'E3. Probabilmente, limitatamente al mondo console, il migliore in assoluto. Si tratta di uno sparatutto tattico a squadre, che miscela elementi tattici, tanta azione e splatter a non finire. L'ambientazione è a metà tra il fantasy e la fantascienza, mentre i protagonisti di una guerra senza confini sono gli umani e i Locust, creature dall'aspetto mostruoso già svelate con i primi video dell'Unreal Engine 3.0.

La visuale è in terza persona, ma è possibile concentrarsi sulla mira in qualsiasi momento tramite un apposito tasto. L'elemento centrale del gameplay di Gears of War è la ricerca delle coperture maggiormente proficue in relazione all'ammontare del fuoco avversario. I livelli di gioco sono, infatti, letteralmente ricoperti da ostacoli quali muri, vetture distrutte, scalinate, edifici, che possono essere utilizzati per riparsarsi dalla vista e dal fuoco degli avversari. Tenere impegnato un nemico con un fuoco di copertura e aggirarlo con un altro membro della squadra è, quindi, una delle tattiche maggiormente ricorrenti in questo titolo.

Di Gears of War abbiamo avuto modo di ammirare il demo single player e di fare qualche partita nel deathmatch multiplayer. Il single player si mostra da subito molto intenso, sfoggiando un numero realmente elevato di poligoni, i quali disegnano in maniera realistica ed ultra-dettagliata ognuno degli edifici. Anche i modelli poligonali appaiono ben ridefiniti, contenendo un elevato numero di particolari. In modalità single player è fondamentale scegliere le giuste coperture, sparare da dietro di esse e tenere impegnati i nemici. E' possibile utilizzare le granate per aggirare una protezione in cui si è appollaiato un soldato nemico, con conseguente sbalorditivo effetto visivo.

Non manca un sostenuto livello di splatter, visto che il sangue scorre liberamente sullo schermo e che è possibile letteralmente affettare il nemico una volta che ci troviamo nelle sue vicinanze. Ogni arma, infatti, possiede una sorta di motosega utilizzabile all'occorrenza: in questi frangenti il tutto diventa veramente molto macabro, anche se il motore fisico dell'Unreal Engine 3.0 non riesce a mostrarci il corpo a pezzi dopo l' "esecuzione". Parlando proprio di motore fisico, dobbiamo dire di essere rimasti leggermente delusi nella misura in cui gli ambienti appaiono scarsamente soggetti all'usura provocata da armi ed annessi. Insomma, da questo punto di vista i giochi basati sull'Unreal Engine 3.0 sembrano prestare il fianco ad altre produzioni (vedi Crysis).

Per quanto concerne la modalità multiplayer, anche qui le componenti principali sono quelle che abbiamo detto per il gioco in single player. Due squadre composte da quattro giocatori si sfidavano in una mappa, a dire il vero non troppo grande, costellata da tantissime possibile protezioni. Trovare la barriera giusta, tenere impegnati i nemici con il fuoco di copertura e contemporaneamente tentare di aggirarli sono, nuovamente, gli elementi cardine del gameplay di gioco. Il tutto si dimostra estremamente divertente e frenetico, nonostante una certa ripetitività di fondo. Vince la partita colui che resta in vita fino alla fine. Insomma, Gears of War è certamente un gioco decisamente convincente, che otterrà senz'altro un grande successo nell'unica versione sin ora prevista, ovvero quella XBox 360. L'Unreal Engine 3.0 si conferma al top come qualità visiva per quanto concerne i giochi destinati alle console di nuova generazione.

HALO 3
Piattaforma: XBox 360
Software house: Bungie
Data di rilascio: 2007

Come ormai tutti sanno, Halo 3 è stato annunciato ufficialmente durante il Media Briefing pre-E3 di Microsoft, tenutosi al Grauman's Chinese Theater. La presentazione è avvenuta con un trailer di circa due minuti e mezzo in cui viene mostrato Master Chief mentre scende da una nave spaziale: attorno a lui impazza l'ennesimo conflitto armato. Questo trailer è ambientato in Africa, mentre la voce che parla all'eroe di metallo è quella di Cortana, l'intelligenza artificiale che lo ha da sempre seguìto in tutte le sue avventure. Durante le immagini si sentono pronunciare le parole "questo è il modo in cui il mondo finisce" e "termina la battaglia nel 2007".

Ci sono ulteriori dettagli sulla trama, diffusi dalla stessa Microsoft. I Covenant continuano la loro battaglia per la conquista della Terra, ma stavolta hanno un'arma in più. Nel deserto del Sahara si sono imbattuti in una vecchia razza aliena, rimasta assopita per milioni di anni. Si tratta dei Forerunners, i quali sono in realtà gli artefici degli enormi anelli conosciuti come Halo, sui quali si sono da sempre concentrati i giochi di questa saga. Inoltre, sembra essere scoppiata una guerra civile all'interno delle fazioni Covenant, mentre l'intelligenza artificiale Cortana resta imprigionata nelle grinfie di un'altra intelligenza artificiale, Gravemind.

Halo 3 sfrutterà il motore grafico del predecessore, aggiornato con consistenti migliorie. Cambia completamente, ad esempio, il sistema di illuminazione, il quale è adesso in grado di fornire luci a tutti gli oggetti presenti sullo schermo direttamente da un'unica fonte. Inoltre, il sistema di parallax mapping consente di dare profondità agli oggetti posti a grandi distanze, mentre verrà implementato un sistema particellare completamente inedito. Nonostante, Gears of War e gli altri interessanti giochi mostrati all'E3 per XBox 360, Halo 3 rimane il cavallo di battaglia di Microsoft per la sua console di nuova generazione. Tuttavia, è ancora presto per iniziare la trepidante attesa, visto che il gioco non sarà sicuramente pronto prima del 2007 inoltrato.

