E3 2006: tutti i giochi presentati - parte 2

E3 2006: tutti i giochi presentati - parte 2

Completiamo la rassegna sui giochi presentati all'appena conslusosi E3. In questa seconda parte parliamo di titoli del calibro di Gears of War, Unreal Tournament 2007, Assassin's Creed, Halo 3, Hellgate: London, Final Fantasy XIII e molti altri ancora.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
Assassin's Creed
 

Midway

MORTAL KOMBAT: ARMAGEDDON
Piattaforme: XBox, PS2
Software house: Interna
Data di rilascio: ottobre 2006

La principale novità del nuovo Mortal Kombat consiste nella creazione dei propri personaggi. Questa consente di rendere il gioco ancora più longevo e di garantire un elevato livello di personalizzazione e rigiocabilità. Il sistema si basa su valori quali l'apparenza, lo stile di combattimento, l'arma, le mosse speciali, la biografia e altri elementi ancora.

La lista dei volti noti contiene invece personaggi tradizionali quali Shinnok, Sheeva, Kintaro, Stryker, Sector, Rain, Scorpion, Goro, Jarek, Kai, Sareena, Fujin e Sub-Zero. Sheeva e Stryker hanno subìto un netto restyling rispetto al passato, apparendo adesso in veste più futuristica. In totale sono compresi oltre 50 personaggi differenti. Ognuno di questi personaggi ha due stili di gioco, che il giocatore può alternare in qualsiasi momento della partita, ed una specifica arma. Ritorna la possibilità di saltare e, conseguentemente, aumenta il numero di combo effettuabili. Inoltre, il sistema di fatality è adesso completamente nuovo, visto che i giocatori potranno creare le proprie mosse finali in relazione all'esecuzione di nuove combinazioni di pulsanti.

E' stata completamente rivista anche la modalità Konquest, che in passato era un semplice tutorial sostanzialmente. Adesso è un'avventura single player completa, composta da puzzle, missioni da completare e ovviamente combattimenti. Infine, rimangono da segnalare i miglioramenti apportati al supporto multiplayerm, contenente adesso nuove opzioni e nuove modalità di gioco.

RISE & FALL: CIVILIZATIONS AT WAR
Piattaforma: PC
Software house: Stainless Steel Studios
Data di rilascio: giugno 2006

Lo sviluppo di questo strategico in tempo reale è stato parecchio travagliato, a causa della chiusura della software house che ne aveva curato, sino a quel momento, lo sviluppo, ovvero Stainless Steel Studios. Midway ha preso successivamente le redini del progetto, fino a portarlo alla conclusione: il gioco sarà rilasciato nella seconda settimana di giugno. Si tratta di uno strategico in tempo reale ad ambientazione epica, sulla falsa riga dell'indimenticabile Age of Mythology.

Il giocatore può rivivere le battaglie del passato, prendendo in mano uno degli eserciti che hanno fatto la storia e seguirlo dalla prospettiva di un grande eroe. Proprio l'apporto di questi ultimi dovrebbe costituire l'elemento vincente di questa produzione, visto che sarà possibile cambiare completamente le sorti della battaglia proprio grazie all'impiego di personaggi come Alessandro Magno, Giulio Cesare, Cleopatra e altri. Il controllo degli eroi avverrà tramite la prospettiva in terza persona classica degli action/adventure. Le battaglie, inoltre, saranno soggette anche ai cambiamenti climatici, i quali potranno modificare gli equilibri e favorire un esercito piuttosto che un altro. A queste si aggiunge l'importante caratteristica legata alle battaglie navali, fondamentali per avere il controllo dei mari. Sulle navi sarà possibile anche caricare altre truppe e unità varie.

80 tipi di unità differenti saranno contemplati, tra cui fanteria, arcieri, cavalleria, triremi, arieti, scale per oltrepassare le mura nemiche e altro ancora. In multiplayer potranno giocare fino ad otto contendenti, i quali potranno stringere alleanze o schierarsi contro. Non mancherà l'Hero Mode, modalità nella quale un giocatore penserà alla raccolta delle risorse, all'accrescimento dell'esercito e alla realizzazione degli edifici, mentre l'altro giocherà tramite la prospettiva in terza persona con l'obiettivo di scardinare le difese nemiche.

THE LORD OF THE RINGS ONLINE: SHADOWS OF ANGMAR
Piattaforma: PC
Software house: Turbine
Data di rilascio: fine 2006

Turbine, software house responsabile dei due Asheron's Call, è l'autrice di questo MMO ambientato nel fantastico mondo de Il Signore degli Anelli. I giocatori avranno l'opportunità di crearsi una propria reputazione all'interno della Terra di Mezzo, di esplorare un enorme regno ultra-dettagliato, di imbattersi negli altri personaggi creati da J.R.R. Tolkien. Ci si potrà schierare con delle compagnie via via differenti e affrontare epiche missioni all'interno di esse. Allo stato attuale delle cose, l'80% del gioco è stato completato, mentre si prospetta anche un'edizione per XBox 360. Per quanto riguarda le razze giocabili ne abbiamo quattro: hobbit, nani, elfi e umani. All'interno di ogni razza potremo optare per una tra le sette classi disponibili: captain, guardian, hunter, minstrel, burglar e lore-master.

