La fine di ogni...Crysis

La fine di ogni...Crysis

Crytek sta completando i lavori sul gioco che è considerato il seguito "spirituale" di Far Cry. Crysis sarà mosso dal CryEngine 2, ovvero il primo motore a supportare, almeno sulla carta, le librerie grafiche DirectX 10 che saranno incluse in Windows Vista. Apporterà sostanziali novità anche alla fisica, al gameplay, all'interazione con gli ambienti e all'intelligenza artificiale.

di Rosario Grasso pubblicato il nel canale Videogames
WindowsFar CryMicrosoft
 

Ombre, nubi e requisiti

Vista l'importanza degli effetti meteorologici in Crysis, i quali, lo ricordiamo, saranno generati in tempo reale, non poteva non essere prestata grande cura nella realizzazione delle nubi volumetriche. Queste hanno richiesto una tecnica di rendering specifica: sono illuminate in tempo reale e consentono di essere attraversate. Ciò renderà possibili frenetici combattimenti in cielo con le creature aliene. Inoltre, le nubi proietteranno realistiche ombre su qualsiasi cosa verrà a trovarsi sotto di loro. Tutto ciò vale ovviamente anche per gli effetti di fumo e per la nebbia.

Non mancheranno le ormai onnipresenti soft shadow, le quali consentono una precisione al pixel riguardo l'ombra proiettata, consentendo delle variazioni anche in riferimento alla luce solare. Questo sistema consente di ammorbidire gli angoli delle ombre e graduali transizioni dell'illuminazione nelle zone ad elevato contrasto. Un sistema specifico sarà altresì utilizzato per l'illuminazione delle particelle che verranno prodotte da esplosioni o effetti di fumo.

Uno degli effetti più belli da vedere riguarderà il passaggio della luce tra gli oggetti, principalmente in riferimento al fogliame. Ambient maps in tempo reale permetteranno l'implementazione in tempo reale dell'illuminazione indiretta e la realizzazione delle varie intensità di illuminazione degli ambienti. Tramite tutto questo si avranno illuminazioni realistiche senza una grossa perdita di prestazioni.

Crytek non ha ancora divulgato i requisiti minimi necessari per giocare a Crytek in maniera soddisfacente. A parte il discorso sulle DirectX che abbiamo fatto nella pagina precedente, l'unica cosa certa è che sarà richiesta, quale requisito minimo, perlomeno una scheda video che supporti gli shader model 2.0.

Ad ogni modo, Crytek sostiene che non sarà attesa l'uscita di Windows Vista, e quindi delle DirectX 10, per pubblicare ufficialmente Crysis. Inoltre, il gioco riceverà un consistente boost prestazionale se si possiede una CPU Dual Core. Mentre, come la software house tedesca ha annunciato recentemente, è certo che l'unica piattaforma su cui sarà possibile giocare Crysis sarà il PC.

 
^