NINETY-NINE NIGHTS
Piattaforma: XBox 360
Software house: Q Entertainment/Phantagram
Data di rilascio: Q3 2006

Ninety-Nine Nights è un semplice ma divertente hack-and-slasher già in commercio in Giappone e in Corea e atteso entro la fine dell'anno in Occidente. Il gioco è sviluppato congiuntamente dalla Q! Entertainment di Mizuguchi e dagli sviluppatori di Kingdom Under Fire, ovvero Phantagram. L'unico personaggio giocabile presente nella demo E3 era un avvenente guerriero donna, la quale risultava dotata di un'enorme spada come arma primaria. La storia sarà comunque raccontata da sette punti di vista differenti, in base al numero dei personaggi con cui sarà possibile giocare.

Il tutto si incentra sull'attuazione di mosse speciali e combo, le quali si distungono in attacchi terrestri e attacchi aerei. Sullo schermo c'è una moltitudine di nemici che si differenziano in soldati tradizionali e goblin. Il gioco non si dimostra comunque molto vario, visto che lo schema di gioco, le ambientazioni e i nemici da affrontare rimangono sempre sostanzialmente gli stessi. La grafica sembra su ottimi livelli, soprattutto in relazione al dettaglio poligonale di ogni personaggio presente su schermo, ad effetti di light-bloom ed ai riflessi della luce sulle armature dei soldati.

Dal punto di vista dell'intelligenza artificiale non è stato invece fatto un grande lavoro, anche per la tipologia di gioco alla quale Ninety-Nine Nights appartiene. Durante le battaglie saremo in grado di impartire ordini a personaggi gestiti dalla CPU, mentre non mancherà un sistema di evoluzione del nostro alter ego che acquisirà, via via che andiamo avanti nel gioco, nuove abilità e caratteristiche.

SHADOWRUN
Piattaforma: XBox 360, PC
Software house: FASA Studio
Data di rilascio: Q1 2007

Annunciato recentemente da Microsoft, Shadowrun è uno sparatutto 3D ad ambientazione fantascientifica che contiene diversi elementi da gioco di ruolo. Il gioco mostrato all'E3 comprendeva una sorta di catpure the flag, in cui due squadre rivali dovevamo prendere un artefatto dalla base nemica e portarlo nella loro. Una delle due squadre era composta da umani, l'altra da elfi e si differenziavano in base alla caratterizzazione delle loro abilità. Tutto questo comportava diversi stili di gioco in relazione alla squadra a cui si apparteneva. Gli umani dispongono di un maggior quantitativo di vite, ma gli elfi possono ricaricare le loro vite tramiti appositi medikit. Inoltre, gli umani hanno più denaro da spendere all'inizio della partita per ottenere nuove armi, nuovi equipaggiamenti e potenziamenti.

Secondo FASA Studio, nella versione finale di Shadowrun, saranno presenti ulteriori razze, nuove differenziazioni tra di esse e altri stili di gioco disponibili. Per quanto riguarda le armi impiegate segneliamo la presenza di fucini da cecchino, spade, mitragliatrici, shotgun. A queste si aggiungono poteri magici e altri sistemi tecnologici, che consentono ai giocatori di variare le proprie tattiche d'attacco anche all'interno di una singola partita. Durante un match online a Shadowrun saranno presenti fino a 16 giocatori, i quali potranno trovarsi indifferentemente di fronte ad un PC che ad una XBox 360.

Ci sarà anche una componente single player, ma sarà principalmente indirizzata all'allenamento per il gioco in multiplayer. Microsoft e FASA Studio hanno annunciato che ulteriori dettagli riguardo le razze, le armi, le abilità e gli stili di gioco di Shadowrun saranno annunciati in futuro, per il momento resta solamente la buona impressione che Shadowrun ha sicuramente fatto all'E3.

TOO HUMAN
Piattaforma: XBox 360
Software house: Silicon Knights
Data di rilascio: Q4 2006

Sviluppato dalla software house responsabile di Eternal Darkness e della conversione su GameCube di Metal Gear Solid, Too Human è un classico gioco d'azione. Contestualizzato all'interno di una guerra spietata tra umani e macchine senzienti, il nostro compito è quello di salvare la razza umana e di difenderla dall'attacco dei robot.

La visuale è in terza persona, mentre si potranno utilizzare, oltre alle normali armi, anche delle spade. Decine e decine di nemici ci sbarreranno la strada, in un prodotto che dimostra di essere fresco e drasticamente frenetico. Si potranno utilizzare diverse combo e miscelare differenti modalità d'attacco consistenti in operazioni effettuate corpo a corpo o dalla distanza per mezzo delle armi. Buone anche le animazioni e gli effetti visivi scaturiti dai poteri magici: elementi che rendono la grafica di gioco comunque appetitosa.

Il motore utilizzato è una versione rivista per l'occorrenza dell'Unreal Engine. Verranno contemplati anche elementi da gioco di ruolo, mentre l'utilizzo di un'arma piuttosto che di un'altra richiederà un approccio di gioco specifico. Il giocatore non potrà controllare la telecamera, la quale sarà completamente automatizzata in modo da fornire inquadrature spettacolari nel momento in cui vengono realizzati i poteri magici.

Altri giochi presentati: Age of Empires III: The WarChiefs (PC), Crackdown (XBox 360), Viva Piñata (XBox 360).

 
^