I livelli di esperienza saranno 50, ma salire di livello non sarà solamente una mera questione di punti esperienza guadagnati. Ad esempio, un personaggio che uccide un certo tipo di mostri sarà specializzato in quella determinata disciplina e sarà quindi utile, all'interno di un team, per quel tipo di operazioni. Ovviamente, Turbine non sottovaluta le forze del male schierate da Sauron, per cui ci si potrà imbattere in uruk-hai, nazgul e balrog.

Come in tutti i MMO, il nostro alter ego non potrà morire definitivamente, ma ogni volta che soccomberà alle armi avversarie diminuirà il suo morale, con un conseguente abbassamento di tutte le statistiche relative alle varie abilità.

STRANGLEHOLD
Piattaforma: XBox 360, PS3, PC
Software house: Interna
Data di rilascio: fine 2006

Si tratta di un action/adventure in terza persona che continua il famoso film di John Woo Hard Boiled, il quale vedeva nel ruolo di protagonista Chow Yun-Fat. Con questo prodotto, Midway intende catturare l'essenza, composta da adrenalina e immediatezza, dei film di John Woo. Pertanto, il sistema di controllo si preannuncia come estremamente immediato, assolutamente lontano dal presentare difficoltà di sorta anche per il giocatore meno esperto.

Tequila, il nostro alter ego, sarà quasi sempre dotato di due pistole (un cliché nei film di John Woo) e, mentre si prodiga in acrobazie più o meno disperate, subentrerà l'ormai famoso effetto slow motion, in perfetto stile (e qualcos'altro) Max Payne. Tequila potrà prodigarsi anche in mosse speciali, in modo da far fuori i nemici in maniera via via sempre più spettacolare: il tutto sarà assecondato anche dalla giusta disposizione delle telecamere. La sensazione cinematografica, insomma, sarà pienamente ricercata dai programmatori di Midway, in modo da ricreare una forma di spettacolo il più vicina possibile ad un normale film d'azione. Tequila, inoltre, potrà arrampicarsi nei posti più improbabili, come candelieri e oggetti instabili.

Strangehold è dotato di un ottimo motore grafico (Unreal Engine 3.0), proponendo un dettaglio visivo di grande impatto. Ogni elemento che compone le ambientazioni, inoltre, potrà essere distrutto grazie all'impiego dell'inossidabile Havok Engine.

UNREAL TOURNAMENT 2007
Piattaforma: PC, PS3
Software house: Epic Games
Data di rilascio: 2007

L'Unreal Engine 3.0 è stato rappresentato all'E3 al meglio delle sue potenzialità proprio da Unreal Tournament 2007, l'ultima incarnazione della popolare serie di sparatutto 3D multiplayer. La presentazione del nuovo gioco di Epic Games dedicato ai PC di ultima generazione ed a PlayStation 3 si è tenuta in un bunker molto isolato, tenuto ben distante da flash indiscreti.

Il gioco è sembrato molto convincente, rappresentando più che altro un'evoluzione dei precedenti Unreal Tournament. E' stata mostrata una partita nella modalità Onslaught, dove il giocatore era impegnato contro i classici bot gestiti dall'intelligenza artificiale. Quello che ha colpito di più è ovviamente il motore grafico, soprattutto in riferimento a colossali veicoli e mezzi meccanici che riescono a spingere ancora più in là il fattore spettacolarità.

Come da sempre, la partita si è svolta tra due fazioni distinte, gli Axon e gli alieni Nexis, e ha coinvolto sia soldati a piedi che imponenti mezzi. La battaglia è stata, infatti, determinata dall'intervento di enormi mech che si tenevano grazie ad arti inferiori flessibili e da un potente carroarmato, il Leviathan, dotato di diverse postazioni occupabili, ciascuna, da un giocatore diverso e di scudi protettivi. Grazie a veicoli come questi le battaglie sono rese in maniera ancora più spettacolare, sfruttando a pieno la capacità dell'Unreal Engine 3.0 di impiegare un elevatissimo numero di poligoni.

Durante la presentazione abbiamo notato anche la presenza di una sorta di skateboard volante che ogni giocatore può utilizzare, quando a piedi, per spostarsi con maggiore velocità. A differenza dell'evoluto motore grafico, non ci è invece parso così competitivo il motore fisico del gioco, ma questo può facilmente spiegarsi considerando la natura prettamente multiplayer di un prodotto come Unreal Tournament 2007. Ad ogni modo, la versione PC di Unreal Tournament 2007, a differenza di quella PlayStation 3, supporterà le schede per la gestione della fisica Ageia PhisX. Per quanto concerne gli obiettivi di ogni partita, questi adesso sono asimmetrici, in quanto una delle due squadre deve distruggere un determinato edificio, mentre l'altra difenderlo.

Né alla presentazione né sulla press release scoviamo notizie sull'abbondantemente anticipata modalità Conquest, il che ci fa pensare che sia stata in realtà accantonata per concentrarsi sul classico Onslaught. Sempre secondo la press release, ogni bot gestito dall'intelligenza artificiale avrà una propria personalità, a seconda della sua caratterizzazione. Il giocatore, inoltre, potrà impartire comandi vocali agli stessi bot, in modo da coordinare la squadra con maggiore immediatezza. Ovviamente, non mancheranno le modalità storiche della saga quali deathmatch, team deathmatch, capture the flag, instagib CTF. Unreal Tournament 2007 arriverà in versione PC entro i primissimi mesi del 2007, mentre per quanto concerne l'edizione PlayStation 3 del gioco non si hanno ancora delle date definitive.

 